Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Che cos’è la carica virale dell’epatite C?

Che cos’è la carica virale dell’epatite C?

0
12

Fiale per determinare la carica virale dell'epatite C.

Panoramica dell’epatite C.

L’epatite è una malattia del fegato. Esistono diversi tipi di epatite, ognuno chiamato per il tipo di virus che lo causa.

Il virus dell’epatite C (HCV) può essere trasferito attraverso il contatto con il sangue di qualcuno con l’epatite C o durante il contatto sessuale. Un genitore che sta partendo con l’epatite C può trasmettere il virus al suo bambino durante il parto.

La quantità di virus nel flusso sanguigno in un dato momento è chiamata carica virale.

Test degli anticorpi contro il virus dell’epatite C.

Un test degli anticorpi anti-HCV è un semplice esame del sangue utilizzato a scopo di screening. Sebbene questo test possa rilevare che l’HCV è stato nel flusso sanguigno, non può dire la differenza tra un’infezione precedente e una attiva.

In alcuni casi, un risultato positivo debole può rivelarsi un falso positivo.

Se risulti positivo all’HCV, è probabile che il medico voglia eseguire ulteriori test in grado di misurare effettivamente la carica virale e determinare se si dispone di un’infezione attiva.

Analisi dell’RNA del virus dell’epatite C.

Il test qualitativo dell’HCV RNA può rilevare la differenza tra infezioni passate e attuali. Questo test misura la quantità di virus nel sangue. Un terzo test, la genotipizzazione virale, può concentrarsi sullo specifico HCV nel tuo corpo.

Esistono diversi tipi di HCV. Conoscere la forma specifica di HCV che hai è importante. Il tipo influisce sulle decisioni riguardanti il ​​trattamento più efficace per te.

Perché il test della carica virale è importante?

Non tutti quelli con l’epatite C hanno sintomi. Infatti, in un piccolo numero di persone, l’infezione si risolve da sola. Tuttavia, un’infezione da epatite C può durare da poche settimane a tutta la vita.

La malattia può portare a:

  • danno al fegato
  • cancro al fegato
  • la necessità di un trapianto di fegato

Una volta determinato il corretto corso del trattamento, il test della carica virale può essere utilizzato per monitorarne il successo e guidare le future decisioni sanitarie.

Carica virale bassa vs. alta

Con alcune altre infezioni, avere una carica virale più alta significa un livello più alto di malattia, ma questo non è il caso dell’epatite C.La tua carica virale non ha alcuna influenza su quanto ti senti male o quanti danni al fegato potresti subire ora o in il futuro.

Tuttavia, carica virale è un’indicazione importante dell’efficacia del trattamento. Più bassa è la tua carica virale, più è probabile che il tuo trattamento abbia successo.

Abbattere i numeri

  • Bassa carica virale. Una carica virale inferiore a 800.000 UI / mL (unità internazionali per millilitro) è considerata bassa. Il successo del trattamento è più probabile con una bassa carica virale.
  • Alta carica virale. Una carica virale superiore a 800.000 IU / mL è considerata elevata. Questo può rendere il trattamento di successo più impegnativo.
  • Carica virale non rilevabile. Una carica virale inferiore a 615 IU / mL significa che non c’è HCV rilevabile o che è troppo bassa per essere rilevata.

Durante il trattamento, una carica virale in calo è un’indicazione del successo del trattamento.

Alla fine del ciclo di trattamento pianificato, che è generalmente Da 8 a 12 settimane, una carica virale non rilevabile significa che il trattamento può essere interrotto.

Una risposta virologica sostenuta si ha quando i test più sensibili non trovano traccia di HCV 12 settimane dopo l’interruzione del trattamento. Successivamente, il test della carica virale può avvisarti di una ricaduta.

Quanto spesso ho bisogno di un test della carica virale?

Capire le specifiche della tua carica virale è importante al momento della diagnosi. Una volta iniziato il trattamento, i test di follow-up faranno sapere al medico se il trattamento attuale è efficace.

Oltre a questo, non è necessario ripetere i test. Questo perché la carica virale non fornisce informazioni sui sintomi o se il fegato funziona correttamente. Altri esami del fegato, come una biopsia, possono fornire queste informazioni.

Chi dovrebbe essere testato e quando?

Alcuni gruppi sono più vulnerabili a contrarre l’HCV. Tra loro ci sono:

  • persone in dialisi
  • bambini nati da madri HCV-positive
  • chiunque possa aver avuto contatti con il sangue di qualcuno con epatite C.

I metodi più comuni di trasmissione dell’HCV sono:

  • condivisione di aghi e siringhe utilizzati per l’iniezione di droghe
  • una madre con epatite C che trasferisce l’HCV al suo bambino durante il parto

Occasionalmente l’HCV viene trasmesso attraverso:

  • fare sesso con qualcuno che ha l’epatite C.
  • farsi un tatuaggio in un luogo che non ha un buon controllo delle infezioni
  • condividere articoli per la cura personale, come un rasoio o uno spazzolino da denti, con qualcuno che ha l’epatite C.

Epatite C non posso essere trasmesso attraverso:

  • tosse o starnuti
  • condivisione di posate o bicchieri
  • abbracci e baci
  • l’allattamento al seno
  • tenersi per mano

Spesso non ci sono sintomi di epatite C.

Alcune persone sperimentano:

  • fatica
  • dolore addominale
  • ittero

Questi sintomi possono spingere il medico a ordinare un test per l’HCV.

Gli anticorpi non si presentano sempre nei primi mesi dopo l’esposizione.

Se sei risultato positivo all’HCV, è importante che tu venga sottoposto a test per la carica virale. Si consiglia inoltre il test della carica virale prima e durante il trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here