Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa sapere sulla chirurgia laser per trattare il cancro cervicale

Cosa sapere sulla chirurgia laser per trattare il cancro cervicale

0
11

Probabilmente hai sentito parlare di chemioterapia, radiazioni e chirurgia tradizionale come trattamenti per il cancro. Ma alcuni tumori possono essere trattati anche con la chirurgia laser, che utilizza un raggio di luce per uccidere le cellule anormali o cancerose.

La chirurgia laser può essere particolarmente efficace per le lesioni cervicali precancerose o per il cancro cervicale in fase iniziale. Di solito ci vuole meno tempo per la procedura e il recupero rispetto ad altre forme di trattamento del cancro cervicale.

Continua a leggere per saperne di più sulla chirurgia laser per il cancro del collo dell’utero, su come funziona e sui suoi possibili rischi e benefici.

Che cos’è la chirurgia laser e come può trattare il cancro del collo dell’utero?

La chirurgia laser è quando un laser (un raggio di luce ad alta potenza, stretto e focalizzato) viene utilizzato per ridurre o distruggere le cellule cancerose. Poiché un laser è così focalizzato, colpisce le cellule tumorali in modo più preciso, causando meno sanguinamento e danni ai tessuti circostanti.

La chirurgia laser per il cancro del collo dell’utero è più spesso utilizzata per il cancro in fase iniziale. Può anche essere usato per trattare le lesioni precancerose, che sono cellule anormali trovate su un Pap test. Le fasi successive del cancro del collo dell’utero di solito richiedono un trattamento più invasivo.

Tipi di laser

I laser ad anidride carbonica (CO2) sono il tipo più comunemente usato per il cancro del collo dell’utero. Questi laser vengono utilizzati per rimuovere sottili strati di tessuto con cellule anormali o cancerose dal rivestimento della cervice.

I laser possono essere utilizzati anche in un intervento chirurgico chiamato biopsia del cono o conizzazione. In questa procedura, viene rimosso un cuneo di tessuto dall’area della cervice in cui è più probabile che inizino i precancerosi e i tumori precoci.

Mentre una biopsia del cono può essere utilizzata per prelevare il tessuto per la biopsia, un laser distruggerà le cellule anormali, quindi è più probabile che venga utilizzato quando viene confermato il cancro allo stadio iniziale ma è alto nella cervice.

Sulla procedura

Per la tua chirurgia laser, potresti avere un’anestesia locale, che prevede l’iniezione di un medicinale paralizzante nella cervice. Altre volte, potresti essere sedato con l’anestesia generale. Le biopsie dei coni vengono generalmente eseguite in anestesia generale.

Durante la procedura, il medico utilizzerà uno speculum per tenere aperta la vagina. Il raggio laser verrà quindi focalizzato attraverso la vagina, di solito attraverso un tubo lungo e sottile, per bruciare le cellule anormali o cancerose. Potresti sentire odore di bruciato, ma è solo il laser che funziona.

La chirurgia laser per il cancro del collo dell’utero dura circa 10-15 minuti. Entrambi i tipi di chirurgia laser vengono eseguiti come trattamento ambulatoriale, quindi sarai in grado di tornare a casa entro poche ore dalla procedura.

Come si presenta il processo di ripristino?

La maggior parte delle persone è in grado di tornare a molte delle normali attività in circa 2 o 3 settimane. Se hai una biopsia del cono, potrebbero essere necessarie dalle 4 alle 6 settimane per tornare alle normali attività. Il tempo di recupero dipende anche da quanto tessuto è stato rimosso.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a superare il periodo di recupero:

  • Usa gli assorbenti al posto dei tamponi se ti vengono le mestruazioni o se avverti sanguinamento. Leggeri emorragie e perdite sono comuni durante il recupero.
  • Evita il sesso. Indipendentemente dal tipo di chirurgia laser che hai, il medico potrebbe consigliarti di evitare il sesso per un massimo di 6 settimane.
  • Non sollevare nulla di pesante.
  • Evita l’esercizio vigoroso, ma l’esercizio leggero dovrebbe andare bene. Brevi passeggiate e altre attività leggere possono effettivamente aiutarti a recuperare più rapidamente.
  • Puoi fare la doccia o il bagno subito, ma evita di fare la doccia.
  • Finché il tuo lavoro non richiede attività faticose, puoi tornare al lavoro non appena ti senti a tuo agio.

Dovresti avere un appuntamento di follow-up con un Pap test non più di 6 mesi dopo l’intervento. Il medico raccomanderà quindi un programma per i Pap test regolari in futuro.

Quali sono i possibili rischi della chirurgia laser?

Gli effetti collaterali comuni della chirurgia laser includono:

  • scarico acquoso
  • sanguinamento leggero

Entrambi possono continuare per diverse settimane mentre ti riprendi. Dovresti chiamare il medico se sei a disagio, ma per il resto questi sintomi non sono nulla di cui preoccuparsi.

Tuttavia, possono verificarsi altri effetti collaterali gravi, ma sono molto meno comuni. Chiama subito il medico se hai:

  • forte sanguinamento vaginale
  • forte dolore all’addome o al bacino
  • febbre oltre 100,4 ° F (38 ° C)

  • nausea o vomito

  • scarico pesante
  • gonfiore, arrossamento o dolore alle gambe

  • dolore al petto
  • problemi di respirazione

L’elenco dei sintomi sopra può essere segni di una complicazione rara ma grave, come ad esempio:

  • infezione
  • coagulo di sangue
  • stenosi cervicale, ovvero quando il canale cervicale si restringe

Come funziona la chirurgia laser nel trattamento del cancro cervicale?

Quanto bene la chirurgia laser funziona per il cancro cervicale in fase iniziale – e talvolta precancerosa – dipende dal tipo di chirurgia laser che si ottiene:

  • La chirurgia laser distrugge tutti i tessuti cancerosi o anormali nel 95-96%
  • Per le biopsie a cono, tutto il tessuto canceroso o anormale viene distrutto nel 93-96%

Il cancro cervicale localizzato ha generalmente un tasso di sopravvivenza relativa a 5 anni del 92 percento.

Per le lesioni precancerose, il tasso di fallimento del trattamento per la chirurgia laser è all’incirca lo stesso di altri trattamenti. Secondo uno studio 2019 di 161 persone:

  • circa il 5,1% dei trattamenti fallisce entro il primo anno
  • circa il 6,4% dei trattamenti fallisce entro il secondo anno
  • circa il 9,5 percento dei trattamenti fallisce entro il quinto anno

Se il cancro si ripresenta dopo la chirurgia laser, potresti essere in grado di sottoporti a un nuovo intervento laser o il medico potrebbe voler provare un altro trattamento.

L’asporto

La chirurgia laser può essere un trattamento sicuro ed efficace per il cancro cervicale in fase iniziale e le lesioni cervicali precancerose. Può essere eseguito come trattamento ambulatoriale e di solito richiede solo poche settimane di tempo di recupero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here