Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi CBD per le emorroidi: può aiutare i sintomi?

CBD per le emorroidi: può aiutare i sintomi?

0
15

Getty Images/IRA_EVVA

Le emorroidi – vene irritate e gonfie intorno all’ano – possono essere molto dolorose, pruriginose e scomode, rendendo difficile anche sedersi. Se interni o esterni, su 50 percento degli adulti sopra i 50 anni ha le emorroidi.

Fortunatamente, di solito sono curabili con rimedi da banco e trattamenti casalinghi.

Ma che dire del cannabidiolo (CBD)? Può il rimedio naturale dal Cannabis l’impianto funziona come trattamento per le emorroidi? Continua a leggere per vedere cosa ha da dire la ricerca al riguardo.

Cos’è il CBD?

Il CBD è uno degli oltre 100 composti attivi della Cannabis pianta. È uno dei più popolari, grazie ai potenziali benefici per la salute che offre senza far “sballare” gli utenti come fa il tetraidrocannabinolo (THC).

Il CBD può aiutare ad alleviare disturbi comuni, come:

  • dolore
  • infiammazione
  • ansia e depressione

Anche se il CBD è abbastanza facile da trovare, acquistarlo per la prima volta può essere un po’ opprimente.

È utile sapere che il CBD si presenta in tre forme principali:

  • Spettro completo. Questa forma contiene tutti i composti naturalmente disponibili della pianta di cannabis, il che significa che contiene del THC. Le forme legali di CBD a spettro completo derivato dalla canapa non hanno più dello 0,3 percento di THC a peso secco.
  • Ampio spettro. Con questa forma, sono inclusi tutti i composti naturali, tranne il THC. Più comunemente, tutto il THC viene eliminato, lasciandone solo una traccia. Il THC ad ampio spettro dovrebbe comunque contenere terpeni e flavonoidi.
  • Isolato. Questa forma di CBD è la forma più pura offerta. È separato da tutti gli altri composti della pianta di canapa.

Il CBD può aiutare le emorroidi?

Al momento, non sembra esserci una ricerca basata specificamente sull’efficacia del CBD sulle emorroidi.

Tuttavia, mentre c’è ancora molto da imparare sui benefici e sui limiti del CBD, ci sono alcune ricerche che suggeriscono che il CBD può aiutare con il dolore e l’infiammazione, che sono sintomi comuni delle emorroidi.

Tieni presente che alcuni studi finora erano piccoli e condotti sui ratti piuttosto che sugli esseri umani.

CBD per la gestione del dolore

Una revisione del 2018 ha valutato quanto bene la cannabis (inclusi CBD e THC) possa essere in grado di alleviare il dolore cronico. I ricercatori hanno esplorato gli studi eseguiti tra il 1975 e il marzo 2018. Questi studi includevano uno sguardo a una varietà di tipi di dolore, come:

  • dolore da cancro
  • dolore neuropatico
  • fibromialgia

I ricercatori hanno determinato che la cannabis non solo ha avuto successo nella gestione generale del dolore, ma ha anche portato solo effetti collaterali da lievi a moderati.

UN studio 2015 ha anche esaminato l’uso del CBD per il dolore, questa volta nei ratti con artrite. I ricercatori hanno messo il gel di CBD sui ratti per 4 giorni consecutivi, a dosaggi di 0,6, 3,1, 6,2 o 62,3 milligrammi (mg) al giorno. Hanno scoperto che la dose di 6,2 mg al giorno riduceva gonfiore, infiammazione e dolore.

CBD per l’infiammazione

Alcuni ricerca suggerisce che il CBD è in grado di ridurre l’infiammazione influenzando l’attività del corpo con i recettori degli endocannabinoidi. Questo include sia l’infiammazione cronica che quella acuta.

Inoltre, a studio 2017 ha scoperto che il CBD riduce l’infiammazione nei ratti con osteoartrite.

un vecchio recensione del 2009 ha notato che il CBD può anche ridurre l’infiammazione acuta, la risposta più comune del corpo alle lesioni.

