Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Disturbo depressivo persistente (distimia)

Disturbo depressivo persistente (distimia)

0
8

Che cos’è il disturbo depressivo persistente (PDD)?

Il disturbo depressivo persistente (PDD) è una forma di depressione cronica. È una diagnosi relativamente nuova che combina le due diagnosi precedenti distimia e disturbo depressivo maggiore cronico. Come altri tipi di depressione, il PDD provoca continui sentimenti di profonda tristezza e disperazione. Queste sensazioni possono influenzare il tuo umore e comportamento, nonché le funzioni fisiche, inclusi l’appetito e il sonno. Di conseguenza, le persone con il disturbo spesso perdono interesse a svolgere attività che un tempo amavano e hanno difficoltà a portare a termine le attività quotidiane.

Questi sintomi sono presenti in tutte le forme di depressione. Nella PDD, tuttavia, i sintomi sono meno gravi e più duraturi. Possono persistere per anni e possono interferire con la scuola, il lavoro e le relazioni personali. La natura cronica del PDD può anche rendere più difficile affrontare i sintomi. Tuttavia, una combinazione di farmaci e terapia della parola può essere efficace nel trattamento della PDD.

Sintomi del disturbo depressivo persistente

I sintomi del PDD sono simili a quelli della depressione. Tuttavia, la differenza fondamentale è che la PDD è cronica, con sintomi che si verificano quasi tutti i giorni per almeno due anni. Questi sintomi includono:

  • persistenti sentimenti di tristezza e disperazione
  • problemi di sonno
  • bassa energia
  • un cambiamento di appetito
  • difficoltà a concentrarsi
  • indecisione
  • una mancanza di interesse per le attività quotidiane
  • diminuzione della produttività
  • scarsa autostima
  • un atteggiamento negativo
  • evitamento delle attività sociali

I sintomi del PDD spesso iniziano ad apparire durante l’infanzia o l’adolescenza. I bambini e gli adolescenti con PDD possono sembrare irritabili, lunatici o pessimisti per un lungo periodo. Possono anche mostrare problemi di comportamento, scarso rendimento a scuola e difficoltà a interagire con altri bambini in situazioni sociali. I loro sintomi possono andare e venire per diversi anni e la loro gravità può variare nel tempo.

Cause del disturbo depressivo persistente

La causa del PDD non è nota. Alcuni fattori possono contribuire allo sviluppo della condizione. Questi includono:

  • uno squilibrio chimico nel cervello
  • una storia familiare della condizione
  • una storia di altre condizioni di salute mentale, come ansia o disturbo bipolare
  • eventi della vita stressanti o traumatici, come la perdita di una persona cara o problemi finanziari
  • malattie fisiche croniche, come malattie cardiache o diabete
  • trauma cerebrale fisico, come una commozione cerebrale

Diagnosi del disturbo depressivo persistente

Per fare una diagnosi accurata, il medico eseguirà prima un esame fisico. Il medico eseguirà anche esami del sangue o altri esami di laboratorio per escludere possibili condizioni mediche che potrebbero causare i sintomi. Se non c’è una spiegazione fisica per i tuoi sintomi, il tuo medico potrebbe iniziare a sospettare che tu abbia una condizione di salute mentale.

Il tuo medico ti farà alcune domande per valutare il tuo attuale stato mentale ed emotivo. È importante essere onesti con il tuo medico riguardo ai tuoi sintomi. Le tue risposte li aiuteranno a determinare se soffri di PDD o di un altro tipo di malattia mentale.

Molti medici utilizzano i sintomi elencati nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5) per diagnosticare la PDD. Questo manuale è pubblicato dalla American Psychiatric Association. I sintomi PDD elencati nel DSM-5 includono:

  • uno stato d’animo depresso quasi ogni giorno per la maggior parte della giornata
  • avere uno scarso appetito o mangiare troppo
  • difficoltà ad addormentarsi oa mantenere il sonno
  • bassa energia o affaticamento
  • bassa autostima
  • scarsa concentrazione o difficoltà a prendere decisioni
  • sentimenti di disperazione

Affinché gli adulti vengano diagnosticati con il disturbo, devono provare uno stato d’animo depresso per la maggior parte della giornata, quasi ogni giorno, per due o più anni.

Affinché i bambini o gli adolescenti ricevano la diagnosi del disturbo, devono provare uno stato d’animo depresso o irritabilità per la maggior parte della giornata, quasi ogni giorno, per almeno un anno.

