CBD per IBS: funziona?

0
5

Oli di CBD
Caitlin Riley / Stocksy

Includiamo prodotti che riteniamo utili per i nostri lettori. Se acquisti tramite link in questa pagina, potremmo guadagnare una piccola commissione. Ecco il nostro processo.

La ricerca suggerisce che la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) colpisce circa il 12% delle persone negli Stati Uniti. I sintomi digestivi possono variare da persona a persona, ma possono essere seriamente scomodi indipendentemente dall’individuo.

Esistono numerosi rimedi casalinghi e farmaci che possono aiutare a gestire i sintomi dell’IBS come crampi, gonfiore e diarrea. Alcune ricerche suggeriscono che anche il cannabidiolo (CBD) può aiutare.

Continua a leggere per conoscere le basi del CBD e come può aiutare a trattare i sintomi gastrointestinali dell’IBS.

Cos’è il CBD?

Il CBD è un cannabinoide presente nella pianta di cannabis. A differenza del suo cugino tetraidrocannabinolo (THC), il CBD non produce una sensazione di “sballo”. Ha anche meno potenziali effetti collaterali spiacevoli rispetto al THC, anche se assunto a dosi elevate.

Esistono tre diversi tipi di CBD:

  • CBD a spettro completo, che contiene tutti i cannabinoidi della pianta, incluso il THC

  • CBD ad ampio spettro, che contiene la maggior parte dei cannabinoidi ma non il THC

  • Isolato di CBD, che è solo CBD puro

THC nei prodotti CBD

Anche se il CBD ad ampio spettro e l’isolato di CBD hanno rimosso il THC, c’è una possibilità che qualunque Il prodotto al CBD che prendi potrebbe contenere tracce di THC.

Se vuoi evitare del tutto il THC o se ti sottoponi a test antidroga, potrebbe essere meglio evitare di usare prodotti CBD.

Healthline

Il CBD può aiutare l’IBS?

Mentre una dieta compatibile con l’IBS e il sollievo dallo stress possono aiutare a ridurre i sintomi dell’IBS, alcune persone potrebbero voler provare trattamenti aggiuntivi, specialmente durante le riacutizzazioni.

I medici a volte prescrivono farmaci per l’IBS, ma alcuni di questi mirano solo a sintomi specifici e possono avere effetti collaterali indesiderati. Se stai cercando qualcosa di naturale che possa aiutare con l’IBS, potresti chiederti del CBD.

Perché ci sono recettori dei cannabinoidi in tutto il nostro corpo, compreso il nostro stomaco, lo è possibile che l’ingestione di prodotti derivati ​​dalla cannabis, come il CBD, può aiutare con i sintomi digestivi.

Studi hanno anche dimostrato che i cannabinoidi hanno qualità antinfiammatorie, qualcosa che potrebbe renderli bravi nel trattamento di disturbi gastrointestinali come l’IBS. Tuttavia, studi di 2011 e 2012 sui cannabinoidi e l’IBS hanno esaminato specificamente l’effetto del dronabinol, un prodotto di cannabis sintetico che contiene principalmente THC.

Uno revisione dal 2020 suggerisce che il CBD può anche avere potenziali benefici terapeutici per condizioni come l’IBS. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare il collegamento. In questo momento, non ci sono prove sufficienti per dichiarare con fermezza che il CBD può aiutare con l’IBS.

Che tipo di CBD è migliore per l’IBS?

Non esiste una ricerca specifica su quale tipo di CBD sia migliore per l’IBS. Detto questo, la ricerca suggerisce che l’assunzione di THC e CBD insieme potrebbe essere più efficace rispetto all’assunzione di entrambi da soli: questo è chiamato effetto entourage.

Per questo motivo, i prodotti CBD a spettro completo potrebbero essere migliori per alleviare i sintomi rispetto al CBD ad ampio spettro o all’isolato di CBD.

Per quanto riguarda il tipo di prodotto, i topici non saranno particolarmente utili per i sintomi dell’IBS. L’ingestione di edibili come caramelle gommose e oli potrebbe essere una scommessa migliore.

Come trovare un prodotto CBD di qualità

Quando acquisti CBD, sia per IBS che per un’altra preoccupazione, considera quanto segue:

Fonte di CBD

Acquista da un’azienda aperta e onesta su dove si procura la canapa.

Test di terze parti

Un prodotto di qualità deve essere accompagnato da un certificato di analisi (COA) aggiornato e dettagliato di un rispettabile laboratorio di terze parti.

Un certificato di autenticità ti consente di sapere se la potenza del prodotto corrisponde effettivamente a ciò che è riportato sull’etichetta. È anche meglio cercare un certificato di autenticità che contenga informazioni sui test sui contaminanti. In questo modo, puoi essere certo che il prodotto è stato testato per sostanze potenzialmente dannose come metalli pesanti e muffe.

