Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cosa causa la perdita del gusto e come riacquistarlo

Cosa causa la perdita del gusto e come riacquistarlo

0
6

Il tuo senso del gusto e l’olfatto lavorano insieme per rendere piacevole il cibo o avvisare che è andato a male.

Ogni anno, oltre 200.000 persone cercano assistenza per problemi di gusto o olfatto. Sono così intrecciati che a volte, quella che sembra essere una perdita del gusto è in realtà una perdita dell’olfatto. La vera perdita del gusto (ageusia) è rara.

Molte cose possono interferire con il gusto, ma il gusto di solito ritorna quando la causa viene risolta.

La perdita del gusto può anche essere un segno di COVID-19. I ricercatori stanno ancora cercando di capire come il virus influenzi il gusto e perché questo sintomo possa persistere.

Continua a leggere mentre esploriamo alcune cause della perdita del gusto e come riconquistare le tue papille gustative.

Come riconquistare il gusto per varie cause di perdita

A seconda della causa, la mancanza di gusto può risolversi da sola o trattando la causa. Nel frattempo evitate la tentazione di aggiungere zucchero o sale. Sperimenta con una varietà di cibi, erbe e spezie.

COVID-19

Circa l’80% delle persone che risultano positive al test COVID-19 afferma che il gusto o l’olfatto sono stati colpiti. Le ragioni non sono del tutto chiare, ma potrebbero essere correlate a congestione o infiammazione del naso.

Altri sintomi includono tosse, febbre e affaticamento. Difficoltà respiratorie o dolore toracico segnalano un’emergenza medica.

Anche senza altri sintomi, la perdita del gusto può essere indicativa di COVID-19, quindi parla con un medico dei test o iscriviti per un test con un fornitore della comunità. Se sei positivo, mantieniti idratato e riposati molto. Prendi medicinali da banco (OTC) per il dolore e la febbre.

Alcune persone scoprono che l’odore e il gusto tornano alla normalità quando i sintomi si risolvono. Altri continuano a mancare di odore e sapore. Gli effetti a lungo termine di COVID-19 sono ancora in fase di studio, ma è possibile che la perdita del gusto diventi permanente per alcuni.

Infezione delle vie respiratorie superiori

Qualsiasi tipo di infezione del tratto respiratorio superiore può influenzare il senso del gusto. Ciò include il comune raffreddore e l’influenza, che possono causare congestione nasale, tosse e starnuti. L’influenza può anche causare febbre.

I sintomi del raffreddore e dell’influenza vengono trattati con:

  • antistaminici
  • decongestionanti
  • medicinali per la tosse e pastiglie per la gola
  • farmaci contro l’influenza su prescrizione

Gli antibiotici non funzionano per le infezioni virali come raffreddore e influenza. Possono essere usati per infezioni batteriche, come mal di gola e alcune infezioni dell’orecchio.

Probabilmente riacquisterai il senso del gusto man mano che l’infezione scompare. Alcune infezioni virali possono causare danni permanenti al gusto.

Allergie, problemi ai seni nasali

Le allergie e le infezioni del seno possono causare infiammazione e congestione, che influiscono sull’olfatto e sul gusto. Le infezioni del seno sono trattate con:

  • risciacqui nasali o spray
  • Farmaci antidolorifici da banco
  • antibiotici

La maggior parte delle persone riacquista gradualmente il senso dell’olfatto e del gusto man mano che gli altri sintomi migliorano.

polipi nasali

I polipi nasali sono protuberanze morbide e indolori che crescono nei passaggi nasali o nei seni. Sono causati da un’infiammazione cronica associata a:

  • allergie
  • asma
  • infezione ricorrente
  • disturbi immunitari immune
  • sensibilità ai farmaci

Oltre alla perdita del senso del gusto e dell’olfatto, i sintomi possono includere:

  • soffocamento, naso che cola
  • dolore e pressione facciali, dolore ai denti superiori, mal di testa
  • russare
  • epistassi frequenti

Un medico può prescrivere farmaci per ridurre i polipi nasali. Possono anche essere rimossi chirurgicamente, ma i polipi possono ripresentarsi.

Alcuni farmaci

Alcuni farmaci possono alterare o diminuire il senso del gusto. Questi includono:

  • farmaci psicotropi
  • farmaci per la vescica
  • antistaminici
  • antibiotici
  • farmaci per abbassare il colesterolo
  • farmaci per la pressione sanguigna

Alcuni medicinali tendono a causare secchezza delle fauci, che può rendere più difficile il gusto del cibo.

Se la tua medicina sembra influenzare il gusto, non smettere di prenderla finché non parli con il tuo medico di alternative. Nel frattempo, cerca di mantenere la bocca umida.

Trattamento per il cancro

La chemioterapia e le radiazioni alla testa o al collo possono alterare o indebolire il senso del gusto. Questo di solito si risolve una volta terminato il trattamento. Nel frattempo, ecco alcune altre cose che puoi provare:

  • Prova i cibi freddi, che possono essere più facili da gustare rispetto ai cibi caldi.
  • Bevi molti liquidi.
  • Lavati i denti prima e dopo aver mangiato.
  • Chiedi al tuo medico di consigliarti prodotti che possono aiutare con la secchezza delle fauci.
  • Mente, gomme da masticare e l’uso di utensili di plastica anziché di metallo possono aiutare con un gusto metallico temporaneo.

