Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Carenze nutrizionali e morbo di Crohn

Carenze nutrizionali e morbo di Crohn

0
3

Quando le persone mangiano, la maggior parte del cibo viene scomposto nello stomaco e assorbito nell’intestino tenue. Tuttavia, in molte persone con malattia di Crohn – e in quasi tutte quelle con malattia di Crohn dell’intestino tenue – l’intestino tenue non è in grado di assorbire adeguatamente i nutrienti, provocando ciò che è noto come malassorbimento.

Le persone con malattia di Crohn hanno un tratto intestinale infiammato. L’infiammazione o l’irritazione può verificarsi in qualsiasi parte del tratto intestinale, ma più comunemente colpisce la sezione inferiore dell’intestino tenue, nota come ileo. L’intestino tenue è il luogo in cui avviene l’assorbimento dei nutrienti critici, quindi molte persone con malattia di Crohn non digeriscono e assorbono bene i nutrienti. Ciò può causare vari problemi, tra cui il malassorbimento di importanti vitamine e minerali. Queste carenze di vitamine e minerali possono eventualmente portare a ulteriori complicazioni per la salute, come la disidratazione e la malnutrizione.

Fortunatamente, gli esami del sangue possono aiutare i medici a determinare se le persone con malattia di Crohn stanno ricevendo le vitamine e i nutrienti di cui hanno bisogno. In caso contrario, possono essere indirizzati a un gastroenterologo per la valutazione. Un gastroenterologo è qualcuno specializzato in malattie che colpiscono il tratto intestinale e il fegato. Possono consigliare un piano di trattamento per qualcuno che ha carenze nutrizionali dovute alla malattia di Crohn.

Tipi di carenze nutrizionali

Le persone con malattia di Crohn possono avere difficoltà ad assorbire un gran numero di vitamine e sostanze nutritive, tra cui:

Calorie

Le calorie derivano dai macronutrienti, come carboidrati, proteine ​​e grassi. Quando qualcuno non assorbe abbastanza calorie a causa del malassorbimento, spesso perde una quantità significativa di peso molto rapidamente.

Proteina

Le persone con malattia di Crohn potrebbero aver bisogno di integrare il loro apporto proteico a causa di:

  • l’uso di steroidi ad alto dosaggio, come il prednisone
  • perdita di sangue prolungata o diarrea
  • ferite o fistole che interessano l’intestino tenue

Grasso

Le persone che hanno una grave malattia di Crohn e che hanno avuto più di 3 piedi di ileo rimosso potrebbero dover incorporare più grassi sani nella loro dieta.

Ferro

L’anemia, o la mancanza di globuli rossi sani, è un effetto collaterale comune della malattia di Crohn. La condizione può portare a carenza di ferro, quindi molte persone con Crohn richiedono un’ulteriore integrazione di ferro.

Vitamina B-12

Le persone che hanno un’infiammazione grave e che hanno subito la rimozione dell’ileo spesso richiedono iniezioni regolari di vitamina B-12.

Acido folico

Molte persone con malattia di Crohn assumono sulfasalazina per trattare i loro sintomi. Tuttavia, questo farmaco può influire sulla capacità del corpo di metabolizzare il folato, rendendo necessari integratori di acido folico. Le persone che hanno un esteso morbo di Crohn del digiuno, o sezione centrale dell’intestino tenue, potrebbero anche aver bisogno di integrare l’assunzione di acido folico.

Vitamine A, D, E e K.

Le carenze di queste vitamine liposolubili sono spesso associate al malassorbimento dei grassi e all’infiammazione dell’intestino tenue. Possono anche essere correlati alla rimozione di ampie sezioni dell’ileo o del digiuno. Si ritiene inoltre che il rischio di carenza di vitamina D sia maggiore nelle persone che assumono colestiramina, poiché questo farmaco può interferire con l’assorbimento della vitamina D.

Zinco

Le persone con malattia di Crohn potrebbero aver bisogno di assumere integratori di zinco se:

  • ha un’infiammazione estesa
  • ha la diarrea cronica
  • hanno avuto il loro digiuno rimosso
  • stanno assumendo prednisone

Questi fattori possono interferire con la capacità del corpo di assorbire lo zinco.

