Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Criochirurgia come trattamento della cervice

Criochirurgia come trattamento della cervice

0
4

Cos’è la criochirurgia?

La criochirurgia è una procedura che utilizza gas di congelamento (azoto liquido) per distruggere le cellule precancerose sulla cervice. La cervice, la parte più bassa dell’utero o dell’utero, si apre nella vagina. Quando queste cellule malsane vengono distrutte, il corpo può sostituirle con nuove cellule sane.

La criochirurgia, a volte indicata come “crio” o “crioterapia”, viene utilizzata anche per trattare alcune malattie a trasmissione sessuale (MST) come le verruche genitali.

Ulteriori informazioni: criochirurgia »

La criochirurgia viene eseguita nello studio del medico mentre sei sveglio. La procedura richiede solitamente circa 10 minuti.

Come mi preparo per la criochirurgia?

Chiedi al tuo medico se puoi prendere un antidolorifico da banco prima della procedura per ridurre i crampi durante la criochirurgia. La procedura può far sentire alcune donne stordite, quindi è una buona idea organizzare che qualcuno ti accompagni a casa. Assicurati di portare con te un assorbente mestruale nello studio del medico. Lo scarico acquoso è comune dopo questa procedura.

Come viene eseguita la criochirurgia?

Quando arrivi per il tuo appuntamento, un’infermiera o un tecnico ti darà un camice da ospedale e ti istruirà a spogliarti dalla vita in giù. Ti sdraierai quindi sul lettino con i piedi nelle staffe, proprio come se stessi facendo un normale Pap test.

Il medico metterà quindi uno speculum nella tua vagina per diffondere le pareti vaginali. Possono anche esaminare la cervice con un dispositivo chiamato colposcopio. Ciò consente una migliore visualizzazione per garantire che tutte le cellule anormali siano state identificate.

Il medico inserirà quindi uno strumento chiamato criosonda nella tua vagina e lo premerà contro la cervice. L’azoto gassoso a una temperatura di circa -50ºC / -58ºF raffredda il metallo e crea una “palla di ghiaccio” sulla cervice. La palla di ghiaccio uccide le cellule anormali. Durante questa parte della procedura, potresti avvertire brividi o crampi.

Per ottenere i migliori risultati, il medico terrà la criosonda contro la cervice per tre minuti. Lo rimuoveranno quindi per circa cinque minuti per consentire lo scongelamento, quindi ripeteranno la procedura.

Come mi prendo cura di me stesso dopo la criochirurgia?

Il medico programmerà un Pap test per 3-6 mesi dopo la procedura per assicurarsi che le cellule anormali siano state distrutte e non si siano ripresentate. Potrebbe essere necessario essere monitorati annualmente o più frequentemente in seguito. Secondo Planned Parenthood, la criochirurgia ha un tasso di successo di circa l’85-90%. Se le cellule anormali sono ancora presenti dopo tre o sei mesi, il medico può raccomandare una diversa procedura ginecologica.

In generale, sarai in grado di tornare alle tue normali attività non appena la criochirurgia sarà terminata. Il medico ti chiederà di non fare la doccia, usare tamponi o avere rapporti vaginali per due o tre settimane dopo la criochirurgia. Questo dà alla cervice il tempo di guarire.

Se prendi la pillola anticoncezionale, continua a prenderle nei tempi previsti.

Per la prima settimana o due dopo la criochirurgia, potresti notare perdite vaginali acquose o striate di sangue. Non allarmarti. Questo è il modo in cui il tuo corpo si libera delle vecchie cellule morte.

Quali sono i rischi della criochirurgia?

Il rischio più comune della criochirurgia è il lieve crampo durante la procedura.

Immediatamente dopo la criochirurgia, alcune donne avvertono capogiri quando si alzano in piedi. Informi il medico o l’infermiere se ciò accade a te. Alcuni minuti di riposo dovrebbero alleviare questo sintomo.

Alcune rare complicazioni della criochirurgia includono:

  • forte sanguinamento vaginale
  • infezione
  • svenimento
  • una riacutizzazione di un’infezione pelvica esistente
  • congelare le ustioni sulla vagina

La procedura ti mette a un leggero rischio di sanguinamento e infezione perché oggetti estranei vengono inseriti nella vagina. Contatta il tuo medico o vai al pronto soccorso se manifesti uno dei seguenti sintomi:

  • febbre alta
  • brividi
  • perdite vaginali insolite e maleodoranti
  • dolore addominale

In rari casi, la criochirurgia può causare cicatrici sulla cervice, nota anche come stenosi cervicale. Questa condizione può rendere difficile rimanere incinta, rimanere incinta o partorire per via vaginale. Se si verifica questo, sarai seguito più da vicino durante le gravidanze successive. La stenosi cervicale può anche causare un aumento dei crampi durante il normale sanguinamento mestruale.

Assicurati di informare il tuo medico se sei incinta. A meno che non credano che non ci sia alternativa, non è saggio sottoporsi a criochirurgia cervicale se te lo aspetti. Nella maggior parte dei casi, puoi portare a termine la gravidanza e poi sottoporsi a criochirurgia.

Le cellule precancerose crescono lentamente. Il medico può eseguire esami regolari per assicurarsi che non ci siano cambiamenti anormali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here