Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa fa l’Alzheimer al cervello?

Cosa fa l’Alzheimer al cervello?

0
4

Danni alla struttura e alla funzione cerebrale

La malattia di Alzheimer (AD) colpisce 5 milioni di persone negli Stati Uniti, secondo l’Alzheimer’s Association. La malattia progressiva sconvolge la memoria e il pensiero. Inoltre danneggia e alla fine uccide le cellule cerebrali.

Questa compromissione può portare a sintomi che includono:

  • dimenticanza
  • difficoltà con il tempo
  • problemi di lingua
  • incapacità di riconoscere i propri cari

Forme di placca

Nell’AD, una proteina chiamata beta-amiloide si presenta in grumi irregolari o ammassi nel cervello. Questa proteina proviene da una proteina precursore che si trova in una membrana grassa che copre le cellule nervose.

I ciuffi di frammenti di beta-amiloide si uniscono per formare la placca. Questi cluster appiccicosi interrompono i segnali tra le sinapsi. Le sinapsi sono gli spazi tra le cellule nervose dove le informazioni passano da una cellula all’altra.

Causa o effetto?

Gli scienziati non sono ancora sicuri se la placca beta-amiloide causi l’AD o se i cluster irregolari nel cervello derivino dal processo della malattia.

I ricercatori stanno ancora valutando se le versioni aggregate o non raggruppate della beta-amiloide causano l’AD.

I ricercatori sanno che le mutazioni in APP, la proteina precursore che forma la placca beta-amiloide, causano l’AD ad esordio precoce.

Grovigli e morte cellulare

Nel tessuto cerebrale normale, una proteina chiamata tau stabilizza i microtubuli. I microtubuli sono parti fondamentali della struttura cellulare.

In un cervello malato, fili o fili proteici si aggrovigliano. Di conseguenza, il sistema cerebrale che trasporta i nutrienti cellulari lungo strutture parallele, che possono essere paragonate ai binari della ferrovia, cade a pezzi.

Senza questi nutrienti critici, le cellule cerebrali muoiono.

Connessioni perse

La memoria e il pensiero dipendono dalla trasmissione di segnali attraverso 100 miliardi di neuroni nel cervello.

AD interferisce con questa trasmissione del segnale cellulare. Colpisce anche l’attività delle sostanze chimiche del cervello chiamate neurotrasmettitori.

La chimica criptata produce segnali difettosi, quindi i messaggi del cervello vengono persi. Ciò influisce sulla capacità di apprendere, ricordare e comunicare.

Infiammazione cerebrale

Le microglia sono un tipo di cellula che avvia le risposte immunitarie nel cervello e nel midollo spinale. Quando l’AD è presente, la microglia interpreta la placca beta-amiloide come danno cellulare.

La microglia va in overdrive, stimolando l’infiammazione che danneggia ulteriormente le cellule cerebrali.

Alcune ricerche sull’AD si concentrano su come questa risposta infiammatoria può essere ridotta o controllata.

Il cervello si restringe

Nell’AD avanzato, lo strato superficiale che copre il cervello, la parte più grande del cervello, avvizzisce e si restringe. Questo danno alla corteccia mette a dura prova la normale capacità del cervello di pianificare in anticipo, ricordare e concentrarsi.

La malattia di Alzheimer colpisce anche l’ippocampo, che svolge un ruolo importante nella memoria. La malattia fa avvizzire l’ippocampo. Ciò danneggia la capacità del cervello di creare nuovi ricordi.

Riduci i sintomi

Sfortunatamente, non esiste una cura per l’AD. Tuttavia, alcuni trattamenti come la terapia comportamentale e i farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi della malattia.

Alcuni farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi di confusione e perdita di memoria. Questi includono inibitori della colinesterasi e memantina, che a volte vengono usati insieme.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here