Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Difficoltà a deglutire (disfagia) a causa del reflusso acido

Difficoltà a deglutire (disfagia) a causa del reflusso acido

0
6

Cos’è la disfagia?

La disfagia è quando hai difficoltà a deglutire. Potresti riscontrarlo se hai una malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). La disfagia può verificarsi occasionalmente o in modo più regolare. La frequenza dipende dalla gravità del reflusso e dal trattamento.

Reflusso e disfagia

Il reflusso cronico degli acidi dello stomaco nell’esofago può irritare la gola. Nei casi più gravi, può causare disfagia. Il tessuto cicatriziale può svilupparsi nel tuo esofago. Il tessuto cicatriziale può restringere l’esofago. Questo è noto come stenosi esofagea.

In alcuni casi, la disfagia può essere il risultato diretto di un danno esofageo. Il rivestimento dell’esofago può alterarsi per assomigliare al tessuto che riveste il tuo intestino. Questa è una condizione chiamata esofago di Barrett.

Quali sono i sintomi della disfagia?

I sintomi della disfagia variano in ogni persona. Potresti avere problemi a deglutire cibi solidi, ma non hai problemi con i liquidi. Alcune persone sperimentano il contrario e hanno difficoltà a deglutire i liquidi, ma possono gestire i solidi senza problemi. Alcune persone hanno difficoltà a deglutire qualsiasi sostanza, anche la propria saliva.

Potresti avere sintomi aggiuntivi, tra cui:

  • dolore durante la deglutizione
  • gola infiammata
  • soffocamento
  • tosse
  • gorgoglio o rigurgito di cibo o acidi gastrici
  • sensazione che il cibo sia bloccato dietro lo sterno
  • sensazione di bruciore dietro lo sterno (un classico segno di bruciore di stomaco)
  • raucedine

I sintomi possono manifestarsi quando si consumano cibi che sono fattori scatenanti comuni per il reflusso acido, come:

  • prodotti a base di pomodoro
  • agrumi e succhi
  • cibi grassi o fritti
  • alcol
  • bevande contenenti caffeina
  • cioccolato
  • menta piperita

Come viene trattato il reflusso?

Farmaco

Il farmaco è uno dei primi trattamenti per la disfagia correlata al reflusso. Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sono farmaci che riducono gli acidi dello stomaco e alleviano i sintomi della GERD. Possono anche aiutare a curare l’erosione dell’esofago causata dal reflusso.

I farmaci PPI includono:

  • esomeprazolo
  • lansoprazolo
  • omeprazolo (Prilosec)
  • pantoprazolo
  • rabeprazolo

Gli inibitori della pompa protonica vengono generalmente assunti una volta al giorno. Anche altri farmaci GERD, come i bloccanti H2, possono ridurre i sintomi. Tuttavia, non possono effettivamente curare il danno al tuo esofago.

Cambiamenti nello stile di vita

I cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a rendere più comodo mangiare e deglutire. È importante eliminare le bevande alcoliche ei prodotti a base di nicotina dalla tua vita. Il fumo e l’alcol possono irritare il tuo esofago già compromesso e possono aumentare la probabilità di bruciore di stomaco. Chiedi al tuo medico un rinvio per farmaci o un gruppo di supporto se hai bisogno di aiuto per smettere di bere o fumare.

Mangia spesso piccoli pasti invece di tre pasti abbondanti al giorno. La disfagia da moderata a grave può richiedere di seguire una dieta morbida o liquida. Evita i cibi appiccicosi, come marmellata o burro di arachidi, e assicurati di tagliarli in piccoli pezzi per facilitarne la deglutizione.

Discuti le esigenze nutrizionali con il tuo medico. I problemi di deglutizione possono interferire con la tua capacità di mantenere il tuo peso o di ottenere le vitamine ei minerali necessari per rimanere in salute.

Chirurgia

La chirurgia può essere necessaria per i pazienti che affrontano un reflusso grave che non risponde ai farmaci e ai cambiamenti dello stile di vita. Alcune procedure chirurgiche utilizzate per trattare GERD, esofago di Barrett e stenosi esofagee possono anche ridurre o eliminare episodi di disfagia. Queste procedure includono:

  • Fundoplication: in questa procedura, l’area superiore dello stomaco circonda lo sfintere esofageo inferiore (LES) per fungere da sistema di supporto. Il LES, un muscolo alla base dell’esofago, diventa più forte e ha meno probabilità di aprirsi in modo che gli acidi non possano reflusso nella gola.
  • Procedure endoscopiche: rafforzano il LES e prevengono il reflusso acido. Il sistema Stretta crea tessuto cicatriziale nel LES attraverso una serie di piccole ustioni. Le procedure NDO Plicator ed EndoCinch rafforzano il LES con punti.
  • Dilatazione esofagea: questo è un trattamento chirurgico comune per la disfagia. In questa procedura, un minuscolo palloncino attaccato a un endoscopio allunga l’esofago per trattare le stenosi.
  • Rimozione parziale dell’esofago: questa procedura rimuove porzioni di esofago gravemente danneggiato o aree che sono diventate cancerose a causa dell’esofago di Barrett e attacca chirurgicamente l’esofago rimanente allo stomaco.

Qual è la prospettiva a lungo termine?

La disfagia può essere spaventosa, ma non è sempre una condizione cronica. Avvisa il tuo medico di eventuali difficoltà di deglutizione e altri sintomi di GERD che stai riscontrando. La difficoltà a deglutire associata a GERD può essere trattata con farmaci da prescrizione per ridurre l’acidità di stomaco.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here