Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa sapere sulla radioterapia per il cancro al seno

Cosa sapere sulla radioterapia per il cancro al seno

0
3

Una donna giace sulla schiena mentre riceve la radioterapia in un ambiente clinico.
PER Immagini / Stocksy United

Il cancro al seno può essere trattato in vari modi, inclusa la radioterapia.

A seconda del tipo e dello stadio del cancro, le radiazioni possono essere utilizzate da sole come trattamento per il cancro al seno o con altre terapie.

Esistono diversi tipi e programmi di radioterapia per il cancro al seno e saperne di più e cosa aspettarsi può aiutarti a prepararti per questo trattamento.

Cos’è la radioterapia?

Secondo il National Cancer Institute, la radioterapia utilizza raggi o particelle ad alta energia per uccidere le cellule tumorali.

Le radiazioni uccidono o rallentano la crescita delle cellule tumorali. Sebbene colpisca anche le cellule sane vicine, le cellule sane in genere si riprendono al termine del ciclo di radioterapia. I medici cercano di proteggere le cellule sane:

  • utilizzando una dose di radiazioni più bassa possibile
  • distribuire il trattamento nel tempo
  • puntare la radiazione in una parte molto specifica del corpo

Il tipo più comune di radioterapia è la radiazione a fascio esterno, secondo l’American Cancer Society.

Con la radiazione del fascio esterno, una macchina dirige fasci di radiazioni ad alta energia nell’area in cui sono state trovate le cellule tumorali.

Quando vengono utilizzate le radiazioni per il cancro al seno?

La radioterapia può essere utilizzata in una varietà di casi per il trattamento del cancro al seno. Può essere usato:

  • dopo un intervento chirurgico di conservazione del seno, per ridurre il rischio di recidiva al seno
  • dopo una mastectomia, in particolare se:
    • il tumore era più grande di 5 centimetri
    • c’era un cancro nei tuoi linfonodi
    • i margini sono stati positivi
  • per alleviare gli effetti collaterali se il cancro si diffonde ad altre aree del corpo come le ossa o il cervello

A seconda del tipo di cancro al seno e dello stadio del cancro, può essere utilizzato con altri trattamenti contro il cancro come la chirurgia e la chemioterapia,

Quali tipi di radioterapia vengono utilizzati per il cancro al seno?

Esistono due tipi principali di radioterapia: radiazione a fascio esterno e radiazione interna. Alcune persone hanno entrambi i tipi di trattamento.

Radiazione del fascio esterno

Secondo il National Cancer Institute, la radiazione a fascio esterno è il tipo più comune di radioterapia per il cancro al seno.

Con questo metodo, una grande macchina invia raggi di radiazioni nell’area del seno colpita dal cancro.

I raggi sono diretti direttamente al sito del tuo tumore. Mentre la macchina si muove intorno a te, può inviare radiazioni al tuo tumore da diverse direzioni.

Radiazione interna

Il National Cancer Institute condivide anche che la radiazione interna è quando una fonte di radiazioni viene immessa nel tuo corpo. Questo tipo di radiazione è anche noto come brachiterapia.

Nella brachiterapia, un dispositivo con semi o pellet radioattivi viene temporaneamente inserito nel tessuto mammario dove si trovava il tumore. Per il cancro al seno, la brachiterapia viene spesso somministrata attraverso uno o più piccoli tubi o cateteri.

Alcuni fattori, come la posizione e le dimensioni del tumore, possono limitare chi può ricevere questo tipo di radioterapia.

La radiazione interna in genere funziona bene quando:

  • il cancro al seno è in una fase iniziale
  • il cancro è solo in un punto del seno
  • hai subito un intervento chirurgico di conservazione del seno

Cosa puoi aspettarti quando fai la radioterapia?

Sapere cosa aspettarsi prima della radioterapia può aiutarti a prepararti meglio per il trattamento e ad affrontare eventuali dubbi che potresti avere in anticipo.

Cosa aspettarsi dalla radiazione del fascio esterno

Se hai una radiazione a fascio esterno, incontrerai il tuo radioterapista e un’infermiera prima di iniziare il trattamento. Ti guideranno attraverso cosa aspettarti con la radiazione a fascio esterno e i rischi e i benefici di questo trattamento.

A questo punto, probabilmente dovrai fare un esame fisico e rivedere la tua storia medica.

Inoltre, l’oncologo radioterapista e un radioterapista eseguiranno scansioni dell’area da trattare. Ciò aiuterà a definire i confini dell’area interessata in modo che sappiano dove puntare i raggi di radiazione.

Metteranno segni (tatuaggi o inchiostro) sulla pelle per contrassegnare l’area. Avrai bisogno dei segni per tutto il corso del trattamento. I segni verranno utilizzati per allineare il tuo corpo, quindi i raggi di radiazione mirano all’area esatta che deve essere trattata.

A volte viene realizzato uno stampo per il corpo per immobilizzarti durante il trattamento e per aiutarti a mantenere il tuo corpo fermo.

Ogni trattamento durerà solo pochi minuti. La configurazione della sessione richiederà più tempo rispetto al trattamento effettivo. Non sentirai nulla quando la macchina è accesa per il trattamento. È una procedura indolore.

Cosa aspettarsi dalla radiazione interna

Prima di ricevere qualsiasi radiazione interna, incontrerai il tuo oncologo delle radiazioni. Loro:

  • fare un esame fisico
  • chiedi della tua storia medica
  • esaminare cosa comporterà il trattamento con radiazioni interne

La maggior parte delle radiazioni interne, o brachiterapia, viene somministrata con un catetere. Questo è un tubo piccolo e flessibile che viene posizionato chirurgicamente nello spazio lasciato dalla chirurgia per la conservazione del seno.

