Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Dieta di prevenzione: alimenti per una prostata ingrossata

Dieta di prevenzione: alimenti per una prostata ingrossata

0
3

Giocare a difesa della dieta

Circa il 50% degli uomini di età superiore ai 50 anni ha una prostata ingrossata o un’iperplasia prostatica benigna (IPB), secondo l’Istituto nazionale di diabete e malattie digestive e renali. All’età di 80 anni, quasi il 90% degli uomini vivrà con BPH.

La buona notizia è che una dieta ricca di determinate vitamine e minerali può mantenere sana la prostata e ridurre il rischio di IPB. Essere in sovrappeso è un altro fattore di rischio per lo sviluppo della condizione. Quindi fare scelte alimentari nutrienti è anche un ottimo modo per ridurre sia il tuo peso che il tuo rischio.

semi di sesamo

I semi di sesamo sono ricchi di zinco. Il minerale è essenziale per la salute della prostata, secondo uno studio del Giornale indiano di urologia. Gli uomini con IPB o cancro alla prostata hanno livelli più bassi di zinco nel corpo, a volte fino al 75% in meno rispetto a quelli con prostata sana.

Lo zinco che proviene dal cibo è più facile da assorbire rispetto agli integratori di zinco. Aiuta il tuo corpo facendo spuntini sui semi di sesamo. Anche mandorle, fagioli adzuki e semi di zucca sono ricchi di zinco.

Uno studio sui ratti mostra che i semi di zucca possono anche essere utili per la gestione dell’IPB.

Salmone

L’obesità può aumentare il rischio di ingrossamento della prostata, secondo la Mayo Clinic.

Una recensione suggerisce aumentare gli omega-3 insieme all’esercizio fisico per ridurre l’obesità e l’aumento di peso. Il salmone è ricco di acidi grassi omega-3. Questi grassi sani possono proteggerti da:

  • malattia cardiovascolare
  • cancro
  • artrite reumatoide
  • infiammazione
  • aumento di peso

Se non sei un fan del pesce, puoi ottenere i tuoi omega-3 da noci, semi di lino macinati, semi di chia e olio di canola. Quantità minori si trovano nei fagioli e nella soia.

Peperoni

Secondo la Mayo Clinic, la vitamina C presente nelle verdure può svolgere un ruolo nella lotta all’IPB. I peperoni contengono molta vitamina C: una tazza di peperoni crudi contiene quasi il 200 percento dell’assunzione giornaliera di vitamina C. Altre verdure ricche di vitamina C che potresti voler aggiungere alla tua dieta includono:

  • broccoli
  • cavolfiore
  • cavolo
  • cavoletti di Bruxelles

Pomodori

I pomodori sono ricchi di licopene, il carotenoide brillante, che conferisce alla pianta il suo colore rosso. Il licopene può ridurre il rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Può anche aiutare gli uomini con BPH, secondo il National Cancer Institute.

Uno studia ha visto il licopene rallentare la progressione dell’IPB nei partecipanti. Il licopene aiuta anche a ridurre l’antigene prostatico specifico (PSA) collegato all’infiammazione della prostata, all’IPB e al cancro alla prostata. Assicurati solo di includere il tuo cibo ricco di licopene con un grasso come avocado, noci, olio o burro per migliorarne l’assorbimento.

Puoi ottenere licopene in:

  • pomodori
  • anguria
  • albicocche
  • pompelmo rosa
  • papaia

Avocado

Gli avocado sono ricchi di beta-sitosterolo, uno sterolo vegetale pensato per ridurre i sintomi associati all’IPB. Alcuni uomini che assumono integratori di beta-sitosterolo dicono di avere un flusso urinario migliore e un volume di urina residuo inferiore. Tuttavia, la Mayo Clinic avverte che la sicurezza e l’efficacia degli integratori di beta-sitosterolo non sono state dimostrate.

Oltre agli avocado, altri alimenti ricchi di beta-sitosterolo includono:

  • semi di zucca
  • germe di grano
  • semi di soia
  • Noci Pecan

Verdure

Mangiare più verdure può aiutare a ridurre il rischio di BPH. Le verdure a foglia verde sono particolarmente importanti perché sono ricche di antiossidanti. Le verdure crocifere come i broccoli riducono anche il rischio di problemi alla prostata, tra cui BPH e cancro alla prostata.

Le persone che mangiano regolarmente cipolla e aglio possono anche beneficiare di un minor rischio di BPH. Cipolle e aglio sono spesso usati nella medicina naturale per combattere le infezioni e aiutare a rafforzare il sistema immunitario.

tofu

Uno più vecchio studia visto che gli isoflavoni di soia riducono la crescita dell’IPB. Ma un più recente uno suggerisce che la soia riduce solo la crescita delle cellule cancerose nella prostata.

Un altro studia ha scoperto che gli isoflavoni di soia aiutano con sintomi e segni dei sintomi del tratto urinario inferiore dovuti all’IPB.

Per altre fonti di isoflavoni di soia, prova questi cibi integrali a base di soia:

  • latte di soia
  • tempeh
  • edamame o soia cotta
  • semi di soia tostati
  • yogurt di soia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here