Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Come aiutare qualcuno con la depressione

Come aiutare qualcuno con la depressione

0
4

Non è mai facile affrontare la depressione. Per una serie di motivi, le persone depresse possono resistere alla ricerca di aiuto.

I vecchi pregiudizi sulla malattia mentale possono motivare alcune persone a evitare la diagnosi e quindi a non cercare un trattamento. Altri pazienti potrebbero semplicemente non vedere che non si comportano come loro stessi. È qui che entrano in gioco i propri cari. Potrebbe ricadere sulle persone più vicine alla persona depressa esortarla gentilmente a cercare un aiuto professionale.

Fuori dall’ombra

Nuove terapie per la depressione e una più ampia consapevolezza culturale della natura medica di questa condizione hanno contribuito a far uscire la depressione dall’ombra.

Le persone con depressione maggiore possono diventare troppo depresse per prendere l’iniziativa e cercare aiuto. Tra i sintomi della depressione ci sono una visione negativa e un senso di disperazione. Questi sintomi possono rendere difficile per un paziente immaginare di stare meglio.

In questi casi è importante che il partner, l’amico o il familiare insista gentilmente, ma con fermezza, affinché la persona amata riceva aiuto. Parla con loro dei loro sintomi in modo non giudicante. Offriti di fissare un appuntamento con un medico di famiglia o un professionista della salute mentale e assicurati che siano presenti all’appuntamento. Alla fine, non puoi costringere la persona amata a cercare aiuto, ma puoi offrire supporto e incoraggiamento.

Se vai avanti, aiuta la persona amata a preparare le domande per il medico e tieni traccia delle raccomandazioni del medico.

La depressione non è un difetto del carattere

La depressione non è colpa di nessuno, né è una scelta. La depressione è una malattia.

Le persone con depressione clinica non sono in grado di “uscirne” da sole. A volte la depressione si manifesta in modi inaspettati. In genere, una persona può diventare letargica o ritirata, dormire eccessivamente (o lottare contro l’insonnia), sentirsi impotente o senza speranza o mostrare segni di odio per se stessi, senso di colpa o sentimenti di inutilità. Altri possono diventare agitati, irritabili, irrequieti e persino arrabbiati. In questi casi, possono scagliarsi contro le persone a loro più vicine. Tieni presente che questi attacchi non sono personali. La persona ha ancora bisogno di aiuto, nonostante la sua insistenza a essere lasciata sola.

Dopo che la persona amata ha iniziato il trattamento, che si tratti di terapia farmacologica, terapia della parola o entrambe, è importante rimanere coinvolti. Probabilmente avranno bisogno di supporto e incoraggiamento continui. Sii disposto ad ascoltare e diffida di spingere troppo. Dovrai anche essere vigile. Le prime settimane dopo l’inizio del trattamento, ad esempio, sono particolarmente importanti, poiché i pensieri di suicidio possono aumentare per un po ‘di tempo durante questo periodo.

I moderni farmaci antidepressivi richiedono spesso diverse settimane per raggiungere la piena efficacia. Nel frattempo, una persona depressa può scoraggiarsi ancora di più, pensando che le cose non miglioreranno mai. Spetta a una persona cara tenerla in carreggiata, incoraggiandola e rassicurandola.

È anche importante monitorare eventuali cambiamenti in peggio. L’approfondimento della depressione può essere grave e può richiedere una chiamata a un operatore sanitario per ulteriori consigli.

Potresti anche aver bisogno di assicurarti che la persona amata mangi regolarmente e in modo sano e faccia regolarmente esercizio. È stato dimostrato che una buona alimentazione e un regolare esercizio fisico migliorano i sintomi della depressione.

Prenditi cura anche di te stesso

Troppo spesso quando una malattia grave colpisce una persona cara, il partner o il coniuge del paziente concentra tutte le proprie energie nell’aiutare il paziente escludendo i propri bisogni.

La depressione può essere una malattia grave e profondamente preoccupante, ma devi anche prenderti cura di te stesso. È più importante che mai continuare a fare esercizio, mangiare bene e prendersi del tempo per rilassarsi.

Non è il momento di affrontare la situazione da soli. Chiedere aiuto e ulteriore supporto ad amici o familiari. La persona depressa potrebbe voler nascondere la propria diagnosi, ma la segretezza è controproducente. Non puoi e non dovresti sopportare da solo il peso della malattia. Tuttavia, devi tenere presente che non dovresti rivelare la diagnosi della persona amata se non lo desidera. Discuti la questione con la persona depressa e ricorda che la decisione spetta a loro.

Vivere con la depressione può essere stressante. Se la persona amata rifiuta il trattamento o ha appena iniziato il trattamento, potrebbe richiedere un monitoraggio costante. È importante chiedere aiuto. Parla con il medico del tuo partner dei gruppi di supporto a cui potresti unirti. Spesso aiuta sapere che non sei solo.

Organizza un intervento se necessario

Spesso le persone depresse non vogliono o non sono in grado di riconoscere che c’è un problema serio. In tali momenti, potrebbe essere necessario organizzare un intervento. Ancora una volta, è fondamentale cercare aiuto da amici intimi o familiari. Spiega loro la situazione. Quindi programma un momento in cui tutti possono riunirsi per esprimere le tue preoccupazioni collettive.

Tieni presente che dovresti avvicinarti gentilmente alla persona amata. Usa compassione e comprensione, non giudizio. Offriti di prestare sostegno, ma continua a insistere affinché adottino misure per affrontare il problema.

Prevenzione del suicidio

Se pensi che qualcuno sia a rischio immediato di autolesionismo o ferire un’altra persona:

  • Chiama il 911 o il numero di emergenza locale.
  • Resta con la persona fino all’arrivo dei soccorsi.
  • Rimuovi eventuali pistole, coltelli, farmaci o altre cose che potrebbero causare danni.
  • Ascolta, ma non giudicare, discutere, minacciare o urlare.

Se pensi che qualcuno stia prendendo in considerazione il suicidio, chiedi aiuto a una linea diretta per la prevenzione delle crisi o del suicidio. Prova il National Suicide Prevention Lifeline al numero 800-273-8255.

Fonti: National Suicide Prevention Lifeline e Abuso di sostanze e amministrazione dei servizi di salute mentale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here