Alla fine del catetere c’è un dispositivo che può essere gonfiato all’interno del seno in modo che rimanga in posizione per tutta la durata del trattamento.

Durante il trattamento, i granuli o i semi di radiazione vengono inseriti nel tubo e nel dispositivo gonfiabile. Di solito rimangono lì per circa 10-20 minuti o più, quindi vengono rimossi. La durata della permanenza dei pellet di radiazioni dipende da:

  • il tuo tipo di cancro
  • la tua salute generale
  • altri trattamenti contro il cancro che hai avuto

Una volta terminato il ciclo di trattamento, il catetere e il dispositivo gonfiabile verranno rimossi.

Quanto dura in genere la radioterapia?

Con il cancro al seno, la radioterapia di solito inizia circa 3-4 settimane dopo la terapia conservativa del seno o una mastectomia, secondo la National Breast Cancer Foundation.

La radiazione a fascio esterno viene in genere somministrata una volta al giorno, 5 giorni alla settimana, per un periodo compreso tra 2 e 10 settimane in regime ambulatoriale. Ciò significa che puoi tornare a casa dopo il trattamento.

A volte il programma per le radiazioni esterne può differire dal programma standard. Alcuni esempi di questo includono quanto segue:

  • Frazionamento accelerato. Il trattamento viene somministrato in dosi giornaliere o settimanali maggiori, riducendo la durata del trattamento.
  • Iperfrazionamento. Piccole dosi di radiazioni vengono somministrate più di una volta al giorno.
  • Ipofrazionamento. Dosi maggiori di radiazioni vengono somministrate una volta al giorno (o meno spesso) per ridurre il numero di trattamenti.

Per la brachiterapia (radiazione interna), i trattamenti vengono solitamente somministrati due volte al giorno per 5 giorni consecutivi come procedure ambulatoriali. Il tuo programma di trattamento specifico dipenderà da ciò che il tuo oncologo ha ordinato.

Un’opzione di trattamento meno comune è lasciare le radiazioni nel corpo per ore o giorni. Con questo tipo di trattamento, rimarrai in ospedale per proteggere gli altri dalle radiazioni.

Quali sono gli effetti collaterali?

Gli effetti collaterali comuni della radioterapia a fasci esterni per il cancro al seno includono:

  • irritazione cutanea simile a scottature solari nell’area da trattare
  • pelle secca, pruriginosa e tenera
  • fatica
  • gonfiore o pesantezza al seno

I cambiamenti della pelle e le alterazioni del tessuto mammario di solito scompaiono entro pochi mesi o un anno.

La caduta dei capelli dovuta alle radiazioni si verifica in genere solo nelle aree irradiate. Se hai un raggio esterno al seno, in genere non perderai i capelli sulla testa. Potresti perdere i peli sotto le ascelle, a seconda dell’area irradiata.

Gli effetti a lungo termine possono verificarsi anche con la radiazione del fascio esterno, che può:

  • fai diventare il tuo seno più piccolo e più duro
  • rendere più difficile l’allattamento al seno
  • influenzare le opzioni di ricostruzione
  • impatto sui nervi del braccio

La radiazione interna in genere ha meno effetti collaterali rispetto alla radiazione a fascio esterno. Gli effetti collaterali più comuni includono:

  • arrossamento o scolorimento e lividi
  • dolore al seno
  • infezione
  • danno al tessuto adiposo
  • liquido che si raccoglie nel tuo seno
  • debolezza e fratture delle costole in rari casi

Gestire gli effetti collaterali

Molti effetti collaterali delle radiazioni scompaiono entro pochi mesi dalla fine del trattamento. Se hai effetti collaterali persistenti, parla con il tuo medico.

Ci sono passaggi che puoi adottare per ridurre al minimo alcuni degli effetti collaterali della radioterapia.

  • La fatica può durare a lungo dopo la fine della radioterapia. Assicurati di riposarti molto, seguire una dieta equilibrata, rimanere idratato, fare esercizio regolarmente e tenere un registro della tua fatica in modo da poter dare al tuo medico un resoconto accurato di questo effetto collaterale.
  • Usa solo lozioni e prodotti per la pelle consigliati dal tuo medico.
  • Evita di mettere qualcosa di troppo caldo o troppo freddo sulla pelle colpita.
  • Indossa abiti larghi che non sfreghino contro la pelle.
  • Evita i lettini abbronzanti. I raggi UV possono ulteriormente irritare e infiammare la pelle.
  • Evitare l’esposizione al sole sulla zona da trattare.
  • Non usare deodoranti, profumi o prodotti che contengono alcol a meno che non ti venga detto che è sicuro.
Healthline

La linea di fondo

Le radiazioni per il cancro al seno sono un trattamento comune che uccide o rallenta la crescita delle cellule tumorali. Sebbene colpisca anche le cellule sane vicine, queste cellule di solito si riprendono al termine del trattamento.

La radioterapia può essere utilizzata da sola o con altri trattamenti come la chirurgia e la chemioterapia.

Due tipi comuni di radioterapia per il cancro al seno sono la radiazione a fasci esterni e la radiazione a fasci interni, nota anche come brachiterapia, che in genere ha meno effetti collaterali.

Il tipo di radiazione più adatto a te dipende da:

  • il tipo e lo stadio del tuo cancro al seno
  • la tua salute generale
  • altri trattamenti contro il cancro che hai avuto

Parla con il tuo medico delle opzioni di trattamento. Insieme potete prendere le decisioni terapeutiche che sono giuste per voi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here