Se il medico ritiene che tu abbia la PDD, probabilmente ti indirizzerà a un professionista della salute mentale per ulteriori valutazioni e trattamenti.

Trattamento del disturbo depressivo persistente

Il trattamento per il PDD consiste in farmaci e terapia della parola. Si ritiene che i farmaci siano una forma di trattamento più efficace della terapia della parola se usati da soli. Tuttavia, una combinazione di farmaci e terapia della parola è spesso il miglior corso di trattamento.

Farmaci

La PDD può essere trattata con vari tipi di antidepressivi, tra cui:

  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), come fluoxetina (Prozac) e sertralina (Zoloft)
  • antidepressivi triciclici (TCA), come amitriptilina (Elavil) e amoxapina (Asendin)
  • inibitori della ricaptazione della serotonina e norepinefrina (SNRI), come desvenlafaxina (Pristiq) e duloxetina (Cymbalta)

Potrebbe essere necessario provare diversi farmaci e dosaggi per trovare una soluzione efficace per te. Ciò richiede pazienza, poiché molti farmaci richiedono diverse settimane per avere pieno effetto.

Parla con il tuo medico se continui a nutrire dubbi sui tuoi farmaci. Il medico potrebbe suggerirti di modificare il dosaggio o il farmaco. Non smettere mai di prendere il farmaco come indicato senza prima parlare con il medico. Interrompere improvvisamente il trattamento o saltare diverse dosi può causare sintomi simili all’astinenza e peggiorare i sintomi depressivi.

Terapia

La terapia della parola è un’opzione di trattamento benefica per molte persone con PDD. Vedere un terapista può aiutarti a imparare come:

  • esprimi i tuoi pensieri e sentimenti in modo sano
  • far fronte alle tue emozioni
  • adattarsi a una sfida o crisi della vita
  • identificare pensieri, comportamenti ed emozioni che innescano o aggravano i sintomi
  • sostituire le convinzioni negative con quelle positive
  • riacquistare un senso di soddisfazione e controllo nella tua vita
  • stabilisci obiettivi realistici per te stesso

La terapia della parola può essere eseguita individualmente o in gruppo. I gruppi di supporto sono ideali per coloro che desiderano condividere i propri sentimenti con altri che stanno vivendo problemi simili.

Cambiamenti nello stile di vita

La PDD è una condizione di lunga durata, quindi è importante partecipare attivamente al piano di trattamento. Apportare alcune modifiche allo stile di vita può integrare i trattamenti medici e aiutare ad alleviare i sintomi. Questi rimedi includono:

  • esercitarsi almeno tre volte alla settimana
  • mangiare una dieta che consiste in gran parte di cibi naturali, come frutta e verdura
  • evitando droghe e alcol
  • vedere un agopuntore
  • prendendo alcuni integratori, tra cui l’erba di San Giovanni e l’olio di pesce
  • praticare yoga, tai chi o meditazione
  • scrivendo in un diario

Outlook a lungo termine per le persone con disturbo depressivo persistente

Poiché la PDD è una condizione cronica, alcune persone non si riprendono mai completamente. Il trattamento può aiutare molte persone a gestire i propri sintomi, ma non è efficace per tutti. Alcune persone possono continuare a manifestare sintomi gravi che interferiscono con la loro vita personale o professionale.

Ogni volta che hai difficoltà ad affrontare i tuoi sintomi, chiama la National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255. Ci sono persone disponibili 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana per parlare con te di qualsiasi problema tu possa avere. Puoi anche visitare il loro sito web per ulteriore assistenza e risorse.

Q:

Come posso aiutare qualcuno con disturbo depressivo persistente?

Paziente anonimo

UN:

La cosa più importante che qualcuno può fare per aiutare l’individuo che soffre di disturbo depressivo persistente è rendersi conto che ha una malattia reale e non sta cercando di essere “difficile” nelle sue interazioni con te. Potrebbero non reagire alle buone notizie o agli eventi positivi della vita nel modo in cui reagirebbero le persone senza questo disturbo. Dovresti anche incoraggiarli a partecipare a tutti gli appuntamenti con il medico e il terapista e ad assumere i farmaci come prescritto.

Timothy Legg PhD, PMHNP-BC, GNP-BC, CARN-AP, MCHESLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here