Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Chi è idoneo per un booster COVID-19?

Chi è idoneo per un booster COVID-19?

0
41

Agenzia di stampa Xinhua/Getty Images

I vaccini COVID-19 sono generalmente molto efficaci nel proteggerci da malattie gravi, ospedalizzazione o morte a causa di COVID-19. Tuttavia, è stato riscontrato che la protezione fornita con la serie di vaccini iniziale è svanita nel tempo.

Per questo motivo, molte autorità sanitarie pubbliche, inclusi i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), raccomandano vaccinazioni di richiamo del vaccino COVID-19. Lo scopo di questi booster è rafforzare la nostra immunità.

In questo articolo, spieghiamo chi è idoneo per un booster, come programmare un booster e quali tipi di effetti collaterali aspettarsi. Continua a leggere per scoprire di più.

Grafico di idoneità per il tiro booster COVID-19

Chi può ottenere un colpo di richiamo COVID-19?

In generale, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie raccomanda a tutti di età pari o superiore a 12 anni di ricevere un vaccino di richiamo COVID-19. Tuttavia, il tipo di vaccino a cui sei idoneo dipende sia dalla tua età che dal vaccino che hai ricevuto per la tua serie iniziale di vaccini.

Il grafico seguente aiuta a scomporre l’idoneità al tiro di richiamo COVID-19.

Serie iniziale di vaccini Età ammissibile Quando prendere un booster Quale booster prendere
Pfizer-BioNTech 12 anni e più almeno 5 mesi dopo la serie iniziale di vaccini Pfizer-BioNTech (12 e più), Moderna (18 e più)
Moderna 18 anni e più almeno 5 mesi dopo la serie iniziale di vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna
Johnson & Johnson 18 anni e più almeno 2 mesi dopo la vaccinazione iniziale Pfizer-BioNTech, Moderna

Nel complesso, i vaccini mRNA sono in genere preferiti rispetto al vaccino Johnson & Johnson (J&J), sia per la serie iniziale di vaccini che per i richiami.

La raccomandazione di cui sopra arriva dopo un’analisi rischio-beneficio aggiornata dal Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie determinato che, rispetto al vaccino J&J, i due vaccini mRNA hanno una maggiore efficacia e un migliore profilo di sicurezza.

Secondo il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie, ci sono alcuni casi in cui il vaccino J&J può ancora essere preso in considerazione per l’uso. Questi sono se tu:

  • ha avuto una grave reazione allergica, chiamata anafilassi, a una precedente dose di vaccino Pfizer o Moderna
  • avere un’allergia nota a uno degli ingredienti del vaccino Pfizer o Moderna
  • non hanno accesso a nessuno dei due vaccini mRNA e altrimenti rimarrebbero non vaccinati
  • scegliere comunque di ricevere il vaccino J&J, nonostante il potenziale rischio di effetti collaterali molto rari, ma gravi

Booster per individui immunocompromessi

Per il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie, anche le persone immunocompromesse di età pari o superiore a 12 anni possono beneficiare di un richiamo del vaccino COVID-19. Alcuni esempi di persone immunocompromesse includono persone che:

  • stanno assumendo farmaci che sopprimono il sistema immunitario
  • stanno ricevendo cure per il cancro
  • hanno precedentemente ricevuto un trapianto di organi o cellule staminali
  • ha l’HIV avanzato o non trattato
  • hanno una sindrome da immunodeficienza ereditaria

Rispetto ai sistemi immunitari non compromessi, le persone immunocompromesse possono avere una risposta immunitaria più debole al vaccino COVID-19. Per questo motivo, ricevono una dose di vaccino aggiuntiva come parte della loro serie iniziale di vaccini.

La tabella seguente aiuta a spiegare l’idoneità al richiamo per gli individui immunocompromessi.

