Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cos’è la vitiligine?

Cos’è la vitiligine?

0
2

Panoramica

Quasi l’1% della popolazione mondiale ha la vitiligine. Quando hai la vitiligine, le cellule responsabili del colore della tua pelle vengono distrutte. Queste cellule, chiamate melanociti, non producono più il pigmento della pelle, chiamato melanina. Una volta che le cellule non producono più melanina, le aree della pelle perderanno colore o diventeranno bianche.

Aree di pigmento perso possono svilupparsi ovunque sul tuo corpo, tra cui:

  • aree esposte al sole come mani, piedi, braccia e viso
  • all’interno della bocca o di altre membrane mucose
  • narici
  • genitali
  • parte posteriore dell’occhio
  • all’interno del sistema uditivo dell’orecchio

I tuoi capelli possono anche diventare grigi o bianchi se le aree coinvolte hanno i capelli.

Anche se la vitiligine può colpire molte parti diverse del corpo, non è contagiosa. Una persona con vitiligine non può trasmetterla a qualcun altro.

Immagini di vitiligine

Quali sono i sintomi della vitiligine?

Il sintomo principale della vitiligine sono le macchie bianche sulla pelle. E può colpire qualsiasi area del corpo, anche le aree intorno agli occhi. Le patch possono essere grandi o piccole e apparire come uno dei seguenti motivi:

Segmentale o focale: Le macchie bianche tendono ad essere più piccole e compaiono in una o poche aree. Quando la vitiligine appare in uno schema focale o segmentale, tende a rimanere in un’area su un lato del corpo. Molte volte continua per un anno o giù di lì, poi si ferma. Inoltre progredisce più lentamente della vitiligine generalizzata.

Non segmentale o generalizzato: Macchie bianche diffuse appaiono simmetricamente su entrambi i lati del corpo. Questo è il modello più comune e può influenzare le cellule del pigmento in qualsiasi parte del corpo. Se spesso si avvia e si interrompe molte volte nel corso della vita di una persona. Non c’è modo di determinare quando, se o quanto velocemente si svilupperanno le patch.

Uno studia ha dimostrato che il 75% delle persone con vitiligine ha una perdita di pigmento sulle mani e sul viso. Altre aree comuni sono nelle pieghe del corpo, come la pelle sotto le braccia e intorno all’inguine.

Cosa aumenta il rischio di vitiligine?

Non si sa esattamente cosa causa la vitiligine. La condizione non sembra essere ereditata. La maggior parte delle persone con vitiligine non ha una storia familiare del disturbo. Ma la storia familiare di vitiligine o altre condizioni autoimmuni può aumentare il rischio anche se non causa vitiligine.

Un altro fattore di rischio potrebbe essere avere geni associati alla vitiligine, inclusi NLRP1 e PTPN22

La maggior parte dei ricercatori crede che la vitiligine sia una malattia autoimmune perché il tuo corpo sta attaccando le tue stesse cellule. Ma non è nemmeno chiaro come il tuo corpo attacchi le cellule del pigmento. Quello che si sa è quello 20 percento delle persone con vitiligine ha anche un’altra malattia autoimmune. A seconda della popolazione, questi disturbi possono includere i seguenti, dal più comune al meno comune:

  • sclerodermia, un disturbo del tessuto connettivo del corpo
  • lupus
  • tiroidite, causata da una tiroide mal funzionante
  • psoriasi
  • alopecia areata o calvizie
  • diabete di tipo 1
  • anemia perniciosa, incapacità di assorbire la vitamina B-12
  • morbo di Addison
  • artrite reumatoide

Alcuni esperti riferiscono anche che la vitiligine compare dopo episodi di:

  • gravi scottature o tagli
  • esposizione a tossine e sostanze chimiche
  • alti livelli di stress

Quali sono le complicazioni della vitiligine?

La buona notizia è che molte volte la vitiligine ha pochi effetti collaterali fisici sul corpo. Le complicazioni più gravi possono interessare le orecchie e gli occhi, ma non sono comuni. L’effetto fisico primario è che la perdita di pigmento aumenta il rischio di scottature. Puoi proteggere la tua pelle applicando una crema solare con un SPF di 30 e indossando indumenti protettivi dal sole.

Effetti psicologici

La ricerca mostra che la vitiligine può causare significativi effetti psicologici. Scientifico recensioni mostrano che oltre il 50% delle persone con vitiligine ha riportato effetti negativi sulle loro relazioni. Alcune persone hanno riferito di pensare alla loro condizione tutto il giorno, soprattutto a causa dell’imprevedibilità di essa.

