Diagnosi di ansia

0
6

Sulla diagnosi di ansia

L’ansia non è una semplice diagnosi. Non è causato da un germe che può essere rilevato con un esame del sangue. Prende molte forme e può anche accompagnare altre condizioni mediche.

Per diagnosticare l’ansia, è essenziale un esame fisico completo. Questo aiuta il medico a scoprire o escludere altre malattie che potrebbero causare i sintomi o che potrebbero essere mascherate dai sintomi. È inoltre necessaria una storia personale completa affinché il medico possa formulare una diagnosi accurata.

Durante l’esame fisico

Dovresti essere completamente onesto con il tuo medico. Molte cose possono contribuire o essere influenzate dall’ansia, tra cui:

  • alcune malattie
  • farmaci
  • consumo di alcool
  • consumo di caffè
  • ormoni

Altre condizioni mediche possono causare sintomi che assomigliano all’ansia. Molti sintomi di ansia sono fisici, tra cui:

  • cuore da corsa
  • fiato corto
  • tremante
  • sudorazione
  • brividi
  • vampate di calore
  • dolore al petto
  • spasmi
  • bocca asciutta
  • nausea
  • vomito
  • diarrea
  • minzione frequente

Il medico può eseguire un esame fisico e ordinare una serie di test per escludere condizioni mediche che imitano i sintomi dell’ansia. Le condizioni mediche con sintomi simili includono:

  • attacco di cuore
  • angina
  • prolasso della valvola mitrale
  • tachicardia
  • asma
  • ipertiroidismo
  • tumori della ghiandola surrenale
  • menopausa
  • effetti collaterali di alcuni farmaci, come i farmaci per l’ipertensione, il diabete e i disturbi della tiroide
  • astinenza da alcuni farmaci, come quelli usati per trattare l’ansia e i disturbi del sonno
  • abuso di sostanze o ritiro

Test diagnostici

Si suggerisce di completare un questionario di autovalutazione prima di altri test. Questo può aiutarti a decidere se potresti avere un disturbo d’ansia o se potresti reagire a una determinata situazione o evento. Se le tue autovalutazioni ti portano a credere che potresti avere un disturbo d’ansia, il tuo medico potrebbe chiederti di fare una valutazione clinica o condurre un colloquio strutturato con te.

Il medico può utilizzare uno o più dei seguenti test per valutare il tuo livello di ansia.

Scala dell’ansia di autovalutazione di Zung

Il test di Zung è un questionario di 20 elementi. Ti chiede di valutare la tua ansia da “un po ‘di tempo” a “la maggior parte del tempo” su argomenti come:

  • nervosismo
  • ansia
  • tremante
  • battito cardiaco accelerato
  • svenimento
  • minzione frequente
  • incubi

Una volta completato questo test, un professionista qualificato valuta le tue risposte.

Scala di ansia di Hamilton (HAM-A)

Sviluppato nel 1959, il test Hamilton è stato una delle prime scale di valutazione per l’ansia. È ancora ampiamente utilizzato in ambito clinico e di ricerca. Comprende 14 domande che valutano gli stati d’animo, le paure e la tensione, nonché i tratti fisici, mentali e comportamentali. Un professionista deve somministrare il test di Hamilton.

Beck Anxiety Inventory (BAI)

Il BAI aiuta a misurare la gravità della tua ansia. Puoi fare il test da solo. Può anche essere somministrato per via orale da un professionista o da un paraprofessionale.

Ci sono 21 domande a scelta multipla che ti chiedono di valutare la tua esperienza dei sintomi durante la scorsa settimana. Questi sintomi includono formicolio, intorpidimento e paura. Le opzioni di risposta includono “per niente”, “moderatamente”, “moderatamente” o “severamente”.

Inventario delle fobie sociali (SPIN)

Questa autovalutazione di 17 domande misura il tuo livello di fobia sociale. Valuti la tua ansia in relazione a varie situazioni sociali su una scala da zero a quattro. Zero indica assenza di ansia. Quattro indica un’ansia estrema.

Penn State Worry Questionnaire

Questo test è la misura della preoccupazione più utilizzata. Distingue tra disturbo d’ansia sociale e disturbo d’ansia generalizzato. Il test utilizza 16 domande per misurare la generalità, l’eccessività e l’incontrollabilità della tua preoccupazione.

Scala del disturbo d’ansia generalizzato

Questo test in sette domande è uno strumento di screening per il disturbo d’ansia generalizzato. Ti viene chiesto quanto spesso nelle ultime due settimane sei stato infastidito da sentimenti di irritabilità, nervosismo o paura. Le opzioni includono “per niente”, “diversi giorni”, “più della metà dei giorni” o “quasi tutti i giorni”.

Yale-Brown Obsessive-Compulsive Scale (YBOCS)

Lo YBOCS viene utilizzato per misurare i livelli di DOC. È condotto come un colloquio individuale tra te e un professionista della salute mentale. Scegli tre elementi da un elenco di controllo dei sintomi che sono i più inquietanti e quindi valuta quanto sono gravi. Quindi, ti viene chiesto se hai avuto alcune altre ossessioni o compulsioni in passato. In base alle tue risposte, il professionista della salute mentale classifica il tuo disturbo ossessivo compulsivo come subclinico, lieve, moderato, grave o estremo.

