Cavità dentali

0
5

Le cavità dentali sono aree danneggiate in modo permanente che spesso si sviluppano in fori nello smalto, o superficie esterna dura, dei denti. Le cavità sono anche conosciute come carie o carie. Chiunque abbia i denti può avere una carie. Sono più comuni nei bambini piccoli, negli adolescenti e negli anziani.

Esistono tre tipi di cavità:

  • cavità superficiali lisce, che appaiono ai lati dei denti
  • cavità di cavità e fessure, che appaiono sulle superfici irregolari sulla parte superiore dei denti
  • cavità della radice, che appaiono sopra le radici dei denti, sotto il bordo gengivale

Come faccio a sapere se ho una carie?

I sintomi di una cavità dentale dipendono dal tipo di cavità e dalla gravità della carie. Quando una cavità si sviluppa per la prima volta, probabilmente non saprai nemmeno che sia lì.

Quando una cavità diventa più grande, potresti sperimentare:

  • mal di denti
  • dolore quando si morde
  • sensibilità al caldo, al freddo e ai dolci
  • buchi visibili o macchie nere sui denti

Gli esami dentali regolari, ogni sei mesi circa, possono aiutarti a individuare tempestivamente eventuali problemi. Trovare una cavità dentale prima che inizi a causare dolore può aiutarti a evitare danni estesi e possibile perdita dei denti. Se inizi a sentire dolore e indolenzimento in bocca, consulta il tuo dentista il prima possibile.

Come si sviluppano le cavità?

La causa delle carie è la carie. La superficie dura, o smalto, dei denti può danneggiarsi nel tempo. I batteri, le particelle di cibo e gli acidi presenti in natura formano una pellicola adesiva chiamata placca che ricopre i denti. L’acido nella placca alla fine inizia a consumare il tuo smalto. Una volta che l’acido mangia lo smalto, inizia a danneggiare la dentina sottostante. La dentina è il secondo strato più morbido dei denti che si danneggia più facilmente.

Se la carie continua senza trattamento, la polpa o l’interno dei denti potrebbero essere danneggiati. La polpa dei denti ospita vasi sanguigni e nervi. Quando il decadimento si diffonde alla polpa, può causare danni ai nervi. Il danno ai nervi provoca dolore, irritazione e gonfiore. Quando la carie diventa avanzata, il pus può formarsi intorno al dente mentre il sistema immunitario tenta di combattere la carie. Questo accumulo di pus provoca batteri.

Come posso alleviare i miei sintomi?

Il trattamento della tua cavità dentale dipenderà dalla gravità della carie.

Otturazioni e corone

Il tuo dentista può usare un’otturazione per riparare il buco nel tuo dente. Le otturazioni possono essere realizzate con una varietà di materiali, tra cui amalgama (metallo) o composito (resina). Durante un’otturazione, il dentista rimuove la parte cariata del dente utilizzando un trapano e riempie il foro con il materiale. Le corone vengono utilizzate se è necessario rimuovere una grande quantità di dente. Le corone sono realizzate su misura in metallo o porcellana. Di solito coprono l’intera superficie superiore del dente.

Canali radicolari ed estrazioni

Se la carie raggiunge l’interno del dente, potrebbe essere necessario un canale radicolare. I canali radicolari comportano la rimozione del nervo danneggiato del dente e la sua sostituzione con un’otturazione. Contrariamente alla credenza popolare, i canali radicolari non sono più dolorosi delle normali otturazioni.

Se il tuo dente è irreparabile, il tuo dentista eseguirà un’estrazione o la rimozione del dente. Il tuo dentista può rimuovere chirurgicamente il tuo dente e sostituirlo con uno falso, se lo desideri.

Fluoruro

Il fluoro è un minerale naturale che può rafforzare lo smalto dei denti. Rende i denti più resistenti alla carie causata da acidi e batteri. I trattamenti al fluoro possono anche invertire i primi segni di carie.

Cosa posso fare per evitare che si formino cavità?

Prendersi cura dei propri denti è il modo migliore per prevenire la carie. Una buona prevenzione della carie inizia a casa, ma sono necessari anche controlli dentali regolari. Segui questi suggerimenti per una buona igiene orale per prevenire la carie:

  • Usa un dentifricio contenente fluoro. Il fluoro può fermare e persino invertire la carie, rendendolo un’arma potente nella lotta contro la carie.
  • Lavati i denti almeno due volte al giorno, una al mattino e una prima di andare a letto. Se puoi, lavati i denti anche dopo i pasti.
  • Usa il filo interdentale ogni giorno per rimuovere le particelle di cibo e prevenire l’accumulo di placca.
  • Visita regolarmente il dentista.
  • Chiedi al tuo dentista se puoi trarre beneficio dai sigillanti dentali. Un sigillante dentale è un materiale plastico aggiunto alla superficie masticatoria dei denti, solitamente i denti posteriori. Il materiale riempie le cavità e le scanalature per prevenire la carie.
  • Evita gli spuntini frequenti e limita la quantità di cibi dolci e appiccicosi che mangi. Gli spuntini possono creare un rifornimento quasi costante di carie. Anche cibi e bevande zuccherati e gassati possono danneggiare lo smalto.
  • Se fai uno spuntino, sciacquare la bocca con una bevanda non zuccherata in seguito per aiutare a rimuovere particelle di cibo e batteri dalla bocca.

Il cibo da asporto

Prendersi cura di denti e gengive è una parte importante per rimanere in buona salute. Un accumulo di batteri in bocca può essere pericoloso. I batteri possono viaggiare dalla bocca nel flusso sanguigno al cuore, dove può causare endocardite. Alcune ricerche hanno anche collegato i batteri orali al rischio di malattie cardiache, arterie ostruite e ictus, secondo la Mayo Clinic.

Pratica una buona igiene orale e visita regolarmente il tuo dentista. Questo può aiutarti a prevenire e curare un accumulo di batteri nocivi nella tua bocca, così come carie e malattie gengivali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here