Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Disturbo bipolare (depressione maniacale)

Disturbo bipolare (depressione maniacale)

0
4

Cos’è il disturbo bipolare?

Il disturbo bipolare è un grave disturbo cerebrale in cui una persona sperimenta variazioni estreme nel pensiero, nell’umore e nel comportamento. Il disturbo bipolare è talvolta chiamato anche malattia maniaco-depressiva o depressione maniacale.

Le persone che soffrono di disturbo bipolare attraversano comunemente periodi di depressione o mania. Possono anche verificarsi frequenti cambiamenti di umore.

La condizione non è la stessa per ogni persona che ce l’ha. Alcune persone possono sperimentare stati per lo più depressi. Altre persone possono avere fasi per lo più maniacali. Può anche essere possibile avere sintomi sia depressi che maniacali contemporaneamente.

Oltre il 2% degli americani svilupperà un disturbo bipolare.

Quali sono i sintomi?

I sintomi del disturbo bipolare includono cambiamenti dell’umore (a volte piuttosto estremi) e cambiamenti in:

  • energia
  • livelli di attività
  • abitudini del sonno
  • comportamenti

Una persona con disturbo bipolare potrebbe non sempre sperimentare un episodio depressivo o maniacale. Possono anche sperimentare lunghi periodi di stati d’animo instabili. Le persone senza disturbo bipolare spesso sperimentano “alti e bassi” nei loro stati d’animo. I cambiamenti di umore causati dal disturbo bipolare sono molto diversi da questi “alti e bassi”.

Il disturbo bipolare spesso si traduce in scarse prestazioni lavorative, problemi a scuola o relazioni danneggiate. Le persone che hanno casi molto gravi e non trattati di disturbo bipolare a volte si suicidano.

Le persone con disturbo bipolare sperimentano stati emotivi intensi denominati “episodi di umore”.

I sintomi di un episodio di umore depressivo possono includere:

  • sentimenti di vuoto o inutilità
  • perdita di interesse in attività un tempo piacevoli come il sesso
  • cambiamenti comportamentali
  • stanchezza o bassa energia
  • problemi di concentrazione, processo decisionale o dimenticanza
  • irrequietezza o irritabilità
  • cambiamenti nelle abitudini alimentari o del sonno
  • ideazione suicidaria o tentativo di suicidio

Dall’altro lato estremo dello spettro ci sono episodi maniacali. I sintomi della mania possono includere:

  • lunghi periodi di intensa gioia, eccitazione o euforia
  • irritabilità estrema, agitazione o sensazione di essere “cablato” (nervosismo)
  • essere facilmente distratto o irrequieto
  • avendo pensieri di corsa
  • parlare molto velocemente (spesso così velocemente gli altri non sono in grado di tenere il passo)
  • intraprendere più nuovi progetti di quanti uno possa gestire (eccessivamente diretto all’obiettivo)
  • avere poca necessità di dormire
  • convinzioni irrealistiche sulle proprie capacità
  • partecipare a comportamenti impulsivi o ad alto rischio come il gioco d’azzardo o le spese folli, il sesso non sicuro o fare investimenti poco saggi

Alcune persone con disturbo bipolare possono sperimentare ipomania. Ipomania significa “sotto mania” e i sintomi sono molto simili alla mania, ma meno gravi. La più grande differenza tra i due è che i sintomi dell’ipomania generalmente non compromettono la tua vita. Gli episodi maniacali possono portare al ricovero in ospedale.

Alcune persone con disturbo bipolare sperimentano “stati d’animo misti” in cui coesistono sintomi depressivi e maniacali. In uno stato misto, una persona avrà spesso sintomi che includono:

  • agitazione
  • insonnia
  • cambiamenti estremi nell’appetito
  • ideazione suicidaria

La persona di solito si sentirà eccitata mentre sta vivendo tutti i sintomi di cui sopra.

I sintomi del disturbo bipolare generalmente peggiorano senza trattamento. È molto importante consultare il tuo medico di base se pensi di avere sintomi di disturbo bipolare.

Tipi di disturbo bipolare

Bipolare I.

Questo tipo è caratterizzato da episodi maniacali o misti che durano almeno una settimana. Potresti anche manifestare gravi sintomi maniacali che richiedono cure ospedaliere immediate. Se si verificano episodi depressivi, di solito durano almeno due settimane. I sintomi sia della depressione che della mania devono essere estremamente diversi dal comportamento normale della persona.

Bipolare II

Questo tipo è caratterizzato da un pattern di episodi depressivi mescolati con episodi ipomaniacali privi di episodi maniacali (o misti) “conclamati”.

