Cosa significano “Serif” e “Sans Serif”?

0
18

Font Sans Serif

Se sei mai stato alla ricerca del font perfetto, probabilmente hai notato due termini: “serif” e “sans serif”. Sapere cosa significano questi termini ti aiuterà a capire meglio cosa stai cercando.

Font e caratteri tipografici

Innanzitutto, parliamo brevemente dei termini che usiamo per descrivere l’aspetto del testo. Ciò che la maggior parte delle persone chiama “carattere” è in realtà il “carattere tipografico”. Ad esempio, il classico Times New Roman è un carattere tipografico. “Font” è tecnicamente il file che contiene il carattere tipografico. Tuttavia, la maggior parte delle persone usa “carattere” e “carattere tipografico” in modo intercambiabile.

IMPARENTATO: Qual è la differenza tra un carattere, un carattere tipografico e una famiglia di caratteri?

Che cos’è un “serif”?

Praticamente tutti i caratteri tipografici possono essere classificati come “serif” o “sans serif”. Entrambi questi termini includono “serif”, quindi iniziamo da lì. Ecco la definizione tecnica di un “serif:”

Una leggera proiezione che termina un tratto di una lettera in alcuni caratteri tipografici.

Fondamentalmente, ogni volta che vedi qualcosa in più che spunta dalle estremità di una lettera, questo è un “serif”. Che aspetto ha? Torniamo al nostro vecchio amico Times New Roman, che è un carattere con grazie.

Carattere serif.

Tutte quelle piccole righe in più sono grazie. Qualsiasi carattere che ha un qualche tipo di sporgenza o coda del genere è classificato come carattere serif. Alcuni altri caratteri serif popolari includono Garamond, Cambria, e Rockwell. Questi caratteri sono generalmente visti come dall’aspetto più “formale”.

Sans significa “senza”

Ok, ora sappiamo che aspetto ha un grazie, che cos’è un “sans carattere serif”? Se sai cosa significa la parola “sans” probabilmente l’hai già capito. “Sans” significa semplicemente “senza”.

Annuncio

Qualsiasi carattere che non ha grazie è classificato come un carattere “sans serif”. Letteralmente significa solo “senza grazie”. Ecco un esempio con un altro font molto comune, Arial.

Carattere sans serif.

Puoi vedere che questo font sembra molto più semplice. Le estremità delle lettere sono squadrate in modo pulito, non ha nulla di quel tocco in più. I caratteri sans serif sono generalmente considerati più moderni. Caratteri sans serif popolari inclusi Helvetica, Futuro, e Calibri.


Questo è davvero tutto quello che c’è da fare! Puoi usare questa conoscenza per trovare più facilmente il carattere giusto. Un carattere serif sarebbe perfetto per un invito a un matrimonio formale, mentre qualcosa che deve essere facilmente letto o avere un aspetto moderno trarrebbe beneficio da un carattere sans serif.

IMPARENTATO: Come modificare il carattere di sistema predefinito su Windows 10

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here