Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Disordina la tua vita: la stanza del tuo bambino

Disordina la tua vita: la stanza del tuo bambino

0
4

Prenditi del tempo per creare uno spazio speciale per i bambini e dare loro un po ‘di proprietà personale.

C’è un dibattito informale sull’opportunità o meno di consentire ai fratelli di sesso opposto di condividere una camera da letto e, in tal caso, per quanto tempo. Ci sono tante opinioni su questo argomento quante sono le persone che le danno, quindi abbiamo deciso di chiedere a un esperto di chiarire la confusione.

Abbiamo intervistato Emily Kircher-Morris, MA, MEd, PLPC, e una consulente professionale con licenza provvisoria a St. Louis specializzata nel lavorare con bambini dotati e di alto livello, per vedere quale fosse la sua opinione sulla controversia; volevamo che facesse luce su uno scenario comune a molte famiglie.

D: A che età suggerisci di separare le camere da letto dei ragazzi e delle ragazze?

A: Non esiste un limite di età specifico che richieda che i bambini di sesso opposto separino le stanze. I genitori dovrebbero monitorare dove si trovano i loro figli, sullo sviluppo e prendere decisioni da lì.

Spesso, una volta che i bambini sono a scuola, iniziano a prendere coscienza del bisogno di modestia e possono sentirsi a disagio nel cambiare di fronte a un fratello di sesso opposto; tuttavia, è possibile trovare sistemazioni per questo ei bambini possono cambiare in altre aree o in orari separati.

Tuttavia, quando i bambini raggiungeranno la pubertà, sarà molto più difficile per loro sentirsi a proprio agio nella condivisione e nello spazio, e il bisogno di privacy e spazio dovrebbe essere rispettato il più possibile.

D: Quali fattori dovrebbero considerare i genitori quando determinano se separare i figli?

R: Se c’è la preoccupazione che un bambino agisca in modo sessualmente aggressivo, è importante che i bambini siano separati. Se uno o entrambi i bambini hanno subito abusi sessuali, potrebbero avere difficoltà a comprendere i chiari confini associati alla privacy.

Se un bambino esprime preoccupazione per la privacy, le famiglie trarranno vantaggio dal prendere sul serio queste preoccupazioni e collaboreranno per trovare una soluzione adeguata.

D: Quali sono le conseguenze se i bambini non vengono separati abbastanza presto?

R: Alcune famiglie possono trarre grandi vantaggi dal fatto che i bambini condividano la camera da letto per tutta la giovinezza. I bambini possono avere un legame più forte tra loro e sentirsi a proprio agio nel condividere le loro cose. I fratelli possono anche trovare conforto dormendo nella stessa stanza con un fratello o una sorella.

Quando i bambini entrano nella pubertà, è importante avere uno spazio dove possano sentirsi a proprio agio con il proprio corpo. Le preoccupazioni sull’immagine corporea possono portare un bambino che si sente a disagio o insicuro del proprio corpo, [and] condividere una stanza può aumentare i sentimenti di preoccupazione all’interno di un bambino.

D: Come possono i genitori affrontare la situazione se non hanno abbastanza spazio per separarli? (Quali sono alcune alternative?)

R: Le famiglie che condividono le stanze per necessità possono trovare soluzioni ai problemi. Ai bambini può essere assegnato uno spazio specifico per tenere vestiti e giocattoli in camera da letto. Fornire uno spazio alternativo per cambiare i vestiti, come il bagno, o un programma per la camera da letto, può anche aiutare i bambini ad apprendere i confini appropriati per la privacy tra i sessi.

D: Come dovrebbero i genitori spiegare la separazione ai figli riluttanti che sono abituati a stare nella stessa stanza?

R: Sottolineando i vantaggi di avere il proprio spazio, i genitori possono incoraggiare i bambini riluttanti ad accettare il cambiamento nella sistemazione del sonno. Dedicando tempo alla creazione di uno spazio speciale per i bambini, i genitori possono aiutare i bambini a sentirsi entusiasti del cambiamento e dare loro un po ‘di proprietà sul nuovo spazio.

D: E se il ragazzo e la ragazza fossero fratellastri? Questo cambia le cose (sia per i fratellastri che hanno un’età vicina che per quelli che sono molto distanti in età?)

R: Questa sarebbe principalmente una preoccupazione legata all’età in cui i bambini sono diventati fratellastri. Se fossero stati riuniti in giovane età … la situazione sarebbe molto simile a quella dei fratelli biologici. I bambini più grandi trarrebbero vantaggio dall’avere il proprio spazio.

D: E se i fratellastri si vedessero solo poche volte all’anno? Questo cambia le cose?

A: Ancora una volta, questo sarebbe rilevante a seconda dell’età dei fratellastri e di quando sono diventati fratellastri. Una volta che un bambino raggiunge un punto in cui comprende la necessità di modestia e privacy, potrebbe essere difficile aspettarsi che condividano lo spazio. Tuttavia, se fosse solo poche volte all’anno per brevi periodi di tempo, molto probabilmente avrebbe un impatto sui bambini meno di una condivisione dello spazio a lungo termine. Se i bambini sono molto distanti per età, o si sta avvicinando alla pubertà, oppure uno esprime più bisogno di privacy rispetto all’altro, dovrebbero avere uno spazio separato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here