Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Diluenti del sangue per malattie cardiache

Diluenti del sangue per malattie cardiache

0
4

Cosa sono i fluidificanti del sangue?

I fluidificanti del sangue prevengono la formazione di coaguli di sangue, che possono interrompere il flusso di sangue al cuore. Scopri come funzionano, chi dovrebbe prenderli, effetti collaterali e rimedi naturali.

I fluidificanti del sangue sono farmaci assunti per via orale o endovenosa (attraverso una vena) per prevenire un coagulo di sangue. I coaguli di sangue possono interrompere il flusso di sangue al cuore, ai polmoni o al cervello. Possono causare un infarto o un ictus.

Il medico può raccomandare di prendere un anticoagulante se si soffre di malattie cardiache, comprese le malattie delle valvole cardiache e ritmi cardiaci irregolari.

I fluidificanti del sangue devono essere presi esattamente come indicato. Quando non ne prendi abbastanza, il farmaco non sarà altrettanto efficace. Assumere troppo può portare a gravi emorragie.

Cosa fanno i fluidificanti del sangue

Alcuni fluidificanti del sangue fluidificano il sangue per impedire alle cellule del sangue di aderire tra loro nelle vene e nelle arterie. Altri prevengono la formazione di coaguli di sangue aumentando il tempo necessario per la formazione di coaguli di sangue. Questi sono noti rispettivamente come farmaci antipiastrinici e anticoagulanti.

I farmaci antipiastrinici impediscono alle cellule del sangue (chiamate piastrine) di aggregarsi e formare coaguli. Esempi di farmaci antipiastrinici sono:

  • aspirina
  • clopidogrel (Plavix)
  • dipiridamolo (persantino)
  • ticlopidina (Ticlid)

I medici spesso prescrivono farmaci chiamati anticoagulanti a persone a cui sono state diagnosticate alcune forme di malattie cardiache. “Coagulare” è un termine medico che significa “coagulare”. Questi fluidificanti del sangue prevengono la formazione di coaguli di sangue aumentando il tempo necessario per la coagulazione del sangue.

Gli anticoagulanti prevengono la formazione di coaguli. I comuni anticoagulanti anticoagulanti includono:

  • warfarin (Coumadin, Jantoven)
  • enoxaparina (Lovenox)

  • eparina

Gli anticoagulanti più recenti con minor rischio di sanguinamento includono:

  • dabigatran (Pradaxa)
  • apixaban (Eliquis)
  • rivaroxaban (Xarelto)

Il medico monitorerà attentamente il dosaggio dei farmaci per fluidificare il sangue. Occasionalmente possono eseguire un test del tempo di protrombina (PT) per alcuni farmaci. Questo esame del sangue misura il tuo rapporto internazionale normalizzato (INR).

INR è la velocità con cui si coagula il sangue. Un tasso INR appropriato varia da persona a persona in base alla loro storia medica. Rimanere all’interno del tuo intervallo INR può impedirti di sanguinare eccessivamente o di coagulare troppo facilmente.

Possibili effetti collaterali dei fluidificanti del sangue

I fluidificanti del sangue possono causare effetti collaterali in alcune persone. Il sanguinamento eccessivo è la reazione più comune. Può verificarsi in vari modi, tra cui:

  • periodi pesanti
  • urine o feci sanguinolente o scolorite
  • sangue dal naso
  • gengive sanguinanti
  • sanguinamento prolungato da un taglio

Altri effetti collaterali possono includere:

  • vertigini
  • debolezza muscolare
  • la perdita di capelli
  • eruzioni cutanee

La presenza di fluidificanti del sangue nel sistema può aumentare il rischio di emorragie interne dopo un infortunio. Vai subito in ospedale se manifesti uno qualsiasi di questi effetti collaterali dopo essere caduto o sbattuto la testa, anche se non hai emorragie esterne.

Il medico potrebbe dirti di limitare la tua partecipazione agli sport di contatto per ridurre il rischio di sanguinamento. Tuttavia, questo non significa che non puoi esercitare o vivere una vita normale. Nuotare, camminare e fare jogging sono eccellenti forme di esercizio e sono sicure per la maggior parte delle persone che assumono anticoagulanti. Discuti con il tuo medico quale tipo di esercizio può essere migliore per te.

