Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa dovresti sapere sulla lombalgia

Cosa dovresti sapere sulla lombalgia

0
5

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

Panoramica

La lombalgia è una causa comune per le visite dal medico.

Secondo il National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS), la lombalgia è la causa più comune di disabilità legata al lavoro. Almeno l’80% degli americani sperimenterà la lombalgia nel corso della vita.

La maggior parte della lombalgia è il risultato di un infortunio, come distorsioni muscolari o stiramenti dovuti a movimenti improvvisi o scarsa meccanica del corpo durante il sollevamento di oggetti pesanti.

La lombalgia può anche essere il risultato di alcune malattie, come:

  • cancro del midollo spinale
  • un disco rotto o erniato
  • sciatica
  • artrite
  • infezioni renali
  • infezioni della colonna vertebrale

Il mal di schiena acuto può durare da pochi giorni a poche settimane, mentre il mal di schiena cronico è un dolore che dura più di tre mesi.

La lombalgia è più probabile che si verifichi in individui di età compresa tra i 30 ei 50 anni. Ciò è in parte dovuto ai cambiamenti che si verificano nel corpo con l’invecchiamento. Invecchiando, c’è una riduzione del contenuto di liquidi tra le vertebre della colonna vertebrale.

Ciò significa che i dischi nella colonna vertebrale provano irritazione più facilmente. Perdi anche un po ‘di tono muscolare, il che rende la schiena più soggetta a lesioni. Questo è il motivo per cui rafforzare i muscoli della schiena e usare una buona meccanica del corpo è utile per prevenire la lombalgia.

Quali sono le cause della lombalgia?

Tensioni

I muscoli e i legamenti della schiena possono allungarsi o strapparsi a causa di un’attività eccessiva. I sintomi includono dolore e rigidità nella parte bassa della schiena, nonché spasmi muscolari. Il riposo e la fisioterapia sono rimedi per questi sintomi.

Lesione al disco

I dischi nella parte posteriore sono soggetti a lesioni. Questo rischio aumenta con l’età. L’esterno del disco può lacerarsi o erniare.

Un’ernia del disco, nota anche come disco scivolato o rotto, si verifica quando la cartilagine che circonda il disco spinge contro il midollo spinale o le radici nervose. Il cuscino che si trova tra le vertebre spinali si estende al di fuori della sua posizione normale.

Ciò può provocare la compressione della radice nervosa mentre esce dal midollo spinale e attraverso le ossa vertebrali. La lesione al disco di solito si verifica all’improvviso dopo aver sollevato qualcosa o ruotato la schiena. A differenza di un ceppo alla schiena, il dolore da una lesione del disco di solito dura più di 72 ore.

Sciatica

La sciatica può verificarsi con un’ernia del disco se il disco preme sul nervo sciatico. Il nervo sciatico collega la colonna vertebrale alle gambe. Di conseguenza, la sciatica può causare dolore alle gambe e ai piedi. Questo dolore di solito si sente come un bruciore o spilli e aghi.

Stenosi spinale

La stenosi spinale si verifica quando la colonna vertebrale si restringe, esercitando una pressione sul midollo spinale e sui nervi spinali.

La stenosi spinale è più comunemente dovuta alla degenerazione dei dischi tra le vertebre. Il risultato è la compressione delle radici nervose o del midollo spinale da parte di speroni ossei o tessuti molli, come i dischi.

La pressione sui nervi spinali provoca sintomi come:

  • intorpidimento
  • crampi
  • debolezza

Potresti sentire questi sintomi ovunque nel corpo. Molte persone con stenosi spinale notano che i loro sintomi peggiorano stando in piedi o camminando.

Curvature anormali della colonna vertebrale

Scoliosi, cifosi e lordosi sono tutte condizioni che causano curvature anomale nella colonna vertebrale.

Queste sono condizioni congenite che di solito vengono diagnosticate per la prima volta durante l’infanzia o l’adolescenza. La curvatura anomala provoca dolore e una cattiva postura perché esercita pressione su:

  • muscoli
  • tendini
  • legamenti
  • vertebre

Altre condizioni

Ci sono una serie di altre condizioni che causano dolore lombare. Queste condizioni includono:

  • Artrite è un’infiammazione delle articolazioni.
  • Fibromialgia è dolore e tenerezza a lungo termine alle articolazioni, ai muscoli e ai tendini.
  • Spondilite è l’infiammazione delle articolazioni tra le ossa spinali.
  • Spondilosi è una malattia degenerativa che può causare la perdita della normale struttura e funzione spinale. Sebbene l’invecchiamento sia la causa principale della condizione, la posizione e il tasso di degenerazione sono specifici dell’individuo.

Ulteriori condizioni di salute che possono causare dolore lombare includono:

Problemi ai reni e alla vescica

  • gravidanza
  • endometriosi
  • Cisti ovariche
  • fibromi uterini
  • cancro

Come viene diagnosticata la lombalgia?

Il tuo medico inizierà probabilmente richiedendo una storia medica completa e conducendo un esame fisico approfondito per determinare dove stai provando il dolore. Un esame fisico può anche determinare se il dolore sta influenzando la tua mobilità.

Il medico può anche controllare i tuoi riflessi e le tue risposte a determinate sensazioni. Questo determina se la tua lombalgia sta influenzando i tuoi nervi.

A meno che tu non abbia sintomi preoccupanti o debilitanti o perdita neurologica, il tuo medico probabilmente monitorerà le tue condizioni per alcune settimane prima di inviarti per il test. Questo perché la maggior parte della lombalgia si risolve utilizzando semplici trattamenti di auto-cura.