Affermazioni selvagge

Evita le aziende che ti promettono la luna. Non va bene per le aziende affermare che i loro prodotti CBD curano i disturbi – non solo perché non c’è abbastanza ricerca a sostegno di ciò, ma è anche contro le regole della Food and Drug Administration (FDA).

In effetti, la FDA invia lettere di avvertimento alle aziende che fanno false affermazioni sulla salute. Controllare il database delle lettere di avvertimento può essere un buon modo per evitare i marchi che hanno una cattiva reputazione.

Tipo di CBD

Si ritiene che i prodotti a spettro completo siano più efficaci di altri tipi, ma contengono piccole quantità di THC (non più dello 0,3%).

Se preferisci evitare il THC, opta per un prodotto a base di CBD isolato o CBD ad ampio spettro. Ma tieni presente che qualsiasi prodotto CBD può contenere tracce di THC.

Potenza

Il dosaggio varia molto tra i prodotti CBD, quindi controlla sempre l’etichetta per saperne di più sulla potenza. Una potenza maggiore potrebbe essere la ragione per un prezzo più alto, ma non sempre.

Quale dosaggio dovresti usare?

Il dosaggio del CBD è diverso per tutti. Non dare per scontato che ciò che ha funzionato per un amico risolverà i tuoi sintomi. Potrebbe essere necessaria una dose più alta o più bassa.

Se hai appena iniziato, esagerare con la cautela e iniziare con la dose più piccola. Tieni presente che quando si ingeriscono prodotti commestibili al CBD, gli effetti possono richiedere alcune ore per manifestarsi. Richiedine di più solo dopo che sono trascorse 2 ore intere.

Hai bisogno di più aiuto per capire come dosare il CBD? Dai un’occhiata alla nostra guida al dosaggio del CBD.

Sicurezza ed effetti collaterali

Il CBD non ti farà “sballare” ed è generalmente considerato abbastanza sicuro. Tuttavia, esiste la possibilità che si verifichino effetti collaterali, come:

  • fatica
  • cambiamenti di peso o appetito
  • diarrea

Il rischio o la gravità degli effetti collaterali possono aumentare se prendi il CBD con a pasto ricco di grassi.

Ci sono anche prove che il CBD possa interagire con alcuni farmaci. Assicurati di parlare con il tuo medico prima di provare il CBD. Questo può aiutarti a evitare spiacevoli effetti collaterali o interazioni farmacologiche.

I migliori prodotti CBD

Vuoi provare il CBD? Ecco alcuni prodotti per iniziare. Leggi come selezioniamo i prodotti CBD qui.

  • Gummies al CBD di Holmes Organics. Queste caramelle gommose aromatizzate alla fragola e limonata sono vegane e biologiche e realizzate con CBD ad ampio spettro. Acquista ora. Usa il codice “Healthline” per il 20% di sconto.
  • Gel morbidi al CBD classici di Bluebird Botanicals. Se non ti piace il sapore del CBD e le caramelle gommose non fanno per te, potresti provare una capsula. Questi sono realizzati con CBD a spettro completo e sono facili da ingerire. Acquista ora.
  • Olio di CBD Medterra. Questo olio è prodotto con CBD isolato. Non è aromatizzato ed è disponibile in diversi punti di forza. Acquista ora. Usa il codice “health15” per uno sconto del 15%.
Healthline

Porta via

C’è una crescente ricerca che suggerisce che l’assunzione di CBD può avere benefici per la salute, tra cui ansia e sollievo dal dolore. Tuttavia, la giuria è ancora fuori se il CBD possa aiutare con i sintomi dell’IBS.

Fino a quando non sapremo con certezza se il CBD aiuta con l’IBS, probabilmente non ci saranno molti danni nel provarlo. Assicurati solo di parlare con il tuo medico prima di fare un giro. Alcune persone potrebbero manifestare sintomi simili all’IBS, come la diarrea, durante l’assunzione di CBD.

Il CBD è legale? I prodotti CBD derivati ​​dalla canapa (con meno dello 0,3% di THC) sono legali a livello federale, ma sono ancora illegali secondo alcune leggi statali. I prodotti CBD derivati ​​dalla marijuana sono illegali a livello federale, ma sono legali secondo alcune leggi statali. Controlla le leggi del tuo stato e quelle di qualsiasi luogo in cui viaggi. Tieni presente che i prodotti CBD senza ricetta medica non sono approvati dalla FDA e potrebbero essere etichettati in modo impreciso.


Steph Coelho è uno scrittore freelance con emicrania cronica che ha un particolare interesse per la salute e il benessere. Quando non fa clic sulla tastiera, probabilmente è immersa nel naso in un buon libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here