Coltura delle urine

0
5

Panoramica

Un’urinocoltura è un test in grado di rilevare i batteri nelle urine. Questo test può trovare e identificare i germi che causano un’infezione del tratto urinario (UTI). I batteri, che in genere causano infezioni del tratto urinario, possono entrare nel tratto urinario attraverso l’uretra. Nell’ambiente del tratto urinario, questi batteri possono crescere rapidamente e svilupparsi in un’infezione.

Ulteriori informazioni: cosa vuoi sapere sull’infezione del sistema urinario? »

A chi è rivolto il test?

Le colture di urina possono identificare i microrganismi, tipicamente i batteri, che causano una IVU. Le infezioni del tratto urinario sono più comuni nelle femmine rispetto ai maschi. Questo perché l’uretra di una donna è più corta e molto più vicina all’ano. Pertanto, è molto più facile per i batteri dell’intestino penetrare nelle vie urinarie. I batteri risalgono l’uretra nella vescica, negli ureteri e nei reni, dove possono svilupparsi in un’infezione.

Quali sono i sintomi di una UTI?

I sintomi più comuni di una UTI sono:

  • dolore e fastidio, tipicamente nella zona lombare e addominale
  • dolore durante la minzione
  • febbre
  • sentire il bisogno di urinare frequentemente
  • difficoltà nel flusso di urina

Se hai una UTI, la tua urina potrebbe apparire torbida o addirittura assumere una tonalità rosata o corallo se è presente sangue. Anche se potresti sentire un bisogno costante di urinare, potresti avere difficoltà a far uscire più di una piccola quantità di urina dalla vescica. Nei casi in cui l’infezione sta diventando più grave, potrebbero verificarsi tremori, brividi o vomito.

Come viene somministrato il test?

L’urina per un’urinocoltura può essere raccolta in diversi modi. Il metodo più comune per la raccolta dell’urina è il metodo di cattura pulita a medio flusso. Per questo, raccogli la tua urina in una tazza mentre urini.

Cattura pulita

  1. Prima di iniziare questo processo, un operatore sanitario ti chiederà di lavarti le mani e poi lavare i tuoi genitali con un detergente.
  2. Inizierai a urinare in una tazza sterile fornita dal tuo medico.
  3. La tazza viene quindi data al tuo medico, che la invia a un laboratorio per l’analisi.
Healthline

Sacca per raccolta urinaria

Un campione di urina può anche essere raccolto con una sacca per la raccolta delle urine. Questo metodo viene utilizzato più comunemente con bambini e neonati. Per questa procedura, un sacchetto di plastica viene attaccato con adesivo alle labbra di una ragazza o al pene di un ragazzo. Quando il bambino inizia a urinare, la sacca cattura l’urina, che può quindi essere inviata a un laboratorio per l’analisi.

Catetere

In alcuni casi, un operatore sanitario deve raccogliere un campione di urina con un catetere. Per fare questo, inseriscono un sottile tubo di gomma attraverso l’uretra e nella vescica. Una volta posizionato il catetere, l’operatore sanitario è in grado di raccogliere un campione. Se hai già un catetere urinario in posizione, un operatore sanitario può raccogliere un campione bloccando l’estremità di drenaggio del catetere prima che raggiunga la sacca di drenaggio. Una volta che l’urina passa nel tubo bloccato, il medico utilizza una siringa per rimuovere un campione di urina. I campioni di urina non devono essere prelevati direttamente da una sacca di raccolta del catetere perché l’urina che è stata fuori dal corpo troppo a lungo potrebbe iniziare a far crescere batteri e non costituirà un buon campione.

Aspirazione sovrapubica

In rari casi, il medico potrebbe dover rimuovere un campione di urina dalla vescica con un ago. Questa procedura, chiamata aspirazione sovrapubica, viene utilizzata se i precedenti tentativi di raccolta di un campione non contaminato non hanno avuto successo.

Perché le colture di urina sono importanti durante la gravidanza?

Se sei incinta, il tuo ostetrico potrebbe farti eseguire un’urinocoltura in diversi punti durante le cure prenatali come misura precauzionale. Se hai sviluppato una IVU durante la gravidanza, è essenziale prenderla e trattarla. Le IVU sono comuni in gravidanza e possono, a volte, passare inosservate. Le IVU non trattate possono portare a un travaglio prematuro o a scarsi risultati del lavoro.

Quali sono i rischi del test?

