Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Disturbo da tic transitorio (disturbo da tic provvisorio)

Disturbo da tic transitorio (disturbo da tic provvisorio)

0
5

Cos’è il tic nervoso transitorio?

Il disturbo da tic transitorio, ora noto come disturbo da tic provvisorio, è una condizione che coinvolge tic fisici e verbali. Il Manuale diagnostico e statistico, 5a edizione (DSM-5) ha ribattezzato questo disturbo nel 2013. Un tic è un movimento o un suono brusco e incontrollabile che devia dai normali gesti di una persona. Ad esempio, una persona con i tic può sbattere le palpebre rapidamente e ripetutamente, anche se nulla irrita i loro occhi.

Ogni persona sperimenta i tic in modo diverso. Possono soffrire di movimenti o rumori incontrollati. I tic sono comuni nei bambini e possono durare meno di un anno. Un bambino con disturbo da tic transitorio ha tic fisici o vocali evidenti. L’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry afferma che i tic colpiscono fino al 10% dei bambini durante i primi anni di scuola.

Il disturbo da tic più notevole è la sindrome di Tourette, in cui i tic fisici e verbali si verificano nello stesso individuo, spesso allo stesso tempo. Anche il tic transitorio coinvolge entrambi i tipi di tic, ma spesso si verificano individualmente.

Cosa causa il tic nervoso transitorio?

Non sono note cause di tic transitorio. Come la sindrome di Tourette e altri disturbi da tic, una combinazione di fattori la influenza.

Alcune ricerche indicano che i disturbi da tic possono essere ereditati. Una mutazione genetica può causare la sindrome di Tourette in rari casi.

Anomalie nel cervello possono anche essere responsabili di disturbi da tic. Tali anomalie sono la causa di altre condizioni mentali, come la depressione e il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Alcune ricerche suggeriscono che il disturbo da tic transitorio potrebbe essere collegato ai neurotrasmettitori. I neurotrasmettitori sono le sostanze chimiche nel cervello che trasmettono i segnali nervosi alle cellule. Tuttavia, nessuno studio offre una prova completa del ruolo svolto dai neurotrasmettitori. I farmaci per il trattamento del disturbo da tic transitorio alterano i livelli dei neurotrasmettitori.

Quali sono i sintomi del disturbo da tic transitorio?

I disturbi da tic comprendono la sindrome di Tourette, il tic motorio o vocale cronico e il tic transitorio. Il medico può diagnosticare il disturbo da tic come aspecifico se i sintomi non rientrano esattamente in una di queste categorie.

I tic sono spesso confusi con il comportamento nervoso. Si intensificano durante i periodi di stress e non si verificano durante il sonno. I tic si verificano ripetutamente, ma di solito non hanno un ritmo.

Le persone con tic possono sollevare in modo incontrollabile le sopracciglia, alzare le spalle, aprire le narici o stringere i pugni. Questi sono tic fisici. A volte un tic può farti schiarire ripetutamente la gola, fare clic sulla lingua o fare un certo rumore, come un grugnito o un gemito.

Come viene diagnosticato il disturbo da tic transitorio?

Non esiste un test infallibile per diagnosticare il disturbo da tic transitorio e altri disturbi da tic. Sono difficili da diagnosticare, poiché a volte i tic sono associati ad altre condizioni. Ad esempio, le allergie potrebbero essere la causa di un annusare ripetuto o contrazioni del naso.

Se hai i tic, il tuo medico inizierà la tua valutazione medica eseguendo un esame fisico (in particolare un esame neurologico) e completa la storia medica. Ciò contribuirà a escludere una condizione medica sottostante come causa dei sintomi.

Il medico potrebbe dover ordinare altri test, come scansioni TC del cervello e esami del sangue, per determinare se i tic sono un sintomo di qualcosa di più grave, come la malattia di Huntington.

È necessario soddisfare tutte le seguenti condizioni per ricevere una diagnosi transitoria di tic:

  • Devi avere uno o più tic motori (come battere le palpebre o alzare le spalle) o vocali (come mormorare, schiarirsi la gola o urlare una parola o una frase).
  • I tic devono verificarsi per meno di 12 mesi consecutivi.
  • I tic devono iniziare prima dei 18 anni di età.
  • I sintomi non devono essere il risultato di farmaci o droghe o di un’altra condizione medica come la malattia di Huntington o l’encefalite post-virale.
  • Non devi avere la sindrome di Tourette o altri disturbi da tic motori o vocali cronici.

Come viene trattato il disturbo da tic transitorio?

Il disturbo da tic transitorio nei bambini spesso scompare senza trattamento. È importante che i membri della famiglia e gli insegnanti non richiamino l’attenzione sui tic. Questo può rendere il bambino più consapevole e aggravare i suoi sintomi.

Una combinazione di terapia e farmaci può aiutare in situazioni in cui i tic influenzano il lavoro o la scuola. Poiché lo stress può peggiorare o aumentare i tic, le tecniche per controllare e gestire lo stress sono importanti.

La terapia cognitivo comportamentale è anche un modo utile per trattare i disturbi da tic. Durante queste sessioni, una persona impara a evitare azioni autodistruttive controllando le proprie emozioni, comportamenti e pensieri.

I farmaci non possono curare completamente i disturbi da tic, ma possono ridurre i sintomi per alcune persone. Il medico può prescrivere un farmaco che riduce la dopamina nel cervello, come l’aloperidolo (Haldol) o la pimozide (Orap). La dopamina è un neurotrasmettitore che può influenzare i tic.

Il tuo medico potrebbe anche trattare il tuo disturbo da tic con antidepressivi. Questi farmaci aiutano a trattare i sintomi di ansia, tristezza o disturbo ossessivo-compulsivo e possono aiutare con le complicanze del disturbo da tic transitorio.

Qual è la prospettiva a lungo termine?

A volte convivere con un disturbo da tic transitorio può essere frustrante. Tuttavia, la condizione è gestibile con un trattamento adeguato. Cerca di mantenere lo stress a livelli ragionevoli per ridurre i sintomi. La terapia e i farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi in alcuni casi.

I genitori di bambini con disturbo da tic transitorio svolgono un ruolo importante nel fornire supporto emotivo e nel contribuire a garantire che l’istruzione dei loro figli non ne risenta.

In genere, i tic scompaiono dopo pochi mesi. Ricerca sembra indicare che i bambini che soffrono di tic che non ne avevano più di un anno fa abbiano una prospettiva favorevole. Tuttavia, questi bambini hanno solo una possibilità su tre di rimanere completamente senza tic nei prossimi 5-10 anni.

I genitori dovrebbero tenere d’occhio il cambiamento dei sintomi a prescindere. In alcuni casi, il disturbo da tic transitorio può svilupparsi in una condizione più grave, come la sindrome di Tourette.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here