Disturbo bipolare non altrimenti specificato (BP-NOS)

Questo tipo viene talvolta diagnosticato quando una persona presenta sintomi che non soddisfano i criteri diagnostici completi per bipolare I o bipolare II. Tuttavia, la persona sperimenta ancora cambiamenti di umore molto diversi dal loro comportamento normale.

Disturbo ciclotimico (ciclotimia)

Il disturbo ciclotimico è una forma lieve di disturbo bipolare in cui una persona soffre di depressione lieve mista a episodi ipomaniacali per almeno due anni.

Disturbo bipolare a ciclo rapido

Ad alcune persone può anche essere diagnosticato il cosiddetto “disturbo bipolare a ciclo rapido”. Entro un anno, i pazienti con questo disturbo hanno quattro o più episodi di:

  • grave depressione
  • mania
  • ipomania

È più comune nelle persone con disturbo bipolare grave e in coloro a cui è stata diagnosticata un’età precoce (spesso durante la metà e la tarda adolescenza) e colpisce più donne che uomini.

Diagnosi del disturbo bipolare

La maggior parte dei casi di disturbo bipolare inizia prima che una persona raggiunga i 25 anni di età. Alcune persone possono manifestare i primi sintomi durante l’infanzia o, in alternativa, in tarda età. I sintomi bipolari possono variare in intensità da umore basso a depressione grave, o ipomania a mania grave. Spesso è difficile da diagnosticare perché si manifesta lentamente e peggiora gradualmente nel tempo.

Il tuo medico di base di solito inizierà ponendoti domande sui tuoi sintomi e sulla tua storia medica. Vorranno anche sapere del tuo consumo di alcol o droghe. Possono anche eseguire test di laboratorio per escludere altre condizioni mediche. La maggior parte dei pazienti cercherà aiuto solo durante un episodio depressivo, quindi è importante che il tuo medico di base esegua una valutazione diagnostica completa prima di fare una diagnosi di disturbo bipolare. Alcuni fornitori di cure primarie faranno riferimento a uno psichiatra se si sospetta una diagnosi di disturbo bipolare.

Individui con disturbo bipolare a maggior rischio di una serie di altre malattie mentali e fisiche, tra cui:

  • disturbo post-traumatico da stress (PTSD)
  • disturbi d’ansia
  • fobie sociali
  • ADHD
  • emicrania
  • malattia della tiroide
  • diabete
  • obesità

I problemi di abuso di sostanze sono comuni anche tra i pazienti con disturbo bipolare.

Non esiste una causa nota per il disturbo bipolare, ma tende a funzionare in famiglie.

Trattamento del disturbo bipolare

Il disturbo bipolare non può essere curato. È considerata una malattia cronica, come il diabete, e deve essere gestita e trattata con attenzione per tutta la vita. Il trattamento di solito comprende sia farmaci che terapie, come la terapia cognitivo comportamentale. I farmaci usati nel trattamento dei disturbi bipolari includono:

  • stabilizzatori dell’umore come il litio (Eskalith o Lithobid)
  • farmaci antipsicotici atipici come olanzapina (Zyprexa), quetiapina (Seroquel) e risperidone (Risperdal)
  • farmaci anti-ansia come le benzodiazepine sono talvolta usati nella fase acuta della mania
  • farmaci antiepilettici (noti anche come anticonvulsivanti) come divalproex-sodio (Depakote), lamotrigina (Lamictal) e acido valproico (Depakene)
  • Alle persone con disturbo bipolare a volte vengono prescritti antidepressivi per trattare i sintomi della loro depressione o altre condizioni (come il disturbo d’ansia concomitante). Tuttavia, spesso devono assumere uno stabilizzatore dell’umore, poiché un antidepressivo da solo può aumentare le possibilità di una persona di diventare maniacale o ipomaniacale (o di sviluppare sintomi di ciclismo rapido).

prospettiva

Il disturbo bipolare è una condizione molto curabile. Se sospetti di avere un disturbo bipolare, è molto importante fissare un appuntamento con il tuo medico di base e farti valutare. I sintomi non trattati del disturbo bipolare potranno solo peggiorare. Si stima che circa il 15% delle persone con disturbo bipolare non trattato si suicidi.

Prevenzione del suicidio:

Se pensi che qualcuno sia a rischio immediato di autolesionismo o ferire un’altra persona:

  • Chiama il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Rimuovi eventuali pistole, coltelli, farmaci o altre cose che potrebbero causare danni.
  • Ascolta, ma non giudicare, discutere, minacciare o urlare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here