Hanno anche riferito:

  • evitando attività fisiche
  • ritirarsi dagli eventi
  • sentirsi come se la loro condizione fosse una deturpazione
  • depressione
  • ansia
  • carico emotivo

Se hai la vitiligine e senti uno di questi effetti negativi, parla con il tuo medico o qualcuno che si prende cura di te. È anche importante imparare il più possibile sul disturbo. Questo può aiutare ad alleviare lo stress che potresti avere sulla tua condizione o sulle opzioni di trattamento.

Cosa farà il tuo medico per testare la vitiligine?

Durante la tua visita, il tuo medico eseguirà un esame fisico, chiederà informazioni sulla tua storia medica e condurrà test di laboratorio. Assicurati di segnalare eventuali eventi che potrebbero essere fattori che contribuiscono, come recenti scottature solari, ingrigimento precoce dei tuoi capelli o qualsiasi malattia autoimmune che potresti avere. Informa anche il tuo medico se qualcun altro nella tua famiglia ha la vitiligine o altre malattie della pelle.

Altre domande che il tuo medico potrebbe chiedere sono:

  • In quale parte del tuo corpo è iniziato?
  • Qualcuno nella tua famiglia ha la vitiligine?
  • Qualcuno nella tua famiglia ha una malattia autoimmune?
  • Hai già provato qualche trattamento?
  • Ci sono zone che stanno migliorando o peggiorando?

Il medico può anche utilizzare una lampada ultravioletta per cercare macchie di vitiligine. La lampada, nota anche come lampada di Wood, aiuta il medico a cercare le differenze tra la vitiligine e altre malattie della pelle.

A volte il medico potrebbe voler prelevare un campione di pelle, noto come biopsia. Il laboratorio esaminerà questi campioni. Le biopsie cutanee possono mostrare se hai ancora cellule che producono pigmenti in quella zona del tuo corpo. Gli esami del sangue possono aiutare a diagnosticare altri problemi che possono andare insieme alla vitiligine, come problemi alla tiroide, diabete o anemia.

Quali sono le tue opzioni di trattamento?

I trattamenti per la vitiligine mirano a ripristinare l’equilibrio del colore della pelle. Alcuni trattamenti mirano ad aggiungere il pigmento mentre altri lo rimuovono. Le tue opzioni variano in base a:

  • la gravità della tua condizione
  • la posizione e le dimensioni delle patch
  • quante patch hai
  • quanto sono diffusi i cerotti
  • come rispondi al trattamento

I tipi di trattamenti includono medico, chirurgico o una combinazione di entrambi. Ma non tutti i trattamenti funzionano per tutti e alcuni possono causare effetti collaterali indesiderati.

Contatta sempre il tuo medico se inizi a manifestare effetti collaterali a causa di un trattamento. Possono riadattare il dosaggio o fornire alternative.

Medico

Di solito avrai bisogno di almeno tre mesi di trattamento prima di poter vedere i suoi effetti. I trattamenti medici includono:

Creme topiche: Alcune creme, inclusi i corticosteroidi, possono aiutare a restituire il colore alle macchie bianche nelle fasi iniziali. Altri aiutano a rallentare la crescita. Avrai bisogno di una prescrizione per creme che siano abbastanza forti, ma possono anche causare effetti collaterali se usate per lungo tempo. Gli effetti collaterali possono includere:

  • restringimento della pelle
  • diradamento
  • crescita dei peli in eccesso
  • irritazione della pelle

Farmaci orali: Alcuni farmaci come gli steroidi e alcuni antibiotici possono essere efficaci nel trattamento della vitiligine. Questi sono disponibili solo su prescrizione medica.

Psoraleni e terapia ultravioletta A (PUVA): Questa combinazione di trattamenti richiede l’assunzione di psoralene come pillola o l’applicazione sulla pelle come una crema. Quindi il medico ti espone ai raggi UVA per attivare i farmaci che aiutano a ridare colore alla tua pelle. Successivamente, dovrai ridurre al minimo l’esposizione al sole e indossare occhiali da sole protettivi. PUVA ha effetti collaterali che possono includere:

  • scottature
  • nausea
  • prurito
  • iperpigmentazione

Luce UVB a banda stretta: Questa è un’alternativa alla terapia PUVA tradizionale. Questo trattamento fornisce un tipo più mirato di terapia della luce che spesso porta a meno effetti collaterali. Può anche essere utilizzato come parte di un programma di trattamento domiciliare sotto la supervisione di un medico.

Trattamento laser ad eccimeri: Questo trattamento aiuta con piccole aree di cerotti e richiede meno di quattro mesi, due o tre volte a settimana.

