Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Come l’MDMA (Molly) si confronta con la cocaina

Come l’MDMA (Molly) si confronta con la cocaina

0
78

Potresti immaginare i funghi psilocibina (aka funghi magici) e l’LSD come molto simili poiché entrambi hanno la reputazione di produrre esperienze psichedeliche sconvolgenti. Ma questi due farmaci hanno differenze chiave che hanno un impatto sia sulle persone che li usano che sui ricercatori che li studiano.

Lo stesso vale per molte altre droghe che tendono ad essere utilizzate in circostanze simili, tra cui l’MDMA (molly) e la cocaina. Le persone tendono a usare entrambe le droghe in situazioni di festa. Ma come i funghi e l’LSD, Molly e Coca-Cola presentano alcune differenze sostanziali.

Ecco uno sguardo più da vicino a come Molly e coca differiscono quando si tratta dei loro effetti, rischi ed esperienze di caduta.

Crediamo che la salute e il benessere siano per tutti. Ecco perché ci impegniamo a fornire informazioni imparziali e basate sull’evidenza sui farmaci, comprese le strategie di riduzione del danno, indipendentemente dallo stato legale.

Ulteriori informazioni sui principi di riduzione del danno.

Gli effetti di molly vs. coca cola

La cocaina e l’MDMA sono entrambi considerati stimolanti, quindi tendono a causare simili sentimenti di energia, euforia e vigilanza (da qui la loro popolarità come droghe da festa).

Sia la cocaina che l’MDMA possono anche causare:

  • frequenza cardiaca elevata
  • pressione sanguigna elevata
  • pupille dilatate
  • digrignare i denti
  • bocca asciutta
  • sudorazione

Che dire dello “sballo” associato a Molly vs Coca Cola?

Nonostante i loro effetti simili, questi farmaci funzionano in modo diverso nel cervello, creando due esperienze molto distinte:

  • MDMA: Oltre ad essere uno stimolante, Molly è anche un entactogeno. Gli entactogeni sono farmaci che possono produrre sentimenti di empatia, connessione e amore. Di conseguenza, l’MDMA tende ad essere associato a una maggiore emotività e comportamento sessuale. Alcune persone riferiscono anche di avere una consapevolezza del tempo rallentata o modificata.
  • Cocaina. Rispetto all’MDMA, la cocaina tende a produrre più sentimenti di fiducia e sicurezza in se stessi. Le persone tendono anche a descrivere gli effetti della cocaina come una sensazione più intensa e di breve durata rispetto a quelli dell’MDMA.

Tieni presente che “impostazione e impostazione” – la tua mentalità e l’ambiente circostante quando usi una droga – possono avere una grande influenza sulla tua esperienza con varie sostanze.

Se sei molto stressato o senti la pressione degli altri, potresti avere un’esperienza più ansiosa, spaventosa o generalmente negativa. Lo stesso vale per qualcuno che consuma droghe in un luogo disorientante, fortemente stimolante o sconosciuto.

La rimonta di Molly vs Coca-Cola

Quasi tutti i farmaci includono un periodo di sospensione acuto, spesso chiamato “comedown”, e la cocaina e l’MDMA non fanno eccezione. Entrambi influiscono sui livelli di vari neurotrasmettitori, vale a dire serotonina, dopamina e noradrenalina, nel cervello.

Ma la cocaina tende ad avere un impatto maggiore sulla dopamina, mentre l’MDMA ha un effetto più forte sulla serotonina. Questa differenza fornisce alcuni indizi sul comedown associato a ciascuno.

La cocaina agisce bloccando la ricaptazione della dopamina, alias il neurotrasmettitore del “sentirsi bene” che ti aiuta a provare piacere, tra le altre cose.

Le cellule del cervello producono dopamina e la depositano negli spazi tra i neuroni, chiamati fessure sinaptiche. La dopamina deve trovarsi in questa fessura per svolgere il suo lavoro nel cervello e produrre molti degli effetti associati alla cocaina.

