Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Conta degli eosinofili: cos’è e cosa significa

Conta degli eosinofili: cos’è e cosa significa

0
7

Cos’è una conta degli eosinofili?

I globuli bianchi sono una parte importante del sistema immunitario del tuo corpo. Sono fondamentali per proteggerti dall’invasione di batteri, virus e parassiti. Il tuo midollo osseo produce tutti e cinque i diversi tipi di globuli bianchi nel corpo.

Ogni globulo bianco vive ovunque da diverse ore a diversi giorni nel flusso sanguigno. Un eosinofilo è un tipo di globulo bianco. Gli eosinofili sono immagazzinati nei tessuti di tutto il corpo, sopravvivendo fino a diverse settimane. Il midollo osseo riempie continuamente l’apporto di globuli bianchi del corpo.

Il numero e il tipo di ogni globulo bianco nel tuo corpo possono fornire ai medici una migliore comprensione della tua salute. Livelli elevati di globuli bianchi nel sangue possono essere un indicatore di una malattia o infezione. Livelli elevati spesso significano che il tuo corpo invia sempre più globuli bianchi per combattere le infezioni.

Un conteggio degli eosinofili è un esame del sangue che misura la quantità di eosinofili nel corpo. Livelli anormali di eosinofili vengono spesso scoperti come parte di un esame emocromocitometrico completo (CBC) di routine.

La ricerca in corso continua a scoprire un elenco in espansione di ruoli svolti dagli eosinofili. Sembra ora che quasi tutti i sistemi del corpo si basino in qualche modo sugli eosinofili. Due funzioni importanti sono all’interno del tuo sistema immunitario. Gli eosinofili distruggono i germi invasori come virus, batteri o parassiti come gli anchilostomi. Hanno anche un ruolo nella risposta infiammatoria, soprattutto se è coinvolta un’allergia.

L’infiammazione non è né buona né cattiva. Aiuta a isolare e controllare la risposta immunitaria nel sito di un’infezione, ma un effetto collaterale è il danno tissutale circostante. Le allergie sono risposte immunitarie che spesso comportano infiammazioni croniche. Gli eosinofili svolgono un ruolo significativo nell’infiammazione correlata ad allergie, eczema e asma.

Perché ho bisogno di una conta degli eosinofili?

Il medico può scoprire livelli anormali di eosinofili quando viene eseguita una differenza di conta dei globuli bianchi. Un test differenziale della conta dei globuli bianchi viene spesso eseguito insieme a un esame emocromocitometrico completo (CBC) e determina la percentuale di ciascun tipo di globuli bianchi presenti nel sangue. Questo test mostrerà se hai un conteggio anormalmente alto o basso di globuli bianchi. La conta dei globuli bianchi può variare in determinate malattie.

Il medico può anche ordinare questo test se sospetta malattie o condizioni specifiche, come:

  • una reazione allergica estrema
  • una reazione farmacologica
  • alcune infezioni parassitarie

Come mi preparo per un conteggio degli eosinofili?

Non sono necessarie preparazioni speciali per questo test. Informi il medico se sta assumendo farmaci per fluidificare il sangue come il warfarin (Coumadin). Il medico potrebbe consigliarti di interrompere l’assunzione di determinati farmaci.

I farmaci che possono causare un aumento della conta degli eosinofili includono:

  • pillole dietetiche
  • interferone, che è un farmaco che aiuta a trattare le infezioni

  • alcuni antibiotici
  • lassativi che contengono psillio

  • tranquillanti

Prima del test, assicurati di informare il tuo medico di eventuali farmaci o integratori che stai assumendo.

Cosa succede durante una conta degli eosinofili?

Un operatore sanitario preleverà un campione di sangue dal tuo braccio seguendo questi passaggi:

  1. Per prima cosa, puliranno il sito con un tampone di soluzione antisettica.
  2. Quindi inseriranno un ago nella tua vena e collegheranno un tubo da riempire di sangue.
  3. Dopo aver prelevato abbastanza sangue, rimuoveranno l’ago e copriranno il sito con una benda.
  4. Quindi invieranno il campione di sangue a un laboratorio per l’analisi.

Cosa significano i risultati?

Risultati normali

Negli adulti, una normale lettura del campione di sangue mostrerà meno di 500 cellule eosinofile per microlitro di sangue. Nei bambini, i livelli di eosinofili variano con l’età.

Risultati anormali

Se hai più di 500 cellule eosinofile per microlitro di sangue, significa che hai un disturbo noto come eosinofilia. L’eosinofilia è classificata come lieve (500-1.500 cellule eosinofili per microlitro), moderata (1.500-5.000 cellule eosinofile per microlitro) o grave (maggiore di 5.000 cellule eosinofile per microlitro). Ciò può essere dovuto a uno dei seguenti motivi:

  • un’infezione da vermi parassiti
  • una malattia autoimmune
  • gravi reazioni allergiche
  • eczema
  • asma
  • allergie stagionali
  • leucemia e alcuni altri tumori

  • colite ulcerosa
  • scarlattina
  • lupus
  • Morbo di Crohn
  • una significativa reazione al farmaco
  • un rigetto del trapianto d’organo

Una conta degli eosinofili anormalmente bassa può essere il risultato di intossicazione da alcol o produzione eccessiva di cortisolo, come nella malattia di Cushing. Il cortisolo è un ormone prodotto naturalmente dall’organismo. Il basso numero di eosinofili può anche essere dovuto all’ora del giorno. In condizioni normali, la conta degli eosinofili è più bassa al mattino e più alta la sera.

A meno che non si sospetti l’abuso di alcol o la malattia di Cushing, bassi livelli di eosinofili non sono generalmente motivo di preoccupazione a meno che anche la conta di altri globuli bianchi non sia anormalmente bassa. Se tutti i conteggi di globuli bianchi sono bassi, questo può segnalare un problema con il midollo osseo.

Quali sono le complicazioni associate alla conta degli eosinofili?

Un conteggio degli eosinofili utilizza un prelievo di sangue standard, che probabilmente hai avuto molte volte nella tua vita.

Come con qualsiasi analisi del sangue, ci sono rischi minimi di subire lividi minori nel sito dell’ago. In rari casi, la vena può gonfiarsi dopo il prelievo di sangue. Questo si chiama flebite. Puoi trattare questa condizione applicando un impacco caldo più volte al giorno. Se questo non è efficace, dovresti consultare il tuo medico.

Un sanguinamento eccessivo potrebbe essere un problema se hai una malattia emorragica o se prendi farmaci per fluidificare il sangue, come il warfarin (Coumadin) o l’aspirina. Ciò richiede cure mediche immediate.

Cosa succede dopo una conta degli eosinofili?

In caso di allergia o infezione parassitaria, il medico prescriverà un trattamento a breve termine per alleviare i sintomi e riportare la conta dei globuli bianchi alla normalità.

Se la conta degli eosinofili indica una malattia autoimmune, il medico potrebbe voler condurre più test per determinare il tipo di malattia che hai. Un’ampia varietà di altre condizioni può causare alti livelli di eosinofili, quindi è importante lavorare con il medico per capire la causa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here