Depigmentazione: Il medico può raccomandare la depigmentazione se più del 50 percento del tuo corpo è interessato e desideri bilanciare la tua pelle. Questa è spesso una soluzione quando i trattamenti per restituire il pigmento alla pelle hanno fallito. La depigmentazione si concentra sullo sbiadimento del resto della pelle per abbinare le aree che hanno perso il colore. Possono essere necessari fino a due anni affinché il trattamento sia efficace. Applicherai un farmaco come il monobenzone come indicato dal tuo medico. Il più grande effetto collaterale della depigmentazione è l’infiammazione. Questo trattamento tende a essere permanente e sarai molto sensibile alla luce solare.

Chirurgico

Le opzioni chirurgiche sono disponibili quando i farmaci e la terapia della luce non funzionano. Il medico può raccomandare opzioni chirurgiche se non hai avuto macchie bianche nuove o in peggioramento negli ultimi 12 mesi e la tua vitiligine non è stata causata dai danni del sole.

I tipi di intervento chirurgico includono:

Innesto cutaneo: Il tuo chirurgo rimuove la pelle sana e pigmentata e la trasferisce nelle aree depigmentate. I rischi di innesto cutaneo includono infezioni, cicatrici o incapacità di re-pigmentazione. L’innesto cutaneo mediante vesciche è un’altra opzione che presenta meno rischi. Per questa procedura, il medico creerà delle vesciche sulla pelle sana e trasferirà la parte superiore del blister in un’altra area.

Trapianti di melanociti: Il tuo medico rimuove i melanociti e li lascia crescere in un laboratorio. Quindi, le cellule vengono trapiantate nelle aree depigmentate della pelle.

Micropigmentazione: Il tuo medico tatuerà il pigmento sulla tua pelle. È l’ideale per l’area delle labbra, ma potrebbe essere difficile abbinare il colore della tua pelle.

Altre terapie e opzioni di gestione

Anche se ti stai sottoponendo a cure mediche per la vitiligine, i risultati possono essere lenti. Quindi, potresti voler incorporare quanto segue:

Crema solare: Ridurre l’esposizione al sole può aiutare a mantenere la pelle uniforme. L’abbronzatura aggiungerà contrasto alla pelle, rendendo più visibili le aree colpite. Maggiore è l’SPF, maggiore è la protezione che ricevi. È importante utilizzare la protezione solare poiché le aree prive di pigmentazione sono suscettibili alle scottature e ai danni del sole.

Cosmetici: Il trucco o lozioni autoabbronzanti possono aiutare a uniformare il tono della pelle. Potresti preferire lozioni autoabbronzanti perché l’effetto dura più a lungo, anche con il lavaggio.

Gestire la salute mentale: Uno studio suggerisce che i farmaci e la psicoterapia possono migliorare la qualità della vita. Parla con il tuo medico se stai riscontrando effetti negativi sulla salute mentale.

Affrontare gli aspetti emotivi della vitiligine

La ricerca mostra che le persone con vitiligine tendono a sviluppare problemi legati allo stress emotivo e all’autostima. Uno studio ha anche scoperto che i genitori di bambini con vitiligine riferiscono di una qualità della vita inferiore. Ma la vitiligine non è contagiosa né causa effetti fisici negativi. Le persone con vitiligine possono vivere una vita sana e attiva.

È importante trovare un terapista che comprenda questa condizione della pelle e il suo impatto sulla salute mentale. Studi iniziali, ma limitati, sulla terapia cognitivo-comportamentale individuale (CBT) e sulla vitiligine suggeriscono che può aiutare con:

  • mantenere l’autostima
  • prevenire la depressione
  • migliorare la qualità complessiva della vita

Insieme alla tua famiglia e ai tuoi amici, un gruppo di supporto per la vitiligine è una grande fonte di supporto. Questi gruppi danno ai pazienti l’opportunità di esprimersi e incontrare altri con la stessa condizione. Puoi anche guardare l’hashtag #vitiligo sui social media per storie di persone che abbracciano il loro aspetto. Un esempio è la modella e attivista Winnie Harlow, che si definisce una “modella portavoce della vitiligine”.

Cosa c’è di nuovo per i trattamenti per la vitiligine?

La ricerca sulla vitiligine è aumentata negli ultimi anni. La tecnologia più recente consente progressi nella ricerca genetica in modo da poter capire come funziona la vitiligine. Capire come viene innescata la vitiligine e come il suo processo interagisce con altri sistemi di organi può aiutare i ricercatori a sviluppare nuovi trattamenti.

Altri studi sulla vitiligine includono lo studio di come il trauma o lo stress innesca la vitiligine, come la genetica influisce sulla vitiligine e come i segnali chimici del sistema immunitario giocano un ruolo.

Puoi anche vedere gli ultimi studi clinici su ClinicalTrials.gov.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here