Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Chemioterapia per la malattia di Crohn

Chemioterapia per la malattia di Crohn

0
6

Panoramica

La chemioterapia comporta il trattamento di una malattia utilizzando sostanze chimiche. Ha avuto successo a lungo nel trattamento di persone affette da cancro. Alcune forme di chemioterapia sono efficaci anche per i disturbi autoimmuni come il morbo di Crohn.

Quando vengono utilizzati per il Crohn, i farmaci chemioterapici sono talvolta chiamati immunomodulatori. Questo perché alterano il sistema immunitario del corpo per ridurre l’infiammazione e altri sintomi.

Per le persone con malattia di Crohn, questi farmaci possono aiutare a liberarli dagli steroidi e mantenerli in remissione.

Metotrexato

Il metotrexato è un altro trattamento popolare di Crohn. È stato originariamente utilizzato per il trattamento del cancro al seno. Il metotrexato è anche usato come chemioterapia per il linfoma e la leucemia. Il dosaggio è significativamente inferiore per il trattamento dei disturbi autoimmuni.

Il metotrexato viene somministrato una volta alla settimana per iniezione. Blocca la produzione cellulare, il che lo rende efficace nel controllare l’infiammazione causata dalla malattia di Crohn. Gli effetti collaterali del metotrexato includono una riduzione delle cellule del sangue prodotte dal midollo osseo.

Questo può portare a complicazioni. Le persone che assumono metotrexato vengono solitamente testate regolarmente per garantire un conteggio ematico adeguato.

Le persone che assumono metotrexato riceveranno spesso esami del sangue ogni due mesi. Questi test controllano la funzionalità epatica e renale. Sono possibili anche cicatrici polmonari. Alle persone può essere chiesto di prestare attenzione a problemi come tosse persistente o problemi di respirazione. Gli effetti collaterali comuni includono:

  • mal di testa
  • nausea
  • vomito
  • fatica

Gli individui che usano metotrexato spesso devono assumere una dose giornaliera di acido folico. Questo aiuta a contrastare alcuni degli effetti collaterali del farmaco.

Il metotrexato non deve essere utilizzato da donne in gravidanza con malattia di Crohn. Il farmaco può causare difetti alla nascita o addirittura la morte in un bambino in via di sviluppo.

6 MP

La mercaptopurina, nota anche come 6-MP, è disponibile in compresse. È uno dei trattamenti chemioterapici più popolari per il Crohn. Classificato come antimetabolita, 6-MP interferisce con l’azione metabolica. Gli antimetaboliti sono stati efficaci nel trattamento del Crohn.

Tuttavia, gli effetti collaterali di 6-MP possono essere difficili da gestire. Gli effetti collaterali gravi includono una riduzione temporanea della conta dei globuli bianchi e rossi. Ciò può aumentare il rischio di infezione e anemia.

Possono verificarsi problemi al fegato e al pancreas e effetti collaterali della chemioterapia tradizionale come nausea e vomito.

Infliximab

Infliximab è un bloccante del TNF (fattore di necrosi tumorale). È usato per trattare la malattia di Crohn da moderata a grave. Inizialmente era stato progettato come farmaco chemioterapico per il trattamento del cancro, ma non era efficace per il cancro.

Il farmaco ha dimostrato di agire contro malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide e il Crohn. Questi tipi di medicinali sono ora noti come biologici perché agiscono bloccando alcune proteine ​​create dal sistema immunitario.

Infliximab viene somministrato tramite una linea endovenosa (IV) in una struttura medica. Il processo richiede solitamente diverse ore. Trasporta un rischio di cancro al linfoma, soprattutto per i giovani. Inoltre comporta il rischio di tubercolosi e infezioni fungine.

Queste condizioni a volte sono state fatali nelle persone con Crohn.

Alcune persone hanno avuto reazioni allergiche a infliximab. Alcune persone hanno anche riportato sintomi simili al lupus, tra cui:

  • dolori al petto o alle articolazioni
  • fiato corto
  • eruzioni cutanee

Se inizi a manifestare questi effetti collaterali, il medico può scegliere di modificare il dosaggio o di toglierti il ​​farmaco.

Infliximab non deve essere utilizzato da persone con determinati problemi cardiaci, perché può peggiorare queste condizioni. Parli con il medico prima di iniziare infliximab se ha problemi cardiaci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here