Di solito, le cellule intorno alla fessura assorbono parte della dopamina, diminuendone gli effetti. La cocaina blocca questo processo, lasciando più dopamina nella fessura.

Un esempio simile può essere visto negli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), un tipo comune di antidepressivo. Gli SSRI mantengono più serotonina, un neurotrasmettitore legato alle sensazioni di rilassamento e felicità, disponibile nella fessura sinaptica dove può esercitare i suoi effetti.

anche MDMAfunziona come un inibitore della ricaptazione della serotonina, ma con una differenza fondamentale. Gli SSRI creano un effetto controllato bloccando selettivamente la ricaptazione della serotonina (da cui il nome).

L’MDMA, d’altra parte, lancia un’ampia rete, bloccando ampiamente questa ricaptazione. Ecco perché Molly può produrre rapidamente sentimenti di felicità e amore, mentre gli SSRI producono sentimenti di appagamento più delicati, con un inizio più lento e più controllato.

Quando i farmaci svaniscono, tutta la serotonina e la dopamina in eccesso vengono riassorbite o scomposte. Possono volerci un giorno o due prima che il tuo cervello ricostruisca i suoi normali livelli di neurotrasmettitore, durante i quali molte persone riferiscono di sentirsi “basso” o di notare sintomi simil-influenzali.

A causa dei loro effetti sui diversi neurotrasmettitori, la cocaina e l’MDMA possono produrre esperienze di discesa leggermente diverse.

Scendere dall’MDMA tende a coinvolgere:

  • sentimenti di depressione
  • fatica
  • irritabilità

Scendere dalla cocaina può comportare:

  • malessere
  • dolori muscolari
  • sensibilità alla luce e al suono.

Man mano che il tuo cervello ricostruisce il suo stock di neurotrasmettitori esauriti, inizierai gradualmente a sentirti meglio.

Rischi per la salute e sicurezza per molly vs. coca cola

La cocaina e l’MDMA sono droghe abbastanza popolari, ma ciò non significa che non comportino rischi.

Convulsioni

In quanto stimolanti, sia la cocaina che l’MDMA aumentano il metabolismo del tuo corpo. La frequenza cardiaca, la temperatura sanguigna, la temperatura corporea e la respirazione aumentano.

Questi effetti non sono sempre intrinsecamente pericolosi, ma possono aumentare le probabilità che alcune persone sperimentino un attacco, soprattutto se ne hanno già sperimentato uno in precedenza.

Inoltre, la cocaina ha un impatto sui neurotrasmettitori GABA e glutammato, che possono portare a troppo glutammato e non abbastanza GABA. Questo squilibrio può aumentare il rischio di avere un attacco.

Problemi cardiaci

La cocaina può contribuire a una serie di problemi cardiaci. Non solo influisce sul ritmo interno del tuo cuore che lo fa battere, ma stringe anche i piccoli vasi sanguigni che alimentano il muscolo. Se i vasi sanguigni si stringono abbastanza da fermare il flusso di sangue, può causare un infarto. Questo rischio è maggiore se hai una storia di malattie cardiache o un’altra condizione cardiaca sottostante.

Sindrome serotoninergica

A causa del suo effetto sui livelli di serotonina, l’MDMA può causare qualcosa chiamato sindrome serotoninergica, una condizione che deriva da troppa serotonina nel corpo, se mescolato con altre sostanze che aumentano la serotonina.

I sintomi della sindrome serotoninergica includono:

  • alta temperatura corporea
  • disorientamento
  • confisca
  • tremori
  • diarrea
  • sudorazione

La sindrome serotoninergica correlata a Molly coinvolge tipicamente gli antidepressivi, inclusi gli SSRI, gli SNRI, gli IMAO e gli antidepressivi triciclici.

