Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa significa avere un cancro al seno HER2-negativo?

Cosa significa avere un cancro al seno HER2-negativo?

0
55

Il recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (HER2) è una proteina che si trova sulla superficie delle cellule del seno. La sua funzione normale è quella di promuovere la crescita e la divisione cellulare.

Alcuni tumori al seno hanno livelli di HER2 superiori al normale. Questi sono chiamati tumori al seno HER2-positivi. Tuttavia, solo una bassa percentuale di tumori al seno è HER2-positiva.

La maggior parte dei tumori al seno è HER2-negativa. Secondo il National Cancer Institute (NCI), una stima 78 percento dei tumori al seno sono HER2-negativi e non producono troppo HER2.

Continua a leggere di seguito mentre esploriamo cosa significa avere un cancro al seno HER2-negativo. Tratteremo i diversi sottotipi HER2-negativi, nonché la diagnosi, il trattamento e le prospettive.

Sottotipi HER2-negativi

Il cancro al seno HER2-negativo ha un paio di sottotipi diversi. Diamo un’occhiata a questi ora.

HER2-negativo, recettore ormonale positivo

Oltre ad avere uno stato HER2, le cellule del cancro al seno hanno anche uno stato di recettore ormonale (HR). I recettori dell’ormone estrogeno e progesterone si trovano sulle cellule del cancro al seno. Vale la pena notare che questi i recettori possono essere trovati anche su cellule mammarie sane.

Un cancro al seno è HR-positivo quando ha recettori per gli estrogeni, il progesterone o entrambi. I tumori positivi al recettore degli estrogeni sono più comuni e si stima che si verifichino in circa il 75% di tutti i tumori al seno.

Nei tumori HR-positivi, gli estrogeni o il progesterone possono legarsi ai recettori ormonali sulle cellule del cancro al seno, contribuendo a promuoverne la crescita e la diffusione. Pertanto, i trattamenti per i tumori al seno HR-positivi spesso prendono di mira i recettori ormonali.

Nel complesso, i tumori al seno HER2-negativi e HR-positivi sono il sottotipo più comune di cancro al seno. L’NCI stima che tra il 2014 e il 2018 68 percento dei tumori al seno negli Stati Uniti erano questo sottotipo.

HER2-negativo, recettore ormonale negativo

È anche possibile che un cancro al seno sia negativo sia per HER2 che per i recettori ormonali. Un cancro al seno che è HER2-negativo, HR-negativo è chiamato cancro al seno triplo negativo.

Questo sottotipo di cancro al seno è meno comune. L’NCI stima che solo tra gli anni 2014 e 2018 10 percento dei tumori al seno erano questo sottotipo.

Poiché il carcinoma mammario triplo negativo è privo sia dei recettori HER2 che dei recettori ormonali, non risponde ai trattamenti che mirano a questi fattori. Inoltre, tende a ripresentarsi più spesso rispetto ad altri sottotipi di cancro al seno.

Tipi di test e diagnosi

Se ti è stato appena diagnosticato un cancro al seno, verrà determinato lo stato HER2 del tuo tumore. Questo viene eseguito su un campione di tessuto prelevato da una biopsia o da un intervento chirurgico.

Lo stato di HER2 può essere testato in due modi:

  1. Immunoistochimica (IHC): Un test IHC utilizza un colorante per colorare la proteina HER2 sulla superficie del campione di tessuto.
  2. Ibridazione a fluorescenza in situ (FISH): Un test FISH utilizza speciali molecole di etichettatura che si legano alle proteine ​​HER2. Quando si attaccano alle proteine ​​HER2 in un campione di tessuto, si illuminano al buio.

In generale, il test dello stato di HER2 con FISH può richiedere più tempo ed essere più costoso. Per questo motivo, IHC viene spesso utilizzato inizialmente. I risultati di questo test sono riportati come un valore numerico da 0 a 3+:

  • 0 o 1+: Vengono rilevati livelli bassi o normali di HER2. Il cancro è considerato HER2-negativo.
  • 2+: Lo stato HER2 del cancro non può essere determinato. È probabile che il medico consiglierà di ripetere il test con FISH per determinare lo stato HER2 del cancro.
  • 3+: Si riscontrano alti livelli di HER2. Il cancro è considerato HER2-positivo.

Se viene eseguito un test FISH, i risultati vengono riportati come positivi o negativi. Un test che risulta FISH negativo è considerato HER2-negativo.

Trattamenti contro il cancro HER2-negativi

Il trattamento del carcinoma mammario HER2-negativo può dipendere anche dallo stato delle risorse umane. Esaminiamo alcune delle potenziali opzioni di trattamento per ciascun sottotipo di carcinoma mammario HER2-negativo.

