Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Chirurgia per un menisco lacerato: cause, procedure e recupero

Chirurgia per un menisco lacerato: cause, procedure e recupero

0
54

Un menisco lacerato deriva da danni o degenerazione ai menischi delle ginocchia. Questa lesione è comunemente vista a causa di un uso eccessivo tra gli atleti, ma i menischi lacerati possono anche verificarsi con l’età a causa della degenerazione naturale.

I menischi sono a forma di mezzaluna pezzi di fibrocartilagine che sono essenziali per la funzione e la salute dell’articolazione del ginocchio. Ce ne sono due in ogni ginocchio tra il femore e le ossa della tibia e aiutano con il carico e l’assorbimento degli urti.

All’inizio, un menisco lacerato può essere asintomatico. L’ulteriore uso dei menischi feriti può portare a gonfiore cronico, dolore e rumori di clic. I sintomi possono peggiorare soprattutto dopo l’attività.

Esistono diversi trattamenti conservativi per un menisco lacerato, tra cui riposo, farmaci antidolorifici e terapia fisica. A seconda di quanto è grande la lesione e di altri fattori di salute che contribuiscono, il medico può raccomandare un intervento chirurgico.

Analizzeremo le diverse opzioni chirurgiche disponibili per i menischi strappati, incluso cosa aspettarsi durante il recupero, possibili complicanze e prognosi generale per ciascun tipo di intervento chirurgico.

Quando prendere in considerazione la chirurgia?

Resta la chirurgia del menisco uno dei più comuni tipi di procedure ortopediche, a causa della prevalenza delle lesioni del menisco e dei loro effetti sulla qualità della vita. Se i trattamenti conservativi falliscono o se lo strappo è particolarmente grave, il medico può raccomandare un intervento chirurgico come opzione migliore per tornare al livello di piena attività.

La chirurgia per un menisco lacerato non è sempre la prima opzione di trattamento sul tavolo. Se stai riscontrando possibili sintomi di un menisco lacerato, il medico può raccomandare il metodo “RICE” come approccio iniziale:

  • Riposo
  • Ghiaccio
  • Compressione
  • Elevazione

Glassare il ginocchio interessato e prendersi una pausa dallo sport o da altre attività vigorose può aiutare a ridurre l’infiammazione e prevenire ulteriori danni. Oltre al RISO, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’aspirina o l’ibuprofene possono aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore. Anche indossare una ginocchiera può essere utile.

Il medico può anche raccomandare di fare un’iniezione di corticosteroidi nell’articolazione. Colpi di cortisone è stato mostrato avere sostanziali effetti antidolorifici per i pazienti con lesioni o degenerazione del menisco.

Le lesioni del menisco nelle persone anziane sono spesso il risultato di una degenerazione nel tempo, spiega Yale Medicine. Ciò può essere causato da attività di routine come accovacciarsi o salire le scale.

UCONN Health afferma che, soprattutto per le persone anziane, le misure non chirurgiche potrebbero migliorare i sintomi e prevenire il peggioramento della lacrima in circa sei settimane. Piuttosto che guarire, la lesione del menisco viene sfregiata e assorbita a un livello tale da non causare più dolore. Tuttavia, lesioni estese negli anziani possono richiedere un intervento chirurgico.

Le misure conservative non funzionano in tutti i casi di menischi lacerati, specialmente per i pazienti più giovani. È più probabile che i giovani siano molto attivi e corrono il rischio di peggiorare una lacrima a causa di un uso eccessivo.

Nel determinare la tua candidatura per la chirurgia del menisco, il medico prenderà in considerazione i seguenti fattori:

  • la tua età (la chirurgia può essere particolarmente critica nella prevenzione della degenerazione del ginocchio nei bambini e nei giovani adulti)
  • la dimensione della lacrima
  • la lunghezza della lesione (le lacrime superiori a 1 cm di solito non possono guarire da sole)
  • se la lacrima provoca sintomi che interferiscono con la tua vita quotidiana
  • se hai altre condizioni concomitanti al ginocchio

Come viene eseguita la riparazione del menisco?

L’intervento al menisco viene eseguito da un chirurgo ortopedico. A seconda dell’entità della lesione del menisco, il chirurgo può consigliare di rimuovere o riparare parte del menisco tramite un’artroscopia del ginocchio.

Durante un’artroscopia del ginocchio, il chirurgo pratica una piccola incisione nell’articolazione del ginocchio in modo da poter posizionare una piccola telecamera (artroscopio) all’interno per guidarli mentre eseguono l’intervento sul menisco interessato. La parte artroscopica della procedura stessa è considerata minimamente invasiva.

Da lì, il chirurgo può rimuovere una parte del menisco tramite una procedura chiamata meniscectomia parziale. Si tratta di tagliare via solo la parte danneggiata.

Se il medico consiglia una riparazione del menisco, inserirà suture o “ancore di riparazione del menisco” per tenere insieme le parti rimanenti del menisco. In un periodo di diverse settimane o mesi, il menisco guarirà come un pezzo.

