Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cronologia di una reazione anafilattica

Cronologia di una reazione anafilattica

0
3

Una reazione allergica pericolosa

Una reazione allergica è la risposta del tuo corpo a una sostanza che ritiene pericolosa o potenzialmente mortale. Le allergie primaverili, ad esempio, sono causate da pollini o erbe.

È possibile anche un tipo più letale di risposta allergica. L’anafilassi è una reazione allergica grave e improvvisa. Si manifesta entro pochi minuti dall’esposizione a un allergene. Se non trattata adeguatamente, l’anafilassi può diventare mortale molto rapidamente.

L’esposizione

Un allergene può essere inalato, ingerito, toccato o iniettato. Una volta che un allergene è nel tuo corpo, una reazione allergica può iniziare in pochi secondi o minuti. Le allergie più lievi potrebbero non causare sintomi evidenti per diverse ore. Gli allergeni più comuni includono cibi, farmaci, punture di insetti, punture di insetti, piante e sostanze chimiche. Un allergologo è un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle allergie. Possono aiutare a determinare i tuoi problemi di allergia specifici.

Sintomi di una reazione allergica

I primi sintomi

Una risposta anafilattica inizia rapidamente dopo essere entrato in contatto con un allergene. Il tuo corpo rilascia molte sostanze chimiche che hanno lo scopo di combattere l’allergene. Queste sostanze chimiche innescano una reazione a catena dei sintomi. I sintomi possono iniziare in pochi secondi o minuti oppure può verificarsi una risposta ritardata. Questi sintomi iniziali includono:

  • senso di oppressione o fastidio al torace
  • respirazione difficoltosa
  • tosse
  • nausea o vomito
  • diarrea
  • dolore addominale
  • difficoltà a deglutire
  • arrossamento della pelle
  • prurito
  • biascicamento
  • confusione

Le reazioni più gravi

I sintomi iniziali possono trasformarsi rapidamente in problemi più gravi. Se questi sintomi non vengono trattati, potresti sviluppare uno o più dei seguenti sintomi o condizioni:

  • bassa pressione sanguigna
  • debolezza
  • incoscienza
  • ritmo cardiaco anormale
  • polso rapido
  • perdita di ossigeno
  • respiro sibilante
  • vie aeree bloccate
  • orticaria
  • grave gonfiore degli occhi, del viso o della parte del corpo interessata
  • shock
  • blocco delle vie aeree
  • arresto cardiaco
  • arresto respiratorio

Mantieni la calma e trova aiuto

Se si verifica una reazione allergica, è importante concentrarsi e rimanere calmi. Spiega completamente a una persona responsabile cosa è appena successo, cosa pensi che sia l’allergene e quali sono i tuoi sintomi. L’anafilassi ti lascerà rapidamente disorientato e forse avrai difficoltà a respirare, quindi è importante che comunichi le difficoltà che stai incontrando il più rapidamente possibile a qualcuno che può aiutarti. Se sei solo quando si verifica la reazione, chiama immediatamente i servizi di emergenza.

Se stai aiutando qualcuno che sta vivendo una reazione allergica, è importante incoraggiarlo a mantenere la calma. L’ansia può peggiorare i sintomi.

Identifica cosa ha causato la reazione, se puoi, e rimuovila. Assicurati che la persona non abbia più contatti con il grilletto.

Monitorali per i segni di una reazione. Se mostrano segni di difficoltà respiratorie o perdita di circolazione, cerca aiuto di emergenza. Se sai che la persona è gravemente allergica all’allergene, chiama il 118.

Raggiungi l’adrenalina

Molte persone con allergie gravi diagnosticate riceveranno una prescrizione per un autoiniettore di epinefrina dal proprio medico. Se stai trasportando l’autoiniettore quando inizi a manifestare la reazione, fai subito un’iniezione. Se sei troppo debole per fare l’iniezione, chiedi a qualcuno che è addestrato a somministrarla.

È importante tenere presente che questo medicinale è un salva-tempo, non un salvavita. Anche dopo un’iniezione, devi cercare un trattamento di emergenza. Chiama il 911 non appena inietti l’adrenalina o chiedi a qualcuno di portarti immediatamente in ospedale.

Vai sempre al pronto soccorso

Anafilassi sempre richiede un viaggio al pronto soccorso. Se non si riceve il trattamento adeguato, l’anafilassi può diventare mortale in meno di 15 minuti. Il personale dell’ospedale vorrà monitorarti da vicino. Potrebbero farti un’altra iniezione. In caso di reazioni gravi, a volte un’iniezione non è sufficiente. Inoltre, gli operatori sanitari possono fornire altri farmaci, come antistaminici o corticosteroidi. Questi medicinali possono aiutare a trattare eventuali sintomi aggiuntivi, inclusi prurito o orticaria.

Prima esposizione vs. esposizioni multiple

La prima volta che sei esposto a un allergene, potresti avvertire solo una lieve reazione. I tuoi sintomi saranno probabilmente meno gravi e non si intensificheranno rapidamente. Tuttavia, esposizioni multiple possono eventualmente portare a reazioni più gravi. Una volta che il tuo corpo ha sperimentato una reazione allergica a un allergene, diventa molto più sensibile a quell’allergene. Ciò significa che anche piccole esposizioni possono potenzialmente innescare reazioni gravi. Fissa un appuntamento con un allergologo dopo la tua prima reazione in modo da poter essere testato e ricevere un’adeguata guida medica.

Crea un piano

Insieme, tu e il tuo medico potete creare un piano di risposta alle allergie. Questo piano ti tornerà utile quando imparerai ad affrontare le tue allergie e insegnerai agli altri nella tua vita cosa fare in caso di reazione. Riesaminare questo piano ogni anno e apportare le modifiche necessarie.

La chiave per la prevenzione è evitare. La diagnosi della tua allergia è il passo più importante per prevenire reazioni future. Se sai cosa causa la reazione, puoi evitarla – e la reazione pericolosa per la vita – del tutto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here