Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa devi sapere sui fianchi rigidi

Cosa devi sapere sui fianchi rigidi

0
3

Panoramica

L’articolazione dell’anca ti aiuta a passare da una posizione seduta a una posizione in piedi, camminando, correndo o saltando. Queste attività sono difficili, se non impossibili, con l’anca rigida. Ogni passo o movimento può provocare un forte dolore.

Mentre alcuni sintomi dell’anca rigida possono essere temporanei, altri possono provocare disagio a lungo termine se non trattati. Sapere quando cercare assistenza medica può fare la differenza tra il disagio quotidiano e le attività senza dolore.

Quali sono le cause dei fianchi rigidi?

I fianchi rigidi possono essere il risultato di una lesione a breve termine o parte di una condizione cronica e debilitante.

Un tipo di lesione che può verificarsi è una lacerazione del labbro. Il labbro è un tipo di cartilagine e copre l’incavo dell’anca.

Potresti anche provare rigidità dell’anca dopo l’allenamento a causa dei muscoli flessori dell’anca tesi. I muscoli flessori sono un insieme di muscoli che ti aiutano a sollevare le ginocchia mentre ti pieghi in vita. I muscoli flessori tesi sono solitamente una condizione temporanea.

Altre condizioni croniche associate alla rigidità dell’anca includono:

  • spondilite anchilosante, un tipo di artrite che provoca dolore e rigidità nella colonna vertebrale

  • artrite idiopatica giovanile (AIG)
  • artrosi (OA)
  • artrite reumatoide (RA)
  • alcuni tipi di borsite (infiammazione delle sacche piene di liquido intorno alle articolazioni), come la borsite infiammatoria e la borsite trocanterica
  • Malattia di Legg-Calve-Perthes, una condizione che interrompe l’afflusso di sangue alla parte superiore del femore

  • malattia di Lyme
  • tendinite
  • necrosi avascolare dell’anca

Una frattura dell’anca o un’articolazione dell’anca lussata non causerà rigidità dell’anca, ma sono considerate emergenze mediche. Dovresti cercare immediatamente un trattamento medico se provi dolore intenso e sospetti di esserti fratturato o lussato l’anca.

Quali sono i sintomi dei fianchi rigidi?

La rigidità dell’anca è la sensazione che l’articolazione dell’anca non si muova facilmente come una volta, ed è generalmente dolorosa. Potresti sentire come se l’anca stesse facendo clic o scoppiettando mentre ti muovi.

Anche la tua mobilità potrebbe essere influenzata. A volte la rigidità dell’anca può farti muoverti più lentamente del solito.

Quando dovrei cercare assistenza medica?

Rivolgiti immediatamente a un medico se hai i seguenti sintomi:

  • brividi
  • febbre
  • sensazione di svenimento o stordimento
  • forte dolore, specialmente nella parte superiore della coscia o nell’inguine, che peggiora quando si tenta di sollevare la gamba o ruotarla verso l’esterno
  • improvvisa eruzione cutanea o arrossamento intorno all’anca
  • cambiamenti visibili all’articolazione dell’anca, come una deformità dell’anca

Dovresti consultare urgentemente un medico se continui a provare dolore all’anca o hai difficoltà a muovere l’articolazione dell’anca, anche in assenza di una lesione nota.

Anche l’improvvisa incapacità di sopportare il peso senza forti dolori all’anca o instabilità è motivo di grande preoccupazione.

Come vengono diagnosticate le anche rigide?

Il medico può diagnosticare un’anca rigida prendendo la tua storia medica, eseguendo un esame fisico e facendo scansioni di imaging.

Il tuo storia medica implica quanto segue:

  • qualsiasi condizione medica che ti è stata diagnosticata
  • eventuali cadute o lesioni recenti
  • una descrizione dettagliata della rigidità dell’anca
  • una revisione di altri sintomi

Durante un esame fisico, il medico eseguirà le seguenti azioni:

  • guarda la pelle che circonda l’anca
  • toccare l’articolazione per determinare le aree dolenti e la gamma di movimento dei fianchi
  • esaminarti per eventuali difficoltà o deformità mentre cammini

Studi di imaging può includere una radiografia o una risonanza magnetica.

Come vengono trattate le anche rigide?

Il trattamento per un’anca rigida dipende dalla causa sottostante.

L’artrite dell’anca viene in genere trattata con farmaci antinfiammatori e terapia fisica. Il medico può anche raccomandare l’artroplastica totale dell’anca.

Esempi di trattamenti a domicilio per un’anca rigida includono:

  • applicare calore o ghiaccio sull’anca interessata con una copertura per prevenire ustioni o congelamento
  • eseguire esercizi di terapia fisica o occupazionale a casa per migliorare la mobilità
  • riposare l’articolazione dell’anca colpita o dolorante
  • allungando i muscoli dell’anca per ridurre la tensione
  • prendendo farmaci antinfiammatori, come naprossene (Aleve, Naprosyn) e ibuprofene (Advil, Motrin), che possono anche alleviare il dolore

Il medico può prescrivere farmaci più forti se questi trattamenti non sono sufficienti per alleviare la rigidità dell’anca. Questi includono farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), antidolorifici e steroidi per ridurre l’infiammazione.

Sono disponibili anche colpi di cortisone per alleviare la rigidità dell’anca.

In definitiva, la rigidità dell’anca dovuta a lesioni o OA può richiedere un intervento chirurgico. Ciò include una sostituzione totale dell’anca, che comporta la rimozione della porzione dell’anca danneggiata e la sua sostituzione con un’articolazione dell’anca artificiale. La chirurgia è quasi sempre considerata un trattamento di ultima istanza.

3 posizioni yoga per fianchi stretti

Come si possono prevenire le anche rigide?

La rigidità dell’anca non è sempre prevenibile. Tuttavia, mantenere un peso sano può ridurre lo stress e la tensione sui fianchi. Riscaldare, allungare e raffreddare correttamente durante l’allenamento può aiutare a prevenire l’anca rigida.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here