Serie iniziale di vaccini Età ammissibile Quando prendere un booster Quale booster prendere
Pfizer-BioNTech 12 anni e più almeno 3 mesi dopo la serie iniziale di vaccini Pfizer-BioNTech (12 e più), Moderna (18 e più)
Moderna 18 anni e più almeno 3 mesi dopo la serie iniziale di vaccini Pfizer-BioNTech, Moderna
Johnson & Johnson 18 anni e più almeno 2 mesi dopo la vaccinazione iniziale Pfizer-BioNTech, Moderna

Simile alle persone con risposte immunitarie tipiche, i vaccini mRNA sono generalmente preferiti rispetto al vaccino J&J.

Come programmare un tiro di richiamo

Ci sono molti modi per programmare un tiro di richiamo. In alcuni casi, puoi semplicemente tornare nella stessa posizione da cui hai ricevuto la serie iniziale di vaccini.

Altri modi per programmare un booster includono:

  • chiedendo al medico o al farmacista se forniscono booster COVID-19
  • utilizzando lo strumento di ricerca su vaccinis.gov per trovare un colpo di richiamo vicino a te
  • contattando il dipartimento della salute dello stato tramite il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie o il tuo dipartimento sanitario locale attraverso la National Association of County and City Health Officials per sapere dove sono disponibili i booster nella tua zona

Quando ricevi il tuo appuntamento di richiamo sul calendario, non dimenticare di portare con te la tua tessera del vaccino CDC. Il fornitore del vaccino dovrà aggiornarlo con le informazioni sul tuo colpo di richiamo.

Quali effetti collaterali dovresti aspettarti da un colpo di richiamo?

È tipico avere alcuni effetti collaterali dopo aver ricevuto il tuo booster COVID-19. Ma alcune persone potrebbero non manifestare alcun effetto collaterale.

In generale, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie scopre che gli effetti collaterali comuni del vaccino di richiamo sono simili a quelli della serie iniziale di vaccini. Possono includere:

  • arrossamento o scolorimento, gonfiore o dolore nel sito di iniezione
  • fatica
  • febbre, con o senza brividi

  • dolore muscolare
  • male alla testa
  • nausea

Questi effetti collaterali sono solitamente segni che il tuo sistema immunitario sta rispondendo al richiamo. In genere sono lievi e scompaiono da soli in pochi giorni.

Nel frattempo, puoi trattare gli effetti collaterali attraverso l’uso di farmaci da banco che possono alleviare sintomi come disagio e febbre. Questi includono paracetamolo (Tylenol), ibuprofene (Advil, Motrin) e naprossene (Aleve).

Gli effetti collaterali gravi dei vaccini COVID-19 sono in genere molto rari. Alcuni esempi di tali effetti collaterali e la frequenza con cui si verificano, secondo il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattiesono:

  • Anafilassi (qualsiasi vaccino): 5 persone su 1 milione
  • Miocardite (vaccini mRNA): 1.390 rapporti verificati su milioni di dosi
  • Trombosi con sindrome da trombocitopenia (J&J): 60 rapporti confermati su 18,5 milioni di dosi
  • Sindrome di Guillain-Barré (vaccino J&J): 310 rapporti preliminari su 18,5 milioni di dosi

Qual è la differenza tra un booster e un terzo colpo?

Un’iniezione di richiamo viene somministrata alle persone che hanno completato la loro serie iniziale di vaccini. È usato per rafforzare una risposta immunitaria che è svanita nel tempo.

Il booster Pfizer è la stessa dose somministrata per la serie iniziale di vaccini. Nel frattempo, il booster Moderna contiene solo metà della dose che le persone ricevono come parte della loro serie iniziale di vaccini.

Una terza dose viene somministrata agli individui immunocompromessi che hanno ricevuto uno dei due vaccini mRNA come serie iniziale di vaccini. Un’ulteriore (seconda) dose di vaccino mRNA viene somministrata alle persone che hanno ricevuto inizialmente il vaccino J&J.

A questo gruppo vengono somministrate dosi aggiuntive perché la loro risposta alla vaccinazione può essere inferiore rispetto a quella degli individui sani. Le persone immunocompromesse possono anche ottenere un’iniezione di richiamo quando idonee.

Per quanto tempo un booster ti proteggerà?