CBD con olio di cocco per le emorroidi

Molti oli di CBD hanno una base di olio di cocco.

L’olio di cocco è un ingrediente naturale comunemente usato per una sfilza di usi per la salute e la bellezza: alcune persone cucinano con esso, alcuni lo mettono nei capelli e altri lo applicano sulla pelle.

Sebbene l’olio abbia dei limiti, è noto anche per aiutare alcuni casi di emorroidi. Questo grazie alle sue potenti proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. L’olio ha anche proprietà antibatteriche, che potrebbero favorire una guarigione più rapida delle emorroidi.

Inoltre, se ingerito, si ritiene che l’olio di cocco aiuti ad alleviare la stitichezza, agendo in modo simile a un lassativo. Questo può aiutarti a sforzarti di meno durante i movimenti intestinali.

Il CBD può peggiorare le emorroidi?

Non ci sono ricerche che suggeriscano che il CBD applicato localmente possa peggiorare le emorroidi.

Tuttavia, alcune persone sperimentano diarrea dopo aver ingerito CBD. Questo effetto collaterale potrebbe peggiorare le emorroidi, poiché il tempo prolungato seduto sul water può peggiorare i sintomi.

Il CBD è sicuro da usare sulle emorroidi?

Il Organizzazione mondiale della Sanità afferma che il CBD è ampiamente considerato sicuro. Tuttavia, se stai applicando il CBD per via topica alle emorroidi, è meglio tenere a mente alcune informazioni sulla sicurezza:

  • Evita di applicare il CBD sulla pelle rotta.
  • Esegui un patch test sulla parte interna del polso prima di applicare il prodotto su un’area più ampia della pelle. Questo può aiutarti a evitare potenziali reazioni allergiche.

Soprattutto se stai ingerendo CBD, tieni presente che potresti riscontrare lievi effetti collaterali, tra cui:

  • fatica
  • diarrea
  • cambiamenti di appetito
  • variazioni di peso

Ricorda, la diarrea è un effetto collaterale che potrebbe potenzialmente peggiorare le emorroidi, poiché di solito comporta un tempo di seduta più lungo sul water, che è noto per peggiorare le emorroidi.

È meglio parlare con il medico prima di provare il CBD, soprattutto se stai assumendo farmaci. Il CBD può interagire con alcuni farmaci, compresi quelli con un avvertimento sul pompelmo.

Come puoi trovare un prodotto CBD di qualità?

Anche se il CBD è disponibile al banco, la Food and Drug Administration (FDA) non ha approvato nessuno di questi prodotti. Ciò significa che spetta a te ricercare prima di acquistare.

Ecco alcuni suggerimenti per iniziare.

Acquista direttamente da aziende trasparenti

Le migliori aziende di CBD sono chiare e in anticipo su come vengono realizzati i prodotti e dove viene coltivata la canapa. Queste informazioni dovrebbero essere sempre chiaramente visualizzate sul sito web dell’azienda. Se non lo è, cerca altrove.

Inoltre, evita i mercati online come Amazon. Amazon non consente la vendita di prodotti CBD attraverso il suo sito, il che significa che qualsiasi articolo “CBD” che trovi è molto probabile che sia falso o non sicuro.

Controlla attentamente la reputazione del marchio

Dopo aver scelto un marchio, ti consigliamo di fare una rapida ricerca per assicurarti che l’azienda non abbia azioni legali in sospeso e non abbia ricevuto alcuna FDA lettere di avvertimento.

È anche una buona idea guardare le recensioni online. I siti di recensioni di terze parti, come Trustpilot, sono i più affidabili, poiché alcuni siti Web di marchi visualizzano solo recensioni positive.

Guarda gli ingredienti

La scansione degli ingredienti elencati del prodotto è importante. Tieni d’occhio gli ingredienti a cui potresti essere allergico. Inoltre, controlla se il prodotto include ingredienti aggiunti che potrebbero essere utili con la condizione che stai cercando di trattare.