Il morbo di Alzheimer

Le persone con demenza, comprese quelle con malattia di Alzheimer, possono sperimentare un calo dell’olfatto e del gusto. Altre cose che contribuiscono alle difficoltà alimentari e nutrizionali includono:

  • farmaci
  • difficoltà a riconoscere gli alimenti
  • difficoltà a passare attraverso i passaggi del consumo di un pasto

Il passaggio a farmaci diversi, ove possibile, può essere utile, ma è improbabile che la perdita del gusto dovuta alla demenza e all’invecchiamento venga notevolmente migliorata. Un dietologo autorizzato può aiutare con la pianificazione dei pasti e la guida nutrizionale.

Carenze nutrizionali

Alcune carenze nutrizionali potrebbero ridurre al minimo il senso del gusto. Ad esempio, lo zinco è vitale per il gusto e l’olfatto. Probabilmente otterrai abbastanza zinco attraverso una dieta normale e varia. Lo zinco si trova nel pollo, nella carne rossa e nei cereali per la colazione fortificati.

Le donne hanno bisogno di 8 milligrammi al giorno e gli uomini di 11 milligrammi. Se pensi di avere una carenza di zinco, parla con un medico della tua dieta e se dovresti assumere un integratore. Non assumere integratori senza prima aver parlato con un medico.

Problemi dentali

Tutto ciò che colpisce la bocca può sicuramente influenzare il tuo senso del gusto, come ad esempio:

  • estrazione del dente del giudizio
  • malattia gengivale
  • infezione
  • igiene orale inadeguata

Se hai altri sintomi dentali, come dolore alla bocca, gonfiore o sapore sgradevole in bocca, consulta un dentista. Trattare la fonte del problema dovrebbe aiutare a ripristinare il senso del gusto. Una buona igiene orale comprende visite dentistiche regolari e uso quotidiano di spazzolino e filo interdentale.

Invecchiamento

Non è insolito perdere gradualmente l’olfatto e il gusto con l’avanzare dell’età. Tuttavia, non è normale perdere completamente il senso del gusto. Parla con un medico della perdita del gusto e di qualsiasi altro sintomo che hai. Determinare e trattare la causa può aiutarti a ritrovare il tuo gusto.

Esposizione chimica

L’elevata esposizione a determinate sostanze chimiche può contribuire alla perdita del gusto. Ad esempio, un’elevata esposizione ai pesticidi può causare una compromissione a lungo termine dell’olfatto e del gusto.

Trauma alla testa

Lesioni alla testa possono farti perdere il senso dell’olfatto e del gusto. La durata dipende dalla posizione e dall’estensione della lesione e da come viene trattata.

Altre cause

L’alterazione o la mancanza di gusto può essere sintomatica di:

  • morbo di Parkinson
  • sclerosi multipla (SM)
  • ghiandola pituitaria ipoattiva (ipopituitarismo)

Non è sempre così, ma i sintomi possono migliorare con il trattamento per la condizione sottostante.

Altre potenziali cause sono:

  • fumare
  • bevendo alcool
  • bruciando la tua lingua

Le tue papille gustative potrebbero riprendersi se riduci il fumo e il consumo di alcolici o se la lingua guarisce da un’ustione. Smettere può essere difficile, ma un medico può aiutarti a creare un piano che funzioni per te.

Quando vedere un dottore

Perdere il senso del gusto mentre si allatta un raffreddore, un’allergia o un’influenza è probabilmente temporaneo. Ma in alcuni casi, potrebbe essere un segno di una condizione grave. A lungo termine, può portare a un’alimentazione insufficiente o eccessiva, alla malnutrizione e a una qualità della vita peggiore.

Consultare un medico se la perdita del gusto va ben oltre un recente attacco di congestione o malattia, si è manifestata improvvisamente o è accompagnata da altri sintomi.

Se necessario, un medico può indirizzarti a un otorinolaringoiatra, noto anche come specialista dell’orecchio, del naso e della gola (ORL) per la valutazione.

avvertimento

Anche se non hai altri sintomi, perdere il senso del gusto potrebbe essere un segno di COVID-19. Se pensi che questa sia una possibilità, è importante autoisolarsi immediatamente. Non recarti nello studio del tuo medico, in quanto ciò potrebbe esporre altre persone. Chiama per organizzare una visita virtuale o un test COVID-19.

Chiama il 911 se hai:

  • problemi di respirazione
  • dolore toracico persistente o pressione
  • confusione
  • incapacità di svegliarsi o rimanere svegli
  • labbra o viso bluastre

Informa in anticipo i medici e i soccorritori che potresti avere il COVID-19 in modo che possano prendere le dovute precauzioni.

Diagnosi della causa

La diagnosi inizierà con una discussione sui sintomi, sull’anamnesi e sull’esame obiettivo di orecchie, naso e gola. Un medico ORL potrebbe chiederti di assaggiare e confrontare una varietà di cose per misurare l’entità dei tuoi problemi di gusto.

Questo aiuterà a determinare la causa o i prossimi passi verso la diagnosi.

Porta via

Il senso del gusto è fortemente connesso all’olfatto. Hai bisogno di entrambi per assaporare completamente il cibo.

Molte cose possono interferire con il gusto, comprese allergie, raffreddori e influenza. Il gusto normale di solito ritorna quando altri sintomi si risolvono.

Se hai una persistente perdita del gusto, con o senza altri sintomi, consulta un medico. Potrebbe essere un segno di una condizione sottostante. Anche la perdita del senso del gusto è associata al COVID-19.

Trattare la causa può spesso aiutare a rimettere in carreggiata le tue papille gustative.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here