Trattamenti positivi ai recettori ormonali

Il cancro al seno HER2-negativo che è HR-positivo può essere trattato con la terapia ormonale. Questo blocca l’azione degli ormoni, impedendo al cancro di crescere.

La maggior parte dei farmaci utilizzati nella terapia ormonale mirano agli estrogeni. Alcuni esempi includono:

  • tamoxifene (Soltamox) o toremifene (Fareston): modulatori selettivi del recettore degli estrogeni (SERM) che bloccano i recettori degli estrogeni sulle cellule del cancro al seno

  • fulvestrant (Faslodex): un degradatore selettivo del recettore degli estrogeni (SERD) che blocca e riduce i livelli dei recettori degli estrogeni in tutto il corpo
  • inibitori dell’aromatasi: abbassano i livelli di estrogeni nel corpo e includono:
    • anastrozolo (Arimidex)

    • exemestane (aromasin)
    • letrozolo (Femara)

Un altro modo per bloccare l’azione degli estrogeni è ridurre o arrestare l’attività delle ovaie. Questo è chiamato soppressione ovarica e può essere ottenuto da:

  • analoghi dell’ormone di rilascio dell’ormone luteinizzante (LHRH), che chiudono le ovaie (spesso chiamata menopausa chimica o medica)
  • rimozione chirurgica delle ovaie (ovariectomia o menopausa chirurgica)
  • farmaci chemioterapici, che possono ridurre o interrompere la produzione ovarica di estrogeni

Alcuni tipi di terapia mirata possono essere utilizzati anche nel carcinoma mammario HER2-negativo e HR-positivo. I farmaci terapeutici mirati si legano a proteine ​​specifiche sulle o nelle cellule tumorali. Alcuni che possono essere utilizzati per questo sottotipo di cancro al seno sono:

  • Inibitori CDK4/6, che possono essere utilizzati insieme alla terapia ormonale e bloccano l’attività delle proteine ​​promotrici della crescita chiamate chinasi ciclina-dipendenti (CDK). Includono farmaci come:
    • abemaciclib (Verzenio)
    • palbociclib (Ibrance)
    • ribociclib (Kisqali)
  • l’inibitore PI3K alpelisib (Piqray), che viene utilizzato con fulvestrant per inibire la crescita delle cellule tumorali in individui con mutazioni nel PIK3CA gene
  • l’inibitore di mTOR everolimus (Afinitor), che può aiutare a bloccare la crescita delle cellule tumorali e dei vasi sanguigni
  • Inibitori di PARP, che bloccano il processo di riparazione del DNA nelle cellule tumorali con BRCA1 o BRCA2 mutazioni, causandone la morte, e comprendono i farmaci olaparib (Lynparza) e talazoparib (Talzenna)

Altre potenziali opzioni di trattamento per i tumori al seno HER2-negativi e HR-positivi includono:

  • Chirurgia. Molte persone a cui viene diagnosticato un cancro al seno hanno qualche tipo di intervento chirurgico, come la lumpectomia o la mastectomia, per rimuovere il cancro.
  • Immunoterapia. L’immunoterapia aiuta il sistema immunitario a rispondere meglio al cancro.
  • Chemioterapia. La chemioterapia utilizza farmaci potenti per uccidere le cellule tumorali o impedire loro di dividersi.
  • Radioterapia. La radioterapia utilizza radiazioni ad alta energia per uccidere le cellule tumorali o rallentarne la crescita. Viene spesso utilizzato dopo l’intervento chirurgico per aiutare a prevenire la ricomparsa del cancro.

Trattamenti negativi ai recettori ormonali

Il cancro al seno triplo negativo non risponderà ad alcuni dei trattamenti utilizzati per il cancro al seno HER2-negativo e HR-positivo. Ciò include la terapia ormonale e molte terapie mirate.

Come per molti tumori al seno, la prima potenziale opzione di trattamento per questo sottotipo è la chirurgia. Questo può essere seguito o meno dalla radioterapia per aiutare a prevenire la ricomparsa del cancro.

Se la chirurgia non è possibile o non rimuove tutto il cancro, la chemioterapia è la principale opzione di trattamento sistemico per il carcinoma mammario triplo negativo. La chemioterapia può anche essere somministrata insieme al farmaco immunoterapico pembrolizumab (Keytruda).

La terapia mirata con inibitori di PARP (olaparib, talazoparib) può essere utilizzata nelle persone con carcinoma mammario triplo negativo e BRCA1 o BRCA2 mutazioni. Questo è in genere dato quando il cancro non ha risposto alla chemioterapia.

Un altro farmaco terapeutico mirato chiamato sacituzumab govitecan (Trodelvy) può essere usato per trattare il carcinoma mammario triplo negativo che ha metastatizzato o si è diffuso ad altre parti del corpo.

Quali fattori possono influenzare i trattamenti?