Potassio e Sodio

Il colon, o intestino crasso, è responsabile del trattamento di fluidi ed elettroliti. Le persone a cui è stato rimosso chirurgicamente questo organo dovranno quindi aumentare l’assunzione di potassio e sodio. Esiste un rischio maggiore di perdita di potassio nelle persone che assumono prednisone e che spesso soffrono di diarrea o vomito.

Calcio

Gli steroidi interferiscono con l’assorbimento del calcio, quindi le persone che assumono questi farmaci per trattare i sintomi della malattia di Crohn dovranno probabilmente incorporare più calcio nella loro dieta.

Magnesio

Le persone che hanno la diarrea cronica o che hanno subito la rimozione dell’ileo o del digiuno potrebbero non essere in grado di assorbire correttamente il magnesio. Questo è un minerale chiave per la crescita ossea e altri processi corporei.

Sintomi di malassorbimento

Molte persone con malattia di Crohn non manifestano sintomi di malassorbimento, quindi è importante sottoporsi a test regolari per le carenze nutrizionali. Quando compaiono sintomi di malassorbimento, possono includere:

  • gonfiore
  • gas
  • crampi allo stomaco
  • feci voluminose o grasse
  • diarrea cronica

In casi gravi di malassorbimento, possono verificarsi anche affaticamento o improvvisa perdita di peso.

Cause di malassorbimento

Una serie di fattori legati alla malattia di Crohn possono contribuire al malassorbimento:

  • Infiammazione: l’infiammazione persistente ea lungo termine dell’intestino tenue nelle persone con malattia di Crohn dell’intestino tenue spesso porta a danni al rivestimento intestinale. Ciò può interferire con la capacità dell’organo di assorbire correttamente i nutrienti.
  • Farmaci: alcuni farmaci usati per trattare la malattia di Crohn, come i corticosteroidi, possono anche influenzare la capacità del corpo di assorbire i nutrienti.
  • Chirurgia: alcune persone a cui è stata rimossa chirurgicamente una parte del loro intestino tenue potrebbero semplicemente avere meno intestino rimasto per assorbire il cibo. Questa condizione, nota come sindrome dell’intestino corto, è rara. Di solito si trova solo nelle persone che hanno meno di 40 pollici di intestino tenue rimanenti dopo più interventi chirurgici.

Trattamenti per il malassorbimento

La sostituzione dei nutrienti è solitamente un trattamento efficace per le persone che hanno carenze nutrizionali dovute alla malattia di Crohn. I nutrienti persi possono essere sostituiti con determinati alimenti e integratori alimentari. Gli integratori possono essere assunti per via orale o somministrati in vena (per via endovenosa).

Evitare determinati alimenti è anche fondamentale per il trattamento del malassorbimento. Vari alimenti possono peggiorare il gas o la diarrea, specialmente durante le riacutizzazioni, ma le risposte sono individuali. I potenziali alimenti problematici includono:

  • fagioli
  • semi
  • broccoli
  • cavolo
  • cibi a base di agrumi
  • burro e margarina
  • crema pesante
  • cibi fritti
  • cibi piccanti
  • cibi ricchi di grassi

Le persone con un blocco intestinale potrebbero dover evitare completamente di mangiare cibi ricchi di fibre, come frutta e verdura crude.

Le persone con malattia di Crohn sono incoraggiate a seguire una dieta sana ed equilibrata per promuovere l’assorbimento di vitamine e minerali. Si consiglia inoltre di mangiare piccole quantità di cibo durante la giornata e di bere molta acqua. Potrebbe essere necessario evitare i latticini, poiché alcuni con la malattia di Crohn diventano intolleranti ai latticini.

Q:

Alcuni alimenti possono aiutare a prevenire le carenze nutrizionali nelle persone con malattia di Crohn? In caso affermativo, quali?

Paziente anonimo

UN:

Sì, alcuni cibi possono aiutare. L’avocado è un grasso facilmente digeribile e ricco di folato, le ostriche sono ricche di ferro e zinco e le verdure a foglia verde cotte sono ricche di acido folico, calcio e ferro (in coppia con un alimento di vitamina C come agrumi o bacche). Anche il salmone in scatola con le ossa, il latte vegetale fortificato con calcio, i fagioli e le lenticchie sono ottime fonti di nutrienti che sono spesso malassorbiti.

Natalie Butler, RD, LDLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here