Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa dovresti sapere sulla timidezza

Cosa dovresti sapere sulla timidezza

0
3

Panoramica

La timidezza è una sensazione di paura o disagio causato da altre persone, specialmente in situazioni nuove o tra estranei. È una spiacevole sensazione di autocoscienza, una paura di ciò che alcune persone credono stiano pensando gli altri.

Questa paura può inibire la capacità di una persona di fare o dire ciò che vuole. Può anche impedire la formazione di relazioni sane.

La timidezza è spesso collegata a una bassa autostima. Può anche essere una delle cause dell’ansia sociale.

Tipi di timidezza

La timidezza può variare in forza. Molte persone provano lievi sentimenti di disagio che possono essere facilmente superati. Altri provano un’estrema paura delle situazioni sociali e questa paura può essere debilitante. L’inibizione, il ritiro dalle attività sociali, l’ansia e la depressione possono derivare dalla timidezza.

La timidezza comprende un ampio spettro di comportamenti. È normale che i bambini a volte si sentano timidi in nuove situazioni. La percezione della timidezza può anche essere culturale.

Alcune culture, come molte di quelle negli Stati Uniti, tendono a considerarla negativamente. Altri, come alcune culture asiatiche, tendono a considerare la timidezza in modo più positivo.

Quali sono le cause della timidezza?

Circa il 15% dei bambini nasce con una tendenza alla timidezza. La ricerca ha mostrato differenze biologiche nel cervello delle persone timide.

Ma la propensione alla timidezza è influenzata anche dalle esperienze sociali. Si ritiene che la maggior parte dei bambini timidi sviluppi la timidezza a causa delle interazioni con i genitori.

I genitori che sono autoritari o iperprotettivi possono indurre i loro figli a essere timidi. I bambini a cui non è permesso sperimentare cose possono avere problemi a sviluppare abilità sociali.

Un approccio affettuoso e premuroso all’educazione dei bambini di solito fa sì che si sentano più a loro agio con gli altri.

Scuole, quartieri, comunità e cultura danno forma a un bambino. Le connessioni che un bambino fa all’interno di queste reti contribuiscono al loro sviluppo. I bambini con genitori timidi possono emulare quel comportamento.

Negli adulti, ambienti di lavoro altamente critici e l’umiliazione pubblica possono portare alla timidezza.

Cosa cercare

Non tutti i bambini che giocano da soli felicemente sono timidi. La paura e l’ansia sono elementi di timidezza.

Uno dei primi segni che la timidezza di un bambino potrebbe essere motivo di preoccupazione è che non vogliono mai lasciare la parte dei genitori.

I bambini che vanno male negli studi o che hanno difficoltà a fare amicizia dovrebbero essere valutati per timidezza. Coloro che sono stati vittime di bullismo corrono il rischio di sviluppare timidezza.

I bambini che vengono costantemente ridicolizzati possono mostrare un comportamento aggressivo come sovracompensazione della timidezza. Anche coloro che hanno sperimentato l’abbandono sono a rischio.

Come viene diagnosticata la timidezza?

A volte, i bambini timidi non vengono diagnosticati e trattati. A differenza di molti altri disturbi emotivi, la timidezza spesso non si traduce in un bambino che causa problemi. Spesso non ci sono capricci o comportamenti aggressivi per sollevare bandiere rosse e incoraggiare il trattamento.

Secondo la National Alliance for Mental Illness, l’ansia – che è più della timidezza – colpisce circa il 7% dei bambini di età compresa tra 3 e 17 anni negli Stati Uniti.

I terapisti possono valutare la timidezza di un bambino coinvolgendolo in attività come sciarade e giochi da tavolo. Possono anche usare pupazzi e bambole per far sì che il bambino si apra.

Come viene trattata la timidezza?

Superare l’estrema timidezza può essere essenziale per lo sviluppo di una sana autostima. La timidezza può provocare difficoltà a scuola e difficoltà a formare relazioni.

La psicoterapia può aiutare i bambini a far fronte alla timidezza. Possono essere insegnate loro abilità sociali, come essere consapevoli della loro timidezza e modi per capire quando la loro timidezza è il risultato di un pensiero irrazionale.

Le tecniche di rilassamento come la respirazione profonda possono aiutare i bambini e gli adulti a far fronte all’ansia, che può essere alla base della timidezza. La terapia di gruppo può essere utile anche nei bambini e negli adulti che soffrono di timidezza.

Esistono trattamenti efficaci per adulti con ansia che hanno difficoltà a completare le attività quotidiane. Tuttavia, l’ansia grave spesso non viene trattata.

In rari casi, i farmaci possono fornire un sollievo temporaneo alla timidezza.

Prevenire la timidezza

Per prevenire o gestire la timidezza, i genitori e i tutori possono aiutare i bambini a sviluppare le seguenti abilità:

  • affrontare il cambiamento
  • gestire la rabbia
  • usando l’umorismo
  • mostrando compassione
  • essere assertivo
  • Essere gentile
  • aiutare gli altri
  • mantenere i segreti

Tutte queste capacità possono aiutare i bambini a sentirsi a proprio agio tra i loro coetanei.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here