Ad esempio, se vuoi usare il CBD per le emorroidi, potresti voler cercare un prodotto con olio di cocco, come accennato in precedenza.

Guarda i test di laboratorio di terze parti

Qualsiasi prodotto CBD che acquisti dovrebbe essere stato sottoposto a test da un laboratorio di terze parti rispettabile. Questi verranno forniti con un certificato di analisi (COA).

Il certificato di autenticità ti mostrerà esattamente quanto CBD e THC include il prodotto. Dovrebbe corrispondere all’importo indicato sull’etichetta, sebbene sia comune un margine di errore del 10-20%.

Il COA dirà anche se il prodotto è stato testato per contaminanti, come muffe, pesticidi e metalli pesanti.

Quali sono altre opzioni di trattamento per le emorroidi?

Se decidi di non provare il CBD, ci sono altri modi per curare le emorroidi che sono supportati da ulteriori prove. Ecco alcune opzioni per alleviare il dolore e il disagio a casa:

  • Immergiti in una vasca d’acqua calda per almeno 10 minuti al giorno o fai un semicupo per 10-15 minuti.
  • Siediti su una bottiglia d’acqua calda per alleviare il dolore delle emorroidi esterne.
  • Applicare un impacco freddo sull’ano per ridurre il gonfiore.
  • Prova un farmaco da banco, come:
    • una supposta, un unguento o una crema (come l’idrocortisone o la crema per le emorroidi) per aiutare il bruciore e il prurito
    • un integratore di fibre per aiutare ad ammorbidire le feci
    • antidolorifici, come paracetamolo, ibuprofene o aspirina, per ridurre il dolore
  • Pratica una buona igiene intorno all’ano. Tuttavia, evita il sapone, che può irritare le emorroidi.
  • Evita di usare asciugamani ruvidi o carta igienica per pulire.

Se il dolore e il disagio non vengono ridotti con i rimedi casalinghi, il medico può suggerire una legatura elastica.

Questa procedura richiede che il medico interrompa la circolazione alle emorroidi applicando un elastico attorno ad esso. Questa non è una procedura che puoi eseguire da solo, quindi non provare a eseguirla a casa.

Un’altra opzione prevede un’iniezione del medico che rilascia una sostanza chimica direttamente nel vaso sanguigno, riducendo le emorroidi.

Quando vedere un medico per le emorroidi

Alcuni casi di emorroidi potrebbero richiedere un trattamento più complesso di quello che puoi fare a casa.

Dolore intenso o sanguinamento sono segni che dovresti consultare il medico. Possono aiutarti a determinare la causa delle tue emorroidi e discutere con te le opzioni di trattamento.

L’asporto

Le emorroidi possono causare dolore e disagio intensi. Il CBD può essere d’aiuto, grazie alle sue proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie.

Può anche causare diarrea per alcune persone, tuttavia, che può peggiorare le emorroidi.

Se decidi di usare il CBD per le emorroidi, prendi in considerazione l’utilizzo di una formula che includa olio di cocco, che ha dimostrato di aiutare il dolore delle emorroidi. Fai attenzione a non applicare il CBD topico sulla pelle rotta.

Altrimenti, sappi che ci sono altre opzioni di trattamento disponibili che sono supportate da più ricerche rispetto al CBD in questo momento. Parla con il tuo medico per decidere cosa è giusto per te.

Il CBD è legale? I prodotti CBD derivati ​​dalla canapa (con meno dello 0,3 percento di THC) sono legali a livello federale, ma sono ancora illegali secondo alcune leggi statali. I prodotti CBD derivati ​​dalla marijuana sono illegali a livello federale, ma sono legali secondo alcune leggi statali. Controlla le leggi del tuo stato e quelle di qualsiasi luogo in cui viaggi. Tieni presente che i prodotti CBD senza prescrizione medica non sono approvati dalla FDA e potrebbero essere etichettati in modo impreciso.

Breanna Mona è una scrittrice con sede a Cleveland, OH. Ha conseguito un master in media e giornalismo e scrive di salute, stile di vita e intrattenimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here