Assumere una delle seguenti sostanze con MDMA potrebbe teoricamente portare anche alla sindrome serotoninergica:

  • alcune erbe, tra cui l’erba di San Giovanni e il ginseng
  • triptani, un tipo di farmaco per l’emicrania
  • farmaci da banco contenenti destrometorfano

Sebbene la sindrome serotoninergica non sia comune, in alcuni casi può essere pericolosa per la vita. Quindi, è meglio chiamare immediatamente il 911 se noti che qualcuno ha questi sintomi.

Disturbi da uso di sostanze

È poco chiaro se l’uso di Molly da solo può contribuire al disturbo da uso di sostanze. Ma alcuni ricerca più antica suggerisce che un piccolo numero di persone che usano Molly si preoccupano del loro uso e cercano un trattamento.

La cocaina, invece, lo è pensiero comportare un rischio più elevato di disturbo da uso di sostanze in parte a causa dei suoi effetti sulle vie della dopamina nel cervello.

Ulteriori informazioni sul legame tra dopamina e disturbi da uso di sostanze.

Contaminazione

A parte i rischi posti intrinsecamente da coca cola e molly, è importante ricordare che le droghe ottenute illegalmente sono spesso contaminate da ingredienti inaspettati.

Ad esempio, il levamisolo, un farmaco veterinario per la sverminazione, si trova spesso nella cocaina. Può far sì che il midollo osseo smetta di produrre globuli bianchi chiamati granulociti, lasciandoti vulnerabile alle infezioni. Potrebbe anche essere alla base di alcuni degli effetti meno desiderabili della coca cola, come il gonfiore.

Il fentanil e altre droghe sintetiche si trovano sempre più spesso anche nelle droghe non oppioidi, tra cui coca cola e molly. Anche una piccola quantità di contaminazione da fentanil può aumentare notevolmente il rischio di subire un sovradosaggio potenzialmente fatale.

I potenziali segni di un sovradosaggio includono:

  • corpo inerte
  • respirazione lenta o interrotta
  • labbra o unghie blu
  • essere insensibili, anche quando strofini le nocche sul loro sterno

Se qualcuno mostra questi sintomi, chiama subito il 911 o il numero di emergenza locale.

Se hai intenzione di usare molly o coca cola, ci sono alcuni passaggi che puoi adottare per ridurre il rischio di sovradosaggio:

  • Metti alla prova i tuoi farmaci. È possibile ottenere strisce reattive per fentanil gratuite ea costo ridotto da NextDistro o dal programma di assistenza siringhe locale.
  • Porta il naloxone. Il naloxone è un farmaco che può invertire un sovradosaggio da oppioidi. Puoi ordinarlo per posta e imparare a usarlo da NextDistro. Assicurati che tu e le persone con cui sei sappiate quando e come usarlo.
  • Non usare da solo. Assicurati sempre che ci sia qualcuno nelle vicinanze che possa intervenire se le cose dovessero cambiare. Puoi anche utilizzare la hotline per la prevenzione del sovradosaggio Never Use Alone, che rimarrà in linea con te e ti invierà aiuto se non rispondi.

La linea di fondo

La cocaina e il molly sono entrambi stimolanti, ma funzionano in modo diverso nel cervello. Questo può creare due esperienze molto distinte, ma entrambe hanno il potenziale per causare seri problemi di salute.

Se hai intenzione di utilizzare uno dei due, ricorda che la community è sicurezza. Assicurati che tutti intorno sappiano come riconoscere un sovradosaggio e cosa fare in risposta.

Claire Zagorski ha conseguito una laurea presso l’Università del Texas ad Austin e un master presso l’Università del North Texas Health Science Center. Ha praticato clinicamente come paramedico in molteplici contesti di trattamento, incluso come membro della Austin Harm Reduction Coalition. Ha fondato Longhorn Stop the Bleed e si impegna a supportare gli operatori sanitari che cercano di integrare i principi di riduzione del danno nella loro pratica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here