Alcuni sintomi richiedono più test, tra cui:

  • mancanza di controllo intestinale
  • debolezza
  • febbre
  • perdita di peso

Allo stesso modo, se la lombalgia continua dopo il trattamento domiciliare, il medico potrebbe prescriverti ulteriori esami.

Rivolgiti immediatamente al medico se manifesti uno qualsiasi di questi sintomi oltre alla lombalgia.

Potrebbero essere necessari esami di imaging come raggi X, scansioni TC, ultrasuoni e risonanza magnetica in modo che il medico possa verificare:

  • problemi alle ossa
  • problemi con il disco
  • problemi ai legamenti e ai tendini della schiena

Se il medico sospetta un problema con la forza delle ossa nella schiena, può ordinare una scintigrafia ossea o un test di densità ossea. L’elettromiografia (EMG) o i test di conduzione nervosa possono aiutare a identificare eventuali problemi ai nervi.

Quali sono le opzioni di trattamento per la lombalgia?

Cura della casa

I metodi di auto-cura sono utili per le prime 72 ore dopo l’inizio del dolore. Se il dolore non migliora dopo 72 ore di trattamento domiciliare, dovresti chiamare il medico.

Interrompi le normali attività fisiche per un paio di giorni e applica del ghiaccio sulla parte bassa della schiena. I medici generalmente consigliano di usare il ghiaccio per le prime 48-72 ore, quindi di passare al calore.

Alternare ghiaccio e calore per rilassare i muscoli. Il protocollo RICE – riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione – è raccomandato entro le prime 48 ore.

Prendi degli antidolorifici da banco, come ibuprofene (Advil, Motrin IB), o acetaminofene (Tylenol), per alleviare il dolore.

A volte sdraiarsi sulla schiena provoca più disagio. In tal caso, prova a sdraiarti su un fianco con le ginocchia piegate e un cuscino tra le gambe. Se puoi sdraiarti comodamente sulla schiena, posiziona un cuscino o un asciugamano arrotolato sotto le cosce per ridurre la pressione sulla parte bassa della schiena.

Un bagno caldo o un massaggio possono spesso rilassare i muscoli rigidi e annodati della schiena.

Trattamento medico

La lombalgia può verificarsi con una serie di condizioni diverse, tra cui:

  • affaticamento muscolare e debolezza

  • nervi schiacciati
  • disallineamento del midollo spinale

Ci sono una serie di possibili trattamenti medici, tra cui:

  • farmaci
  • apparecchi medici
  • Fisioterapia

Il medico determinerà il dosaggio appropriato e l’applicazione di farmaci e farmaci in base ai sintomi.

Alcuni farmaci che il medico può prescrivere includono:

  • miorilassanti
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

  • stupefacenti come la codeina per alleviare il dolore
  • steroidi per ridurre l’infiammazione
  • iniezioni di corticosteroidi

Il medico può anche prescrivere una terapia fisica, tra cui:

  • massaggio
  • allungamento
  • esercizi di rafforzamento
  • manipolazione della schiena e della colonna vertebrale

Chirurgia

Per i casi gravi, può essere necessario un intervento chirurgico. La chirurgia è di solito solo un’opzione quando tutti gli altri trattamenti falliscono. Tuttavia, se si verifica una perdita del controllo dell’intestino o della vescica o una progressiva perdita neurologica, la chirurgia diventa un’opzione di emergenza.

Una discectomia allevia la pressione da una radice nervosa premuta da un disco sporgente o da uno sperone osseo. Il chirurgo rimuoverà un piccolo pezzo di lamina, una parte ossea del canale spinale.

Una foraminotomia è una procedura chirurgica che apre il forame, il foro osseo nel canale spinale da cui esce la radice del nervo.

La terapia elettrotermica intradiscale (IDET) prevede l’inserimento di un ago attraverso un catetere nel disco e il riscaldamento per 20 minuti. Questo rende la parete del disco più spessa e riduce il rigonfiamento del disco interno e l’irritazione del nervo.

Una nucleoplastica utilizza un dispositivo simile a una bacchetta inserito attraverso un ago nel disco. Può quindi rimuovere il materiale del disco interno. Il dispositivo utilizza quindi le onde radio per riscaldare e restringere il tessuto.

La lesione o l’ablazione a radiofrequenza è un modo per utilizzare le onde radio per interrompere il modo in cui i nervi comunicano tra loro. Un chirurgo inserisce un ago speciale nei nervi e lo riscalda, il che distrugge i nervi.

La fusione spinale rende la colonna vertebrale più forte e riduce i movimenti dolorosi. La procedura rimuove i dischi tra due o più vertebre. Il chirurgo fonde quindi le vertebre una accanto all’altra con innesti ossei o speciali viti metalliche.

Una laminectomia spinale, nota anche come decompressione spinale, rimuove la lamina per aumentare le dimensioni del canale spinale. Questo allevia la pressione sul midollo spinale e sui nervi.

Come posso prevenire la lombalgia?

Esistono molti modi per prevenire la lombalgia. La pratica delle tecniche di prevenzione può anche aiutare a ridurre la gravità dei sintomi se hai una lesione lombare.

La prevenzione implica:

  • esercitare i muscoli dell’addome e della schiena
  • perdere peso se sei in sovrappeso
  • sollevare correttamente gli oggetti piegando le ginocchia e sollevando con le gambe
  • mantenere una postura corretta

Potresti anche voler:

  • dormire su una superficie solida
  • sedersi su sedie di supporto all’altezza corretta
  • evitare le scarpe col tacco alto
  • smetti di fumare, se fumi

La nicotina provoca la degenerazione dei dischi spinali e riduce anche il flusso sanguigno.

Parla con il tuo medico del tuo dolore lombare. Possono diagnosticare la causa e aiutarti a creare un piano di trattamento che funzioni meglio per te.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here