Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Chirurgia dell’occhio secco: sei un candidato?

Chirurgia dell’occhio secco: sei un candidato?

0
5

Se hai provato diversi trattamenti per la secchezza oculare non chirurgica e hai ancora sintomi cronici di secchezza oculare, la chirurgia può essere un’opzione.

Tuttavia, la chirurgia non è il primo trattamento consigliato per gli occhi asciutti. Il medico probabilmente vorrà esaurire tutti gli altri metodi di trattamento prima di raccomandare procedure chirurgiche.

I trattamenti comuni per la malattia dell’occhio secco non chirurgici includono:

  • lacrime artificiali
  • colliri da prescrizione che aiutano i tuoi occhi a produrre più lacrime
  • impacchi caldi o altri unguenti o gocce per aiutare a trattare le condizioni sottostanti che possono causare secchezza degli occhi

A volte questi trattamenti non sono sufficienti. Se i tuoi occhi si sentono ancora asciutti e a disagio, il medico può raccomandare uno dei seguenti interventi di chirurgia dell’occhio secco.

Tipi di intervento chirurgico per l’occhio secco

Il medico può raccomandare una delle numerose procedure chirurgiche per l’occhio secco se altre opzioni di trattamento non funzionano per te. Sebbene queste procedure siano minimamente invasive, possono causare effetti collaterali.

Spine Punctal

Un tappo punctal è una barriera nel condotto lacrimale che blocca parzialmente o completamente il drenaggio delle lacrime naturali dagli occhi. Questo aiuta a mantenere gli occhi idratati.

Esistono due tipi di spine punctal:

  • Tappi temporanei punctal. Questi sono fatti di collagene o un altro materiale che il corpo dissolve e assorbe entro pochi giorni o mesi. Un medico può raccomandare questa opzione in modo da poterla testare o seguire una procedura chirurgica come LASIK.
  • Tappi semipermanenti. Questi sono spesso realizzati in silicone o acrilico. Possono durare anni. Un medico può rimuoverli in seguito, se necessario.

Entrambi i tipi di tappi sono inseriti nei puncta, che sono piccole aperture dove le lacrime scorrono naturalmente dai tuoi occhi. I tappi semipermanenti vengono talvolta inseriti più in basso, in una parte del condotto lacrimale noto come canalicolo.

L’inserimento di spine punctal è una procedura non invasiva. Il medico può o meno fornire l’anestesia locale per intorpidire l’area.

Potresti sentire una pressione quando i dispositivi vengono inseriti. La maggior parte delle persone può riprendere immediatamente le normali attività.

Potresti notare una sensazione irritata o graffiante vicino al punto in cui il medico ha inserito le spine. La maggior parte delle persone si abitua a questa sensazione.

Altri problemi più rari possono includere:

  • la spina esce o si sposta
  • un montaggio improprio, che potrebbe causare lo sfregamento della spina contro gli occhi
  • aumento del rischio di infezione
  • occhi pieni di lacrime
  • irritazione del condotto lacrimale

Cauterizzazione termica

Il cauterio termico è un intervento chirurgico minimamente invasivo in cui il medico utilizza il calore per chiudere i condotti lacrimali e prevenire la perdita di umidità. Di solito è consigliato se i plug punctal non funzionano.

Il tuo medico può cauterizzare in modo permanente l’apertura dei condotti lacrimali. Oppure i puncta possono essere cauterizzati superficialmente, quindi sono facili da riaprire in futuro.

L’area sarà anestetizzata durante la procedura. Viene eseguito nello studio del medico e in genere richiede alcuni minuti per eseguire.

Evita di toccare o sfregare gli occhi dopo la procedura. Il medico probabilmente prescriverà antibiotici per prevenire l’infezione.

Terapia della luce pulsata intensa

La disfunzione della ghiandola di Meibomio (MGD) è una causa comune di malattia dell’occhio secco. Le persone con questa condizione producono meibum anormale. Questa sostanza oleosa impedisce alle lacrime di evaporare dagli occhi.

UN Revisione degli studi del 2015 ha concluso che la terapia con luce pulsata intensa (IPL) può trattare efficacemente gli occhi asciutti nelle persone con MGD.

La terapia IPL è una procedura non invasiva che viene spesso utilizzata per trattare condizioni della pelle come la rosacea.

Gli impulsi di luce vengono utilizzati per distruggere selettivamente le strutture vascolari nella palpebra. Questo può aiutare a ridurre l’infiammazione e migliorare il funzionamento delle ghiandole di Meibomio.

Prima di sottoporsi a questa procedura, un gel protettivo verrà diffuso intorno ai tuoi occhi e indosserai gli occhiali. Il medico utilizzerà quindi un dispositivo per inviare lampi di luce nella pelle che circonda l’occhio.

Applicherai una crema solare speciale alle aree trattate per 48 ore dopo la terapia IPL. Potresti aver bisogno di quattro sessioni di follow-up separate per il trattamento più efficace.

