Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Comprensione della progressione della spondilite anchilosante

Comprensione della progressione della spondilite anchilosante

0
5

Comprendere la progressione della spondilite anchilosante

Il mal di schiena è un disturbo medico comune, ma troppe persone lo considerano una parte naturale dell’invecchiamento o solo un problema fastidioso. Il mal di schiena cronico non è normale e non è una condizione che dovrebbe essere lasciata non trattata. Può essere un sintomo di spondilite anchilosante.

Questa condizione è un tipo di spondiloartrite assiale. Fino all’1% degli americani, o circa 2,7 milioni di adulti, può essere influenzato da questa famiglia di malattie. Continua a leggere per conoscere la spondilite anchilosante e quali effetti potrebbe avere sul tuo corpo.

Cos’è la spondilite anchilosante?

La spondilite anchilosante è una malattia infiammatoria progressiva e una forma di artrite. La malattia causa gonfiore alla colonna vertebrale e alle articolazioni vicine, soprattutto dove tendini e legamenti si collegano all’osso. Nel tempo, l’infiammazione cronica può causare la fusione delle vertebre della colonna vertebrale. Di conseguenza, la colonna vertebrale diventa meno flessibile.

Molte persone con la malattia si piegano in avanti a causa dell’indebolimento di alcuni muscoli della colonna vertebrale. Nei casi avanzati della malattia, l’infiammazione può essere così grave che una persona non può alzare la testa per vedere di fronte a sé.

Chi è affetto dalla spondilite anchilosante?

I fattori di rischio più comuni includono:

  • Il tuo sesso: gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia rispetto alle donne.
  • I tuoi geni: i ricercatori hanno identificato un gene comune nelle persone con spondilite anchilosante. Il HLA-B27 si trova in circa l’8% degli americani. Tuttavia, solo il 2% circa delle persone nate con il gene svilupperà effettivamente la malattia.
  • La tua età: la spondilite anchilosante mostra generalmente i primi segni e sintomi nella giovane età adulta.

Fasi iniziali

I primi sintomi della spondilite anchilosante sono facili da ignorare. Ecco perché la maggior parte delle persone non cerca cure fino a quando la malattia non è progredita.

I primi sintomi includono:

  • mal di schiena
  • rigidità, soprattutto al mattino
  • aumento dei sintomi dopo aver dormito o essere stato inattivo per un lungo periodo di tempo

La spondilite anchilosante colpisce spesso queste articolazioni:

  • l’articolazione tra la colonna vertebrale e il bacino, nota come articolazione sacroiliaca
  • le vertebre, soprattutto nella parte bassa della schiena
  • articolazioni dell’anca
  • articolazioni della spalla
  • costolette
  • lo sterno

Quando la spondilite anchilosante non viene trattata

Se non trattata, l’infiammazione cronica può alla fine causare la fusione delle vertebre della colonna vertebrale. Potresti avere una ridotta libertà di movimento quando ti pieghi, torni o giri. Potresti anche avere un dolore alla schiena maggiore e più frequente.

L’infiammazione della colonna vertebrale e delle vertebre può diffondersi ad altre articolazioni, inclusi fianchi, spalle e costole. L’infiammazione può colpire i tendini e i legamenti che si collegano alle ossa. In alcuni casi, l’infiammazione può diffondersi ad organi, come l’intestino o persino i polmoni.

I pericoli di non essere trattati

Lasciare la spondilite anchilosante non trattata può portare a una o più di queste condizioni:

  • Uveite: l’infiammazione che si diffonde agli occhi può causare dolore, sensibilità alla luce e visione offuscata.
  • Difficoltà a respirare: le articolazioni rigide delle costole e dello sterno possono impedirti di respirare profondamente o di gonfiare completamente i polmoni.
  • Fratture: le ossa danneggiate e indebolite possono rompersi facilmente. Le fratture nella colonna vertebrale possono danneggiare il midollo spinale ei nervi che lo circondano.
  • Danno cardiaco: l’infiammazione che si diffonde al cuore può causare un’infiammazione dell’aorta. Una valvola aortica danneggiata può compromettere la capacità del cuore di funzionare correttamente.

Spondilite anchilosante e osteoporosi

Le ossa indebolite sono comuni nelle persone con spondilite anchilosante. Queste ossa deboli e fragili lasciano il posto all’osteoporosi, una condizione che aumenta il rischio di fratture spinali. Fino alla metà di tutti i pazienti con spondilite anchilosante può anche avere l’osteoporosi.

Lavorare con il tuo dottore

La spondilite anchilosante non ha cura. Prima tu e il tuo medico lo rilevate e diagnosticate, meglio è. Il trattamento può aiutare a prevenire il peggioramento dei sintomi e alleviare ciò che stai vivendo. Può anche rallentare la progressione della malattia e ritardare l’insorgenza di ulteriori problemi.

È importante che tu lavori a stretto contatto con il tuo medico per trovare un piano di trattamento che affronti al meglio il disagio e i problemi che stai riscontrando. Anche se non puoi curarlo, puoi trovare aiuto. Il trattamento può aiutarti a condurre una vita normale e produttiva, nonostante la tua diagnosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here