Cos’è l’agnosia?

0
2

Definizione di agnosia

L’agnosia è la perdita della capacità di riconoscere oggetti, volti, voci o luoghi. È un disturbo raro che coinvolge uno (o più) dei sensi.

L’agnosia di solito colpisce solo un singolo percorso di informazione nel cervello. Se hai questa condizione puoi ancora pensare, parlare e interagire con il mondo.

Esistono diversi tipi di agnosia. L’agnosia visiva, ad esempio, è l’incapacità di nominare o descrivere l’uso di un oggetto posto di fronte a te quando lo guardi. Sarai comunque in grado di raggiungerlo e raccoglierlo. Puoi anche usare il senso del tatto per identificare di cosa si tratta o il suo utilizzo una volta che lo tieni in mano.

Cosa causa l’agnosia?

L’agnosia si verifica quando il cervello subisce danni lungo determinati percorsi. Questi percorsi coinvolgono aree di elaborazione sensoriale. Queste parti del cervello immagazzinano conoscenze e informazioni riguardanti la percezione e l’identificazione delle cose.

L’agnosia è solitamente causata da lesioni sui lobi parietali, temporali o occipitali del cervello. Questi lobi memorizzano informazioni semantiche e linguaggio. Ictus, trauma cranico o encefalite possono causare lesioni.

Altre condizioni che danneggiano o compromettono il cervello possono anche causare agnosia. Queste condizioni includono:

  • demenza
  • cancro al cervello
  • stati di anossia (perdita di apporto di ossigeno al cervello) incluso avvelenamento da monossido di carbonio

Tipi di agnosia

Esistono 3 tipi principali di agnosia: visiva, uditiva e tattile.

Agnosia visiva

L’agnosia visiva si verifica quando c’è un danno cerebrale lungo i percorsi che collegano il lobo occipitale del cervello con il lobo parietale o temporale.

Il lobo occipitale assembla le informazioni visive in arrivo. I lobi parietali e temporali consentono di comprendere il significato di queste informazioni.

Agnosia visiva appercettiva

L’agnosia visiva appercettiva causa difficoltà nel percepire le forme o le forme di un oggetto che vedi. Questa condizione può causare difficoltà a percepire la differenza tra un oggetto e l’altro durante l’ispezione visiva.

Potrebbe non essere possibile copiare o disegnare un’immagine di un oggetto. Invece, potresti provare a copiare l’immagine di un cerchio e finire per disegnare una serie di scarabocchi concentrici.

Puoi ancora usare la visione per navigare nel tuo ambiente e raccogliere oggetti senza problemi, e la conoscenza di ciò per cui l’oggetto viene utilizzato rimane intatta.

L’agnosia visiva appercettiva è solitamente causata da lesioni alla corteccia occipito-parietale.

Agnosia visiva associativa

L’agnosia visiva associativa è l’incapacità di ricordare le informazioni associate a un oggetto. Ciò include il nome di un oggetto e la conoscenza del suo utilizzo.

Questa forma di agnosia non ti impedisce di poter disegnare l’immagine di un oggetto.

Sebbene non sia possibile assegnare un nome all’oggetto durante l’ispezione visiva, potresti essere in grado di riconoscere e utilizzare un oggetto mostrato quando è accompagnato da segnali verbali o tattili.

L’agnosia visiva associativa è solitamente dovuta a lesioni della corteccia occipito-temporale bilaterale.

Prosopagnosia (cecità facciale)

La prosopagnosia è l’incapacità di riconoscere volti familiari. È causato da problemi con l’area fusiforme del viso (FFA), una regione specifica del cervello che riconosce i volti.

La difficoltà con il riconoscimento facciale può anche verificarsi nella malattia di Alzheimer. Succede perché il deterioramento del cervello può danneggiare questa regione.

L’autismo può anche causare difficoltà a riconoscere i volti. I bambini con disturbi dello spettro autistico possono imparare a riconoscere i volti in modo diverso. Potrebbero trovare più difficile capire l’identità o lo stato emotivo di un’altra persona.

Acromatopsia (daltonismo)

Acromatopsia, che viene acquisita daltonismo con l’incapacità di identificare i colori che vedi. Questo di solito è causato da una lesione nella regione occipito-temporale sinistra.

Alessia agnosica (alessia pura)

La pura alessia è l’incapacità di riconoscere visivamente le parole. Non è possibile leggere con pura alessia. Di solito puoi ancora parlare e scrivere senza difficoltà.

Akinetopsia (cecità da movimento)

L’acinetopsia è l’incapacità di percepire il movimento degli oggetti visualizzati. Questa rara condizione può farti vedere oggetti in movimento come una serie di immagini fisse, come un oggetto che si muove sotto una luce stroboscopica.

Se la condizione è grave, potresti non essere in grado di vedere alcun movimento.

Agnosia verbale uditiva

L’agnosia verbale uditiva è anche nota come sordità verbale pura. È l’incapacità di riconoscere e comprendere le parole pronunciate, nonostante l’udito intatto. Di solito è correlato a una lesione nella regione temporale destra.

Puoi ancora leggere, scrivere e parlare con la pura sordità delle parole.

Phonagnosia

La fonagnosia è l’incapacità di riconoscere e identificare voci familiari. Si sviluppa quando il cervello subisce danni a una certa parte della regione di associazione del suono. Di solito c’è un’associazione con una lesione nella metà destra del cervello.

Puoi ancora capire le parole pronunciate da altri se hai questa condizione. Potresti anche essere ancora in grado di riconoscere i suoni ambientali oi suoni prodotti dagli oggetti.

Agnosia tattile

L’agnosia tattile è l’incapacità di riconoscere gli oggetti al tatto.

Potresti essere in grado di sentire il peso dell’oggetto, ma non essere in grado di capire il significato o l’uso dell’oggetto. Le lesioni nel lobo parietale del cervello sono comunemente la causa dell’agnosia tattile.

Puoi ancora nominare gli oggetti di vista. Sei anche in grado di disegnare immagini di oggetti, oltre a raggiungerli.

Autotopagnosia

L’autotopagnosia si verifica quando si perde la capacità di orientare visivamente o riconoscere le parti del proprio corpo.

Il danno al lobo parietale sinistro del cervello può causare questa condizione. Sei sempre consapevole di dove sono le tue membra nello spazio, anche con gli occhi chiusi.

prospettiva

Trattare la causa sottostante e prendersi cura dei sintomi è il modo principale per trattare l’agnosia. L’obiettivo principale è consentirti di funzionare in modo indipendente nella tua vita quotidiana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here