La raccolta di un campione di urina non è dolorosa, a meno che non si provi dolore durante la minzione a causa di una IVU esistente. Non ci sono rischi associati alla preparazione o all’esecuzione di una raccolta delle urine.

Se il medico richiede un campione di urina ottenuto con un catetere, potresti avvertire una certa pressione e fastidio quando il tubo sottile viene inserito attraverso l’uretra. Questi tubi sono lubrificati per ridurre il dolore e rendere la procedura molto più semplice. Raramente, un catetere può creare un buco nell’uretra o nella vescica. Il medico discuterà con te dei modi per ridurre il dolore durante l’esecuzione della procedura.

Come ti prepari per il test?

Prima di iniziare il test, informi il medico se sta assumendo o ha assunto di recente farmaci o vitamine, medicinali e integratori da banco. Questi possono interferire con i risultati del laboratorio. A parte lavarsi le mani e i genitali prima della raccolta pulita, non è necessario prepararsi per un’urinocoltura. Se sai che dovrai eseguire una raccolta delle urine durante un appuntamento con il tuo medico, evita di urinare finché non sarai in grado di raccogliere un campione. Se hai domande o dubbi sul test, sui rischi o sui risultati, parla con il tuo medico.

Quali sono i risultati desiderati?

Per un’urinocoltura, all’urina vengono somministrati diversi giorni per consentire ai batteri, se presenti, di crescere. Il campione viene quindi esaminato al microscopio. Se la tua urina mostra segni di batteri o altri organismi, riceverai un risultato positivo. Se compaiono pochi batteri o organismi, riceverai un risultato del test negativo. La persona che conduce l’urinocoltura sarà anche in grado di determinare quali organismi stanno causando l’infezione, a vista o attraverso un test aggiuntivo.

I risultati di un’urinocoltura sono generalmente pronti in due o tre giorni. Se il risultato è positivo, il medico può prescriverti un antibiotico per aiutare a eliminare i batteri nocivi.

A volte può esserci più di un tipo di batteri o una presenza batterica molto piccola nel campione. In questi casi, potrebbe esserci un ritardo nell’ottenere il risultato. Potrebbe anche essere necessario ripetere il test.

La maggior parte delle IVU sono causate da E. coli, che si trovano spesso nelle feci. Staphylococcuse Proteus sono altre due varietà di batteri che possono causare infezioni del tratto urinario. A volte un’infezione del tratto urinario è causata dalla Candida, che è un lievito che può proliferare. Occasionalmente, una UTI sarà innescata da un’infezione a trasmissione sessuale (STI).

Qual è il trattamento per una UTI?

Un UTI viene spesso trattato con un ciclo di antibiotici. Il tipo di antibiotico prescritto può variare in base al tipo di batteri che stai combattendo, alla tua storia medica e al fatto che la tua UTI sia stata o meno ricorrente. Se continui ad avere infezioni del tratto urinario frequenti, potrebbe essere necessario essere testato per la tua suscettibilità ad esse.

Puoi iniziare a curare una IVU a casa bevendo molta acqua e urinando frequentemente. Ogni opportunità che hai per cercare di scovare alcuni batteri aiuterà il tuo corpo a riprendersi più rapidamente. Gli integratori di vitamina C aiuteranno a rafforzare il tuo sistema immunitario. Pensa a loro come munizioni per i tuoi globuli bianchi mentre combattono l’infezione.

L’erba goldenseal (chiamata anche berberina) è talvolta raccomandata per il trattamento supplementare delle infezioni del tratto urinario. Un tempo, si credeva che bere succo di mirtillo rosso non zuccherato eliminasse i batteri cattivi dalle vie urinarie. Tuttavia, negli ultimi anni, tale affermazione è diventata difficile da provare.

prospettiva

Se sospetti di avere una IVU, probabilmente è perché hai sintomi fastidiosi. Un trattamento adeguato dell’infezione dovrebbe risolvere la maggior parte del disagio entro 48 ore. Indossare biancheria intima di cotone ampia e lavarsi frequentemente può aiutare a prevenire la ricomparsa dell’infezione.

Un UTI non è generalmente motivo di allarme. Ma se pensi di averne uno, cerca un trattamento medico. È possibile che si intensifichi e provochi un’infezione renale che colpisce l’intero corpo.

Dolore alla parte bassa della schiena o al lato sotto le costole e sensazione di tremolio e debolezza sono sintomi che non dovresti ignorare. Se noti questi sintomi, contatta il tuo medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here