Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cause dell’osteoporosi

Cause dell’osteoporosi

0
7

Cos’è l’osteoporosi?

L’osteoporosi è l’assottigliamento delle tue ossa. Colpisce circa il 25% delle donne di età superiore ai 65 anni e il 5% degli uomini di età superiore ai 65 anni, secondo il Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

Una varietà di fattori di rischio può determinare il rischio per la malattia. Alcuni sono prevenibili e alcuni sono inevitabili. Cosa causa l’assottigliamento delle ossa?

Rimodellamento osseo

L’osso è tessuto vivo con buchi all’interno. L’interno ha un aspetto a nido d’ape. Le ossa affette da osteoporosi hanno fori più grandi e sono più fragili.

La comprensione dell’osteoporosi inizia con la comprensione di come sono fatte le ossa. Metti ripetutamente richieste alle tue ossa. A causa di queste esigenze, le tue ossa si rimodellano costantemente.

Il rimodellamento osseo avviene in due fasi. In primo luogo, cellule ossee speciali chiamate osteoclasti abbattere l’osso. Quindi, altre cellule ossee chiamate osteoblasti creare nuovo osso.

Gli osteoclasti e gli osteoblasti possono coordinarsi bene per la maggior parte della tua vita. Alla fine, questa coordinazione può rompersi e gli osteoclasti iniziano a rimuovere più osso di quanto gli osteoblasti possano creare.

Quando sei giovane, il tuo corpo crea molte ossa. Nella tua metà degli anni ’20, la tua massa ossea è al livello massimo. Dopodiché, inizi a perdere massa ossea lentamente poiché il tuo corpo dissolve più ossa di quante ne ricostruisca.

Chiavi per l’equilibrio osseo

L’ormone paratiroideo (PTH) è un importante contributo al processo di rimodellamento osseo. Livelli elevati di PTH possono attivare gli osteoclasti e causare un’eccessiva disgregazione ossea. Il calcio nel sangue innesca il rilascio di PTH.

Bassi livelli di calcio nel sangue o ipocalcemia possono causare alti livelli di PTH. Può anche indurre il tuo osso a rilasciare calcio per assicurarti di avere abbastanza calcio nel sangue.

Hai bisogno di calcio per:

  • la salute del cuore
  • coagulazione del sangue
  • funzione muscolare

Il tuo corpo estrarrà le tue ossa per il calcio se non ne hai abbastanza nel sangue. Ottenere abbastanza calcio per tutta la vita è importante per prevenire l’assottigliamento delle ossa.

Nella tua adolescenza e nella prima età adulta, stai costruendo ossa. Un apporto sufficiente di calcio in quel momento garantisce ossa sane in seguito. Invecchiando, mangiare abbastanza cibi ricchi di calcio aiuta a ridurre la quantità di disgregazione ossea.

La vitamina D è essenziale per mantenere il calcio nelle ossa. La vitamina D ti aiuta ad assorbire il calcio attraverso il tuo intestino.

Molti anziani non assumono abbastanza vitamina D. Fino al 50% degli anziani con fratture dell’anca hanno livelli molto bassi di vitamina D, secondo il National Institutes of Health.

Senza abbastanza vitamina D, il tuo flusso sanguigno non assorbirà correttamente il calcio nel latte, negli integratori di calcio o in altre fonti.

Bassi livelli di vitamina D innescheranno anche una serie di eventi che portano all’attivazione degli osteoclasti. Porta anche a una maggiore produzione di PTH, che crea ancora più osteoclasti.

L’impatto degli ormoni

È più probabile che l’osteoporosi colpisca le donne anziane, in particolare le donne bianche e asiatiche, rispetto agli uomini. Uno dei motivi è l’impatto del calo dei livelli di estrogeni dopo la menopausa. Un livello costante di estrogeni è importante per mantenere il ritmo del rimodellamento osseo.

Se i livelli di estrogeni diminuiscono, ciò cambia i livelli di alcune sostanze chimiche di messaggistica che aiutano a mantenere un sano equilibrio tra produzione e degradazione ossea. Gli osteoclasti diventano quindi più attivi senza estrogeni e il tuo corpo distrugge più ossa.

Alcune condizioni mediche e alcuni farmaci possono accelerare il processo di osteoporosi. Questa si chiama osteoporosi secondaria. Si verifica più spesso a seguito dell’assunzione steroidi glucocorticoidi.

Gli steroidi piacciono cortisolo e il prednisone rallentano direttamente gli osteoblasti e accelerano gli osteoclasti. Rendono più difficile per il tuo corpo assorbire il calcio e aumentano anche la quantità di calcio che perdi nelle urine.

L’assunzione di ormoni tiroidei può anche aumentare il rischio di assottigliamento osseo. Gli ormoni tiroidei accelerano il processo di rimodellamento osseo. Questo aumento della velocità si traduce in una maggiore possibilità di squilibrio tra osteoblasti e osteoclasti.

L’abuso di alcol, il fumo e un disturbo alimentare sono ulteriori fattori di rischio per l’osteoporosi. Questi interferiscono con la tua capacità di assorbire i nutrienti necessari, come calcio e vitamina D.

prospettiva

Le complesse interazioni tra PTH, calcio e vitamina D mantengono l’equilibrio tra le cellule che producono e distruggono le ossa.

Alcune condizioni di salute e farmaci possono influenzare il processo di rimodellamento osseo e portare all’assottigliamento delle ossa. Il mantenimento dei livelli necessari di calcio e vitamina D è fondamentale per ridurre il rischio di sviluppare l’osteoporosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here