Stiamo ancora imparando di più sulla durata della protezione da un booster. In generale, sembra aumentare la protezione per un periodo di tempo prima di iniziare a diminuire. Vediamo cosa dicono alcune delle ricerche attuali.

Uno studio del 2022 ha esaminato l’efficacia del vaccino contro la variante Omicron. Ha osservato quanto segue nelle persone che hanno ricevuto il vaccino Pfizer come serie iniziale:

  • Un richiamo Pfizer ha aumentato l’efficacia del vaccino al 67,2% per 2-4 settimane dopo il richiamo, prima di scendere al 45,7% dopo 10 o più settimane.
  • Un richiamo di Moderna ha aumentato l’efficacia del vaccino al 73,9% da 2 a 4 settimane dopo il richiamo, prima di scendere al 64,4% da 5 a 9 settimane.

Un altro Studio 2022 valutato l’efficacia del vaccino Moderna contro la variante Omicron. Ha scoperto che l’efficacia del booster Moderna era del 71,6% per 14-60 giorni dopo un booster, scendendo al 47,4% dopo 60 giorni.

Una finale Studio 2022 da un gruppo del CDC ha anche scoperto che l’efficacia dei booster di mRNA contro le visite al pronto soccorso o il ricovero in ospedale diminuisce nel tempo:

  • L’efficacia del booster di mRNA nel prevenire le visite al pronto soccorso è stata dell’87% nei 2 mesi successivi a un richiamo e del 66% entro il mese 4.
  • L’efficacia del richiamo dell’mRNA nel prevenire il ricovero è stata del 91% nei 2 mesi successivi a un richiamo e del 78% entro il mese 4.

Avrò bisogno di un altro colpo di richiamo?

Poiché la protezione dai booster COVID-19 in genere diminuisce con il tempo, potresti chiederti se avrai bisogno di un altro booster in futuro. Anche se questo sembra probabile, la risposta a questa domanda non è ancora chiara.

Pfizer ha recentemente chiesto alla Food and Drug Administration (FDA) di concedere un’autorizzazione all’uso di emergenza per un richiamo aggiuntivo per le persone di età pari o superiore a 65 anni.

Nel frattempo, Moderna ha richiesto l’autorizzazione per un richiamo aggiuntivo per le persone di età pari o superiore a 18 anni.

Oltre all’immunità in declino naturale, l’emergere di varianti di COVID-19 influisce anche sulla protezione. Queste nuove varianti, come la variante Omicron, sono in grado di eludere meglio la protezione che può provenire dai nostri attuali vaccini e booster.

Pertanto, sia Pfizer che Moderna stanno valutando l’efficacia di un booster specifico per Omicron per l’uso negli adulti.

Ultime notizie

Il 29 marzo 2022, la FDA ha autorizzato un secondo richiamo di COVID-19 per le persone di età superiore ai 50 anni. Inoltre, alcune persone immunocompromesse potranno beneficiare di un secondo richiamo 4 mesi dopo il richiamo iniziale.

Lo scopo di questo secondo richiamo è fornire una protezione aggiuntiva per le persone a più alto rischio di COVID-19 grave mentre il coronavirus riprende terreno grazie alla variante BA.2 Omicron.

Il CDC raccomanda a tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni di ricevere un richiamo COVID-19 per rafforzare la protezione contro COVID-19. Ottenere un vaccino mRNA come richiamo è generalmente preferito rispetto al vaccino J&J.

Ricevere il tuo richiamo può essere importante per rimanere aggiornato sui tuoi vaccini COVID-19. Se non hai ancora ricevuto il tuo booster, ci sono molte risorse disponibili per aiutarti. In caso di domande o dubbi sul booster, contattare il medico o un altro operatore sanitario.

Simile alla serie iniziale di vaccini, la protezione dal richiamo diminuisce nel tempo. Per far fronte alla diminuzione della protezione e alla diffusione di una nuova variante di Omicron, la FDA ha recentemente autorizzato un secondo vaccino di richiamo COVID-19 per le persone con più di 50 anni e per alcune persone immunocompromesse.