Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa devi sapere sul granuloma inguinale

Cosa devi sapere sul granuloma inguinale

0
7

Cos’è il granuloma inguinale?

Il granuloma inguinale è un’infezione a trasmissione sessuale (STI). Questa STI provoca lesioni nelle regioni anali e genitali. Queste lesioni possono ripresentarsi, anche dopo il trattamento.

Il granuloma inguinale è talvolta chiamato “donovanosi”.

I sintomi e le fasi del granuloma inguinale

I segni della condizione hanno un inizio lento. Di solito ci vuole almeno una settimana per manifestare i sintomi. Possono essere necessarie fino a 12 settimane prima che i sintomi raggiungano il loro picco.

In generale, avvertirai prima un brufolo o un nodulo sulla pelle. Questa macchia è piccola e in genere non dolorosa, quindi potresti non notarla all’inizio. L’infezione spesso inizia nella regione genitale. Le piaghe anali o della bocca si verificano solo in una minoranza di casi e solo se il contatto sessuale ha coinvolto queste aree.

La lesione cutanea progredisce attraverso tre fasi:

Fase uno

Nella prima fase, il piccolo brufolo inizierà a diffondersi e corrodere il tessuto circostante. Quando il tessuto inizia a consumarsi, diventa rosa o rosso pallido. Le protuberanze si trasformano quindi in noduli rossi in rilievo con una consistenza vellutata. Questo accade intorno all’ano e ai genitali. Sebbene i dossi siano indolori, possono sanguinare se vengono feriti.

Fase due

Nella seconda fase della malattia, i batteri iniziano a erodere la pelle. Una volta che ciò si verifica, svilupperai ulcere superficiali che si diffonderanno dai genitali e dall’ano alle cosce e all’addome inferiore o all’area inguinale. Noterai che i perimetri delle ulcere sono rivestiti di tessuto granulato. Un cattivo odore può accompagnare le ulcere.

Fase tre

Quando il granuloma inguinale avanza al terzo stadio, le ulcere diventano profonde e si trasformano in tessuto cicatriziale.

Che cosa causa il granuloma inguinale?

Una classe di batteri nota come Klebsiella granulomatis causa questa infezione. Il granuloma inguinale è una STI e puoi contrarlo avendo rapporti vaginali o anali con un partner infetto. In rari casi, può essere contratta attraverso il sesso orale.

Chi è a rischio per il granuloma inguinale?

Ti metti a rischio se hai contatti sessuali con individui delle regioni tropicali e subtropicali dove la malattia è più diffusa. I maschi hanno il doppio delle probabilità di contrarre il granuloma inguinale rispetto alle donne. Di conseguenza, gli uomini omosessuali hanno una maggiore probabilità di contrarre il granuloma inguinale. Gli individui di età compresa tra i 20 ei 40 anni contraggono la condizione più spesso di quelli di altri gruppi di età.

Il luogo in cui vivi gioca un ruolo nel determinare il tuo rischio di infezione. Ad esempio, se vivi negli Stati Uniti e sei infetto, di solito è perché hai avuto contatti sessuali con qualcuno che vive all’estero.

I climi tropicali e subtropicali sono le aree più probabili in cui le persone incontrano il granuloma inguinale. La malattia è endemica in:

  • Nuova Guinea
  • Guyana
  • India sudorientale
  • parti dell’Australia

Un numero maggiore di casi viene segnalato anche in alcune parti del Brasile e del Sud Africa.

Come viene diagnosticato il granuloma inguinale?

Il granuloma inguinale può essere difficile da rilevare nelle prime fasi, poiché potresti non notare le lesioni iniziali. Il medico di solito non sospetterà il granuloma inguinale a meno che le ulcere non abbiano iniziato a formarsi e non si risolvano.

Se le ulcere non guariscono dopo un periodo di tempo prolungato, il medico può ordinare una biopsia cutanea delle lesioni. Questo sarà probabilmente eseguito come una biopsia con punch. Quando ti sottoponi a una biopsia con punch, il medico rimuoverà una piccola area dell’ulcera con una lama circolare. Una volta rimosso, il campione verrà testato per la presenza di Klebsiella granulomatis batteri. Potrebbe anche essere possibile rilevare i batteri raschiando parte della lesione ed eseguendo ulteriori test sul campione.

Poiché è noto che il granuloma inguinale aumenta il rischio di altre malattie a trasmissione sessuale (MST), è possibile che ti vengano sottoposti esami del sangue o altri test diagnostici o colture per controllare anche quelli.

Trattamento per il granuloma inguinale

Il granuloma inguinale può essere trattato utilizzando antibiotici come la tetraciclina e l’eritromicina macrolidica. Possono essere utilizzate anche streptomicina e ampicillina. La maggior parte dei trattamenti viene prescritta per tre settimane, anche se continueranno fino alla guarigione dell’infezione.

Si consiglia un trattamento precoce per prevenire cicatrici permanenti e gonfiore nelle aree genitale, anale e inguinale.

Dopo essere stato trattato, è necessario sottoporsi a esami di routine per assicurarsi che l’infezione non si ripresenti. In alcuni casi, si ripresenta dopo che sembra essere stato curato.

Quali sono le prospettive per il granuloma inguinale?

Il granuloma inguinale viene trattato con antibiotici. Se l’infezione non viene curata, si diffonderà ai linfonodi nella zona inguinale. Ciò renderà più probabile che si verifichino infezioni ricorrenti dopo aver terminato il trattamento.

Dovresti far sapere a tutti i tuoi partner sessuali che hai questa infezione. Avranno bisogno di essere testati e trattati. Al termine del trattamento, dovresti consultare il medico una volta ogni sei mesi. Il medico si assicurerà che la condizione non si sia ripresentata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here