Oltre allo stato di HER2 e HR, ci sono anche molti altri fattori che possono influenzare il trattamento del cancro al seno. Questi includono:

  • il tipo specifico di cancro al seno
  • lo stadio del cancro
  • quanto velocemente sta crescendo il cancro
  • indipendentemente dal fatto che si tratti di una nuova diagnosi o di una recidiva del cancro
  • quali tipi di trattamenti sono già stati utilizzati, se presenti
  • se sono presenti determinati cambiamenti genetici, come quelli in BRCA1 o BRCA2
  • la tua età e la tua salute generale
  • se hai raggiunto o meno la menopausa
  • la tua preferenza personale

Il medico terrà conto di tutti questi diversi fattori nel determinare quale tipo di trattamento raccomandare per la sua situazione individuale.

Differenze tra HER2-positivo e HER2-negativo

Le cellule del cancro al seno HER2-positive hanno alti livelli di HER2 sulla loro superficie. Ciò è in contrasto con i tumori al seno HER2-negativi, in cui le cellule hanno livelli bassi o normali di HER2.

La proteina HER2 promuove la crescita cellulare. Per questo motivo, i tumori al seno HER2-positivi tendono a crescere e a diffondersi più rapidamente rispetto ad altri tipi di cancro al seno.

I tumori al seno che sono HER2-positivi hanno anche opzioni di trattamento aggiuntive disponibili. Queste sono terapie mirate che mirano specificamente alla proteina HER2 sulle cellule tumorali.

È anche importante notare che alcuni ricerca ha scoperto che i tumori al seno possono cambiare lo stato di HER2 e HR nel tempo. Questo è il motivo per cui è importante rivalutare questi marcatori se un cancro si ripresenta.

HER2-negativo è migliore di HER2-positivo?

Forse ti starai chiedendo se avere un cancro al seno HER2-negativo sia meglio che avere un cancro al seno HER2-positivo. Non esiste una risposta semplice a questa domanda, poiché entrambi i tipi di cancro al seno hanno i loro vantaggi e svantaggi.

Ad esempio, è probabile che il cancro al seno HER2-positivo cresca e si diffonda più rapidamente. Tuttavia, ha anche molte opzioni di trattamento disponibili, in particolare se è anche HR-positivo.

Nel frattempo, il cancro al seno HER2-negativo cresce e si diffonde più lentamente rispetto al cancro al seno HER2-positivo. Tuttavia, ha anche meno potenziali opzioni di trattamento, soprattutto se è HR-negativo (triplo negativo).

Inoltre, altri fattori aggiuntivi oltre a HER2 e lo stato delle risorse umane giocano nella prospettiva del cancro al seno. Alcuni di questi includono fattori individuali come la tua età e la salute generale. Sono importanti anche altri fattori che vengono utilizzati nella messa in scena, come ad esempio:

  • la dimensione del tumore
  • se il cancro si è diffuso o meno ai linfonodi vicini
  • se il cancro si è diffuso o meno al di fuori del seno

Tassi di sopravvivenza per HER2-negativo

Le statistiche sulla sopravvivenza al cancro sono in genere riportate utilizzando un tasso di sopravvivenza a 5 anni. Questa è la percentuale di individui che vivono ancora 5 anni dopo la diagnosi.

I tassi di sopravvivenza possono variare in base al sottotipo di cancro al seno che hai. Una pubblicazione del Società americana del cancro riporta i tassi di sopravvivenza a 5 anni per i tumori al seno HER2-negativi come:

  • 92% per carcinoma mammario HER2-negativo, HR-positivo
  • 77 percento per il cancro al seno triplo negativo

Tieni presente che lo stato di HER2 e HR non sono gli unici fattori che possono influenzare le prospettive. Altri fattori importanti alla diagnosi includono:

  • lo stadio del cancro
  • il tipo specifico di cancro al seno
  • la tua età e la tua salute generale

Veduta

Le prospettive per il cancro al seno HER2-negativo possono dipendere dal suo stato delle risorse umane. I tumori al seno HER2-negativi che sono HR-positivi in ​​genere hanno una prospettiva migliore rispetto a quelli tripli negativi.

Anche lo stadio del cancro gioca un ruolo importante. Ad esempio, i tumori HER2-negativi localizzati al seno hanno una prospettiva migliore rispetto a quelli che si sono diffusi ai linfonodi o ai tessuti più distanti.

Ricorda che le statistiche sulle prospettive o sulla sopravvivenza sono determinate in base ai risultati di una grande quantità di persone con cancro al seno per molti anni. Non tengono conto di fattori individuali o di progressi terapeutici molto recenti.

Il medico ti aiuterà a capire meglio cosa significa per te il tuo stato HER2 negativo a livello individuale. Non esitare a esprimere qualsiasi domanda o dubbio che potresti avere riguardo alla tua diagnosi o alle opzioni di trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here