Disturbi della salute mentale che caratterizzano l’ansia

L’ansia è un sintomo di diversi disturbi. Alcuni di questi includono:

Disturbo Sintomi
Attacchi di panico Elevate quantità di ansia e stress fisico per un breve periodo di tempo; lo stress fisico può presentarsi sotto forma di vertigini, battito cardiaco elevato, sudorazione, intorpidimento e altri sintomi simili
Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) Ansia espressa come pensieri ossessivi o come comportamento compulsivo su cui si agisce ripetutamente per alleviare lo stress
Fobie Ansia innescata a causa di una cosa o situazione specifica che non è necessariamente dannosa o pericolosa, inclusi animali, altezza o guida in veicoli
Fobie sociali Ansia vissuta in situazioni interpersonali, come durante le conversazioni, in grandi gruppi sociali o quando si parla di fronte a una folla

Il disturbo d’ansia più ampio, il disturbo d’ansia generalizzato (GAD), è diverso da questi altri disturbi perché non è necessariamente correlato a una causa o comportamento specifico. Con GAD, potresti preoccuparti di molte cose diverse contemporaneamente o nel tempo e le preoccupazioni sono spesso costanti.

Ulteriori informazioni: fobie »

Criteri diagnostici

Una diagnosi di ansia dipende molto dalla tua descrizione dei sintomi che stai vivendo. I professionisti della salute mentale utilizzano il “Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali” (spesso chiamato DSM) per diagnosticare l’ansia e altri disturbi mentali in base ai sintomi. I criteri differiscono per ogni disturbo d’ansia.

Il DSM elenca i seguenti criteri per il disturbo d’ansia generalizzato (GAD):

  • ansia eccessiva e preoccupazione quasi tutti i giorni per molte cose per almeno sei mesi
  • difficoltà a controllare la tua preoccupazione
  • comparsa di tre dei seguenti sei sintomi: irrequietezza, affaticamento, irritabilità, tensione muscolare, disturbi del sonno e difficoltà di concentrazione
  • sintomi che interferiscono in modo significativo con la tua vita
  • i sintomi non sono causati da effetti psicologici diretti di farmaci o condizioni mediche
  • i sintomi non sono dovuti a un altro disturbo mentale (ad esempio ansia per attacchi di panico imminenti con disturbo di panico, ansia dovuta a un disturbo sociale, ecc.)

Diagnosi di ansia nei bambini

L’infanzia e l’adolescenza sono piene di esperienze ed eventi nuovi e spaventosi. Alcuni bambini imparano ad affrontare e ad accettare queste paure. Tuttavia, un disturbo d’ansia può rendere difficile o impossibile far fronte a un bambino.

Gli stessi criteri diagnostici e valutazioni che vengono utilizzati per gli adulti si applicano anche ai bambini. Nel programma di interviste per ansia e disturbi correlati per DSM-5 (ADIS-5), il medico intervista sia te che tuo figlio sui loro sintomi.

I sintomi nei bambini sono simili a quelli negli adulti. Se noti sintomi di ansia o comportamenti ansiosi o preoccupanti che durano per più di due settimane, porta tuo figlio dal medico. Lì, possono essere controllati per un disturbo d’ansia.

Alcune ricerche suggeriscono che l’ansia può avere una componente genetica. Se a qualcuno della tua famiglia è mai stato diagnosticato ansia o un disturbo depressivo, fai valutare il tuo bambino non appena noti i sintomi. Una corretta diagnosi può portare a interventi per aiutarli a gestire l’ansia in giovane età.

Cosa fare se ti viene diagnosticata l’ansia

Concentrati sulla gestione della tua ansia piuttosto che sul terminarla o curarla. Imparare a controllare al meglio la tua ansia può aiutarti a vivere una vita più appagante. Puoi lavorare per impedire ai sintomi di ansia di intralciare il raggiungimento dei tuoi obiettivi o aspirazioni.

Per aiutarti a gestire la tua ansia, hai diverse opzioni.

Farmaco

Se a te oa tuo figlio viene diagnosticata l’ansia, il tuo medico probabilmente ti indirizzerà da uno psichiatra che può decidere quali farmaci per l’ansia funzioneranno meglio. Attenersi al piano di trattamento consigliato è fondamentale affinché i farmaci funzionino in modo efficace. Cerca di non ritardare il trattamento. Prima inizi, più efficace sarà.

Terapia

Potresti anche considerare di vedere un terapista o di unirti a un gruppo di supporto per persone con ansia in modo da poter parlare apertamente della tua ansia. Questo può aiutarti a controllare le tue preoccupazioni e ad andare in fondo a ciò che fa scattare la tua ansia.

Scelte di stile di vita

Trova modi attivi per alleviare lo stress. Questo può ridurre l’impatto che l’ansia può avere su di te. Alcune cose che puoi fare includono:

  • Fai esercizio fisico regolare.
  • Trova degli hobby che coinvolgono o occupano la tua mente.
  • Partecipa alle attività che ti piacciono.
  • Tieni un diario quotidiano di pensieri e attività.
  • Crea programmi a breve o lungo termine.
  • Socializza con gli amici.

Inoltre, evita alcol, nicotina e altri farmaci simili. Gli effetti di queste sostanze possono peggiorare la tua ansia.

Comunicazione

Sii aperto con la tua famiglia e gli amici intimi riguardo alla tua diagnosi, se possibile. Non è facile parlare di un disturbo mentale. Tuttavia, più le persone intorno a te comprendono la tua ansia, più facile diventa comunicare loro i tuoi pensieri e le tue esigenze.

Suggerimenti per alleviare l’ansia

  • Attenersi al piano di trattamento consigliato dal proprio psichiatra.
  • Considera l’idea di vedere un terapista o di unirti a un gruppo di supporto per persone con ansia.
  • Trova modi attivi per alleviare lo stress, come fare esercizio fisico regolare o tenere un diario quotidiano.
  • Sii aperto con la tua famiglia e gli amici intimi riguardo alla tua diagnosi, se possibile.
  • Evita alcol, nicotina e altri farmaci simili.
  • Concentrati sulla gestione della tua ansia piuttosto che sul terminarla o curarla.
Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here