Chirurgia laser

La chirurgia della cheratomileusi in situ (LASIK) assistita da laser per correggere la vista spesso causa la secchezza oculare temporanea. Può anche migliorare l’occhio secco preesistente.

Secondo l’American Refractive Surgery Council, circa il 60% delle persone in uno studio della FDA che ha segnalato l’occhio secco prima del LASIK ha affermato di aver notato miglioramenti dopo la procedura.

Poiché la chirurgia LASIK comunemente rende gli occhi asciutti mentre guariscono, il medico può raccomandare di inserire tappi temporanei punctal o utilizzare altri trattamenti per l’occhio secco.

Autotrapianto salivare delle ghiandole minori

La sindrome dell’occhio secco grave è talvolta collegata a disturbi rari, come la sindrome di Stevens-Johnson o il pemfigoide della mucosa cicatriziale oculare.

I farmaci e la maggior parte delle procedure chirurgiche non correggono l’occhio secco nelle persone con queste condizioni. Questo può eventualmente causare cecità.

Se soffre di occhio secco grave e altrimenti incurabile, il medico può raccomandare l’autotrapianto salivare delle ghiandole minori. Questa procedura relativamente nuova prevede l’impianto di una ghiandola salivare al posto del condotto lacrimale per mantenere gli occhi idratati.

UN Studio del 2017 ha scoperto che questa opzione di trattamento trattava efficacemente l’occhio secco. Parla con il tuo medico se desideri saperne di più.

Membrana amniotica

La membrana amniotica (AM) è un’altra opzione per le persone con cheratite che non è gestibile con altri trattamenti. La cheratite è un danno alla superficie dell’occhio causato dalla secchezza.

L’AM protegge l’occhio agendo come una barriera fisica. Si pensa anche che abbia proprietà antimicrobiche.

La procedura prevede l’impianto di AM sulla superficie dell’occhio. Il tessuto viene raccolto durante sezioni C elettive, sottoposto a screening per la malattia e trattato con antibiotici.

Questa tecnica prevedeva precedentemente un intervento chirurgico per impiantare l’AM. Tuttavia, un numero crescente di procedure in questi giorni non è invasivo e viene eseguito in uno studio medico.

Esistono due tipi di AM:

  • AM crioconservato. Gli AM crioconservati, come ProKera (BioTissue), vengono conservati e conservati in un congelatore. L’AM è fissato con un anello o una fascia e inserito nell’occhio in modo simile a una lente a contatto.
  • AM disidratato. Gli AM disidratati, come AmbioDisk (IOP Ophthalmics), sono tessuti disidratati che vengono applicati all’occhio nello studio del medico, con una lente a contatto con bendaggio sovrastante.

Costo

Il costo per la chirurgia dell’occhio secco varia in base a:

  • dove vivi
  • la procedura a cui sei sottoposto
  • la tua copertura assicurativa

Parla con il tuo medico del costo dell’intervento che stai considerando. Se hai un’assicurazione sanitaria, chiama il tuo fornitore per discutere se una procedura è coperta e quanto dovrai pagare di tasca tua.

Occhi asciutti dopo l’intervento chirurgico

Tanti quanti 95 per cento delle persone che hanno un intervento chirurgico LASIK afferma che provoca almeno alcuni sintomi di secchezza oculare.

Fortunatamente, questi sintomi sono generalmente lievi e temporanei. L’occhio secco migliora quasi sempre entro pochi mesi, una volta che l’occhio è completamente guarito.

La chirurgia della cataratta può anche causare secchezza oculare.

UN Studio del 2019 ha concluso che il 42% delle persone ha manifestato secchezza oculare entro 1 settimana dall’esecuzione di questa procedura. I sintomi dell’occhio secco legati alla chirurgia della cataratta di solito migliorano con il tempo.

Nel frattempo, i medici possono raccomandare altri trattamenti per l’occhio secco. Questi possono includere tappi punctal o lacrime artificiali.

Quando considerare un intervento chirurgico

Potresti prendere in considerazione un intervento chirurgico per l’occhio secco se altri trattamenti non prevengono o trattano efficacemente i sintomi.

Parla con il tuo medico se:

  • I tuoi sintomi non migliorano.
  • I tuoi sintomi peggiorano.
  • Il tuo trattamento smette di funzionare.

Il cibo da asporto

I trattamenti, tra cui lacrime artificiali e colliri da prescrizione, aiutano a gestire l’occhio secco nella maggior parte delle persone, comprese quelle che sono state recentemente sottoposte a LASIK o chirurgia della cataratta.

Se i tuoi sintomi non migliorano, parla con il tuo medico. Diverse procedure chirurgiche possono aiutare. La maggior parte è minimamente invasiva e causa pochi effetti collaterali.

Abbattilo: occhio secco cronico

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here