Informa il tuo dentista che stai assumendo fluidificanti del sangue per evitare un’emorragia eccessiva durante la normale pulizia dei denti.

È anche importante proteggersi quando si usano coltelli, forbici o attrezzature da giardino.

Possibili interazioni farmacologiche

Vari cibi, erbe e farmaci possono interferire con i fluidificanti del sangue. Queste sostanze possono rendere il farmaco più o meno efficace di quanto suggerirebbe il dosaggio. Tuttavia, non tutti i fluidificanti del sangue sono influenzati dalle stesse sostanze. È importante parlare con il medico o il cardiologo della tua dieta e di come può influire sull’efficacia dei tuoi farmaci.

Vitamina K

La vitamina K può diminuire l’efficacia di alcuni anticoagulanti, come il warfarin. A seconda del particolare farmaco che stai assumendo, potresti comunque essere in grado di mangiare cibi con livelli da bassi a moderati di vitamina K.Tuttavia, dovresti evitare di mangiare determinati cibi che contengono livelli da moderati ad alti di vitamina K.Questi includono:

  • cavolo
  • cavoletti di Bruxelles
  • broccoli
  • asparago
  • indivia
  • cavolo
  • lattuga
  • spinaci
  • senape
  • cime di rapa
  • cavolo cappuccio

Erbe aromatiche

Le persone che assumono farmaci anticoagulanti dovrebbero usare integratori a base di erbe e tè con cautela. Diverse erbe interferiscono con le capacità anticlotting dei fluidificanti del sangue. Possono anche aumentare il rischio di sanguinamento e la durata del sanguinamento.

Parlate con il vostro medico prima di usare qualsiasi integratore a base di erbe o tè, in particolare i seguenti:

  • camomilla
  • echinacea
  • Chiodo di garofano
  • olio di enotera
  • dong quai
  • liquirizia
  • ginseng
  • gingko biloba
  • goldenseal
  • corteccia di salice

Anche le bevande alcoliche e il succo di mirtillo possono essere dannosi quando si usano fluidificanti del sangue. Evita questi oggetti il ​​più possibile.

Farmaci

Prendi i farmaci da prescrizione e da banco con cautela quando usi fluidificanti del sangue. Un certo numero di antibiotici, farmaci antifungini, analgesici e riduttori di acidità possono aumentare il rischio di sanguinamento. Altri farmaci, comprese le pillole anticoncezionali, possono ridurre gli effetti degli anticoagulanti e aumentare il rischio di sviluppare un coagulo di sangue. Assicurati di informare il tuo medico di tutti i farmaci che stai assumendo.

Diluenti naturali del sangue

Alcuni cibi ed erbe sono anticoagulanti naturali e possono aiutare a prevenire la coagulazione del sangue. Verificare con il proprio medico prima di mangiare questi alimenti se si sta assumendo un farmaco per fluidificare il sangue, perché potrebbero fluidificare troppo il sangue.

Gli anticoagulanti naturali includono:

  • aglio
  • Zenzero
  • seme di sedano
  • semi d’anice

Gli alimenti ricchi di vitamina E sono anche anticoagulanti naturali. Alcuni oli contengono vitamina E, come oliva, mais, soia e germe di grano. Altre fonti alimentari di vitamina E includono:

  • spinaci
  • pomodori
  • manghi
  • Kiwi
  • burro di arachidi
  • mandorle
  • semi di girasole
  • broccoli

Gli anticoagulanti naturali possono essere utili per la salute del cuore, ma consumali con cautela.

Fonti dell’articolo

  • Medicina anticoagulante: potenziale di interazioni farmaco-cibo. (2013). http://www.nationaljewish.org/healthinfo/medications/cardiology/anticoagulant-and-drug-food-interactions/
  • Pillole per fluidificare il sangue: la tua guida per usarle in sicurezza. (nd). https://www.ahrq.gov/patients-consumers/diagnosis-treatment/treatments/btpills/btpills.html
  • Fiumara K, et al. (2009). Una guida per il paziente all’assunzione di coumadin / warfarin. DOI: 10.1161 / CIRCULATIONAHA.108.803957
  • Tempo di protrombina e rapporto internazionale normalizzato. (2015). http://labtestsonline.org/understanding/analytes/pt/tab/test
  • Vitamina E. (2016). http://ods.od.nih.gov/factsheets/vitamine/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here