Dolore

0
3

Cos’è il dolore?

Il dolore è un termine generico che descrive le sensazioni di disagio nel corpo. Deriva dall’attivazione del sistema nervoso. Il dolore può variare da fastidioso a debilitante e può sembrare un acuto accoltellamento o un dolore sordo. Il dolore può anche essere descritto come palpitante, pungente, dolente e pizzicante. Il dolore può essere costante, può iniziare e interrompersi frequentemente o può manifestarsi solo in alcune condizioni. Le persone rispondono al dolore in modo diverso. Alcune persone hanno un’elevata tolleranza al dolore, mentre altre hanno una bassa tolleranza. Per questo motivo, il dolore è altamente soggettivo.

Il dolore può essere acuto o può manifestarsi per un periodo di tempo più lungo. Può essere correlato a una lesione o problema specifico, oppure può essere cronico, con sensazioni continue che durano per più di tre mesi. Il dolore può essere localizzato, interessando un’area specifica del corpo, oppure può essere generale, ad esempio i dolori muscolari complessivi associati all’influenza. Con molte condizioni croniche, la causa del dolore è sconosciuta.

Sebbene scomodo e scomodo, il dolore può essere una buona cosa. Ci fa sapere quando qualcosa non va e ci dà suggerimenti sulle cause. Alcuni dolori sono facili da diagnosticare e possono essere gestiti a casa. Ma alcuni tipi di dolore segnalano condizioni gravi.

Cosa causa il dolore?

Alcune cause comuni di dolore includono:

  • mal di testa
  • crampi
  • affaticamento muscolare o uso eccessivo
  • tagli
  • artrite
  • fratture ossee
  • mal di stomaco

Molte malattie o disturbi, come influenza, fibromialgia, sindrome dell’intestino irritabile (IBS) e problemi riproduttivi, possono causare dolore. Alcune persone sperimentano altri sintomi con dolore. Questi possono includere nausea, vertigini, affaticamento, perdita di appetito, irritabilità, depressione e rabbia.

Quando vedere un dottore

Dovresti consultare un medico per il tuo dolore se:

  • è il risultato di una ferita o incidente, specialmente quando c’è il rischio di sanguinamento, infezione o ossa rotte, o quando la ferita è alla testa
  • se un dolore interno è acuto e acuto: questo tipo di dolore può indicare un problema serio, come la rottura di un’appendice.
  • se il dolore è al petto, poiché ciò potrebbe segnalare un attacco di cuore
  • se il dolore disturba la tua vita, rendendo difficile lavorare o dormire

Come viene diagnosticato il dolore?

Se cerchi assistenza medica per il tuo dolore, il medico eseguirà prima un esame fisico e ti farà alcune domande. Preparati a discutere il dolore in modo molto specifico, anche quando è iniziato, quando il dolore è più intenso e se è lieve, moderato o grave. Ti verrà anche chiesto informazioni su eventuali fattori scatenanti noti, su come il dolore influisce sulla tua vita e su eventuali farmaci che stai assumendo. Più informazioni puoi fornire, migliore è la diagnosi che il tuo medico può fare.

Come viene trattato il dolore?

Il dolore acuto generalmente scompare da solo una volta che la causa del dolore è stata trattata. Per incidenti o lesioni specifiche, questo potrebbe essere una volta che la ferita oi tessuti sono guariti. La ferita potrebbe guarire naturalmente con il tempo o potresti aver bisogno di farmaci, interventi chirurgici o altre cure mediche.

Il trattamento per il dolore acuto dipende dal problema o dalla lesione che causa il dolore, se noto.

Il dolore cronico può essere più difficile da affrontare, soprattutto se la causa del dolore è sconosciuta. A volte il dolore cronico è il risultato di una lesione iniziale, ma non sempre. Il modo più semplice per alleviare il dolore è affrontare il problema sottostante.

I piani di trattamento per il dolore possono includere:

  • analgesici da banco come l’aspirina e l’ibuprofene
  • prescrizione di farmaci antidolorifici
  • Fisioterapia
  • chirurgia
  • agopuntura
  • massaggio
  • yoga o stretching delicato con respirazione profonda
  • pastiglie riscaldanti o bagni di calore
  • impacchi freddi o bagni di ghiaccio
  • rilassamento muscolare progressivo
  • immagini guidate
  • biofeedback

Per lesioni lievi che non richiedono cure mediche, seguire la regola generale del RISO (riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here