Un’altra procedura possibile, anche se rara, è la ricostruzione del menisco. Questo intervento è più spesso consigliato dopo una meniscectomia fallita e comporta la sostituzione parziale o totale del menisco originale.

Recupero

Sebbene i tempi di recupero individuali possano variare, una meniscectomia parziale di solito ha un periodo di recupero più breve rispetto a una riparazione del menisco. Secondo l’American Academy of Orthopaedic Surgeons (AAOS), il tempo di recupero stimato è da tre a sei settimane per una meniscectomia parziale e da tre a sei mesi per una riparazione del menisco.

Per una meniscectomia, dovresti essere in grado di sopportare tutto il peso sulle ginocchia subito dopo l’intervento. Per una riparazione del menisco, potrebbe essere necessario non sostenere il peso per 6-12 settimane.

Dopo entrambi gli interventi, potresti prima notare una significativa riduzione del dolore al ginocchio. Tuttavia, avrai ancora bisogno di diverse settimane di riabilitazione per ripristinare la forza e la libertà di movimento. Ciò comporta una combinazione di terapia fisica ed esercizi di rafforzamento a casa consigliati dal medico. Dovresti anche prendere qualsiasi farmaco antidolorifico come prescritto.

complicazioni

È importante essere consapevoli delle possibili complicazioni che possono derivare da un intervento chirurgico al menisco. Ciò include future malattie degenerative del ginocchio, come l’artrite. Si stima che la rimozione di oltre il 20% di un menisco danneggiato potrebbe aumentare tali rischi.

Tuttavia, un intervento chirurgico per riparare le lacrime, piuttosto che rimuoverle, potrebbe anche ridurre la probabilità di artrite migliorando la salute del menisco. Ecco perché alcuni ricercatori credono che gli interventi di riparazione possano essere un’opzione migliore a lungo termine rispetto alle procedure non chirurgiche.

L’infezione è rara, ma sempre un rischio con qualsiasi procedura chirurgica. I sintomi di un’infezione al ginocchio possono includere dolore e gonfiore eccessivo dell’articolazione e febbre o brividi. Rivolgiti immediatamente al medico se ritieni di avere questa complicanza.

Il tuo chirurgo ortopedico sarà in grado di spiegare le opzioni a tua disposizione in base allo stato della tua lesione e rispondere alle domande sui potenziali risultati. Ti aiuteranno a prendere la decisione migliore in base alla tua età, salute generale e stile di vita.

Domande da porre al medico

Quando si considerano le opzioni per un menisco lacerato, è fondamentale ottenere le risposte necessarie in modo da poter prendere la decisione più informata possibile.

Di seguito sono riportate alcune domande importanti che puoi porre al tuo medico:

  • Quanto è grande la mia lesione del menisco: potrebbe guarire senza intervento chirurgico?
  • Cosa succede se cerco di aspettare che la lacrima guarisca da sola?
  • Mi consigliate di assumere gli antidolorifici da banco? Devo portarli insieme al metodo RICE?
  • Sono a rischio di sviluppare l’artrite al ginocchio? In che modo la chirurgia aumenterà o diminuirà tali rischi?
  • Ci sono altri problemi che interessano attualmente le mie ginocchia (come un ACL strappato)?
  • Quale tipo di intervento chirurgico è più appropriato per il mio menisco lacerato: riparazione o rimozione? Quali sono i rischi e i benefici di ogni intervento chirurgico per il mio caso?
  • Devo operarmi al menisco alla mia età? Quali sono i benefici e le conseguenze a lungo termine per la rimozione rispetto alla riparazione?
  • Quanto tempo prevedi che durerà il mio processo di recupero dopo l’intervento? Quanto tempo avrò bisogno di togliere il lavoro? Avrò bisogno di qualcuno che mi aiuti in casa con le attività quotidiane?
  • Quando potrò riprendere le mie normali attività?
  • Posso tornare a praticare i miei sport preferiti una volta che il mio ginocchio è guarito dopo l’intervento?
  • Quali precauzioni future dovrò prendere in relazione all’esercizio o alle attività quotidiane?

Veduta

Mentre un menisco lacerato è una lesione relativamente comune, specialmente negli atleti e nelle persone anziane, è importante cercare un trattamento tempestivo per prevenire ulteriori danni e degenerazioni. Il medico probabilmente raccomanderà prima gli antidolorifici da banco e il metodo RICE, specialmente nei casi lievi.

Tuttavia, se il dolore e il gonfiore al ginocchio continuano a interferire con le tue attività quotidiane o se la lacrima supera 1 cm, potresti considerare di parlare di un intervento chirurgico con il tuo medico. Ciò comporterà una meniscectomia parziale o un intervento chirurgico di riparazione.

La chirurgia è una decisione importante e può portare a potenziali complicazioni sia durante il recupero che in futuro. Prima di intraprendere un intervento chirurgico per un menisco lacerato, assicurati di discutere a fondo tutti i benefici e i rischi con il tuo medico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here