Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cardiomiopatia peripartum

Cardiomiopatia peripartum

0
7

Cos’è la cardiomiopatia peripartum?

La cardiomiopatia peripartum è un raro tipo di insufficienza cardiaca. Si verifica durante la gravidanza o immediatamente dopo il parto. La condizione indebolisce il muscolo cardiaco e fa ingrossare il cuore. Di conseguenza, il cuore non può pompare correttamente il sangue al resto del corpo.

Secondo l’American Heart Association, questa condizione cardiaca colpisce circa 1.000-1.300 donne negli Stati Uniti ogni anno. Le donne di solito ricevono una diagnosi durante l’ultimo mese di gravidanza o entro cinque mesi dal parto.

Quali sono le cause della cardiomiopatia peripartum?

Il tuo cuore pompa fino al 50 percento in più di sangue durante la gravidanza. Questo perché devi trasferire ossigeno e sostanze nutritive vitali al tuo bambino in crescita. Non esiste una causa definitiva di cardiomiopatia peripartum. Tuttavia, i medici ritengono che questa condizione si verifichi quando il pompaggio extra di sangue si combina con altri fattori di rischio. Questa combinazione pone ulteriore stress sul cuore.

Chi è a rischio di cardiomiopatia peripartum?

Una varietà di fattori di rischio può aumentare le tue possibilità di sviluppare questa condizione, tra cui:

  • obesità
  • ipertensione
  • diabete
  • storia personale di malattie cardiache inclusa miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco)
  • malnutrizione
  • fumare
  • alcolismo
  • Discendenza afroamericana
  • gravidanze multiple
  • avere più di 30 anni
  • farmaci per la consegna prematura

Quali sono i sintomi della cardiomiopatia peripartum?

I sintomi della cardiomiopatia peripartum sono simili ai sintomi dell’insufficienza cardiaca. Potresti sperimentare:

  • battito cardiaco accelerato o palpitazioni
  • dolore al petto
  • stanchezza eccessiva
  • stanchezza durante l’attività fisica
  • fiato corto
  • gonfiore di piedi e caviglie
  • aumento della minzione durante la notte

Come viene diagnosticata la cardiomiopatia peripartum?

Il medico esaminerà i sintomi ed eseguirà un esame fisico. Un dispositivo chiamato stetoscopio può essere utilizzato per aiutare il medico ad ascoltare i rumori scoppiettanti nei polmoni e i suoni anormali nel cuore. Il medico esaminerà anche la pressione sanguigna. Potrebbe essere inferiore al normale e potrebbe diminuire in modo significativo quando ti alzi in piedi.

Una varietà di test di imaging può misurare il tuo cuore. Questi test determinano anche la velocità del flusso sanguigno. Alcuni di questi test di imaging possono anche visualizzare potenziali danni ai polmoni. I test possono includere:

  • Radiografia dell’intero torace
  • Scansione TC per immagini dettagliate del cuore
  • scansione del cuore nucleare per mostrare le camere cardiache
  • onde sonore per creare immagini in movimento del cuore (ecocardiogramma)

Quali sono le opzioni di trattamento per la cardiomiopatia peripartum?

Le donne che sviluppano questa condizione rimangono in ospedale fino a quando i loro sintomi non sono sotto controllo. E il tuo medico ti consiglierà il trattamento in base alla gravità della tua condizione. Il danno cardiaco da cardiomiopatia peripartum è irreversibile. Ma un cuore danneggiato può ancora funzionare per molto tempo, a seconda della gravità del danno. La gravità del danno determinerà anche se è necessario un trapianto di cuore.

Le prospettive per le donne con diagnosi di cardiomiopatia peripartum sono buone per coloro i cui cuori tornano alle dimensioni normali dopo il parto. Questo accade per circa il 30-50% delle donne. In tutti i casi, il 4% dei pazienti richiede un trapianto di cuore e il 9% muore a causa della procedura di trapianto di cuore.

I medici raccomandano un trapianto di cuore o una pompa cardiaca a palloncino nei casi più gravi. Per la maggior parte delle donne, tuttavia, il trattamento prevede la gestione e la riduzione dei sintomi.

Il medico può prescrivere i seguenti farmaci per controllare i sintomi:

  • beta-bloccanti: farmaci che riducono la pressione sanguigna e migliorano il flusso sanguigno bloccando l’ormone adrenalina
  • digitale: farmaci che rafforzano il cuore per migliorare il pompaggio e la circolazione
  • diuretici: farmaci che abbassano la pressione sanguigna rimuovendo l’acqua e il sale in eccesso dal corpo

Le donne con questa condizione potrebbero anche aver bisogno di seguire una dieta a basso contenuto di sale per gestire la loro pressione sanguigna. Dovrebbero evitare completamente alcol e prodotti del tabacco. Questi prodotti possono peggiorare i sintomi.

La cardiomiopatia peripartum può influire sulla tua salute per il resto della tua vita, anche dopo un trattamento efficace. Segui controlli regolari e prendi tutti i farmaci come indicato.

Quali sono le complicazioni associate alla cardiomiopatia peripartum?

Le complicazioni gravi includono:

  • aritmia
  • coaguli di sangue, in particolare nei polmoni
  • insufficienza cardiaca congestizia
  • Morte

Come posso prevenire la cardiomiopatia peripartum?

Alcune abitudini di vita possono ridurre il rischio. Questo è particolarmente importante per le prime madri. Concentrarsi su:

  • fare esercizio fisico regolare
  • mangiare una dieta a basso contenuto di grassi
  • evitando le sigarette
  • evitare l’alcol

Le donne che ricevono una diagnosi di cardiomiopatia peripartum sono a rischio di sviluppare la condizione con future gravidanze. In questi casi, le donne possono prendere in considerazione la possibilità di prendere il controllo delle nascite per prevenire le gravidanze.

Qual è la prospettiva a lungo termine?

Le prospettive per questa condizione dipendono dalla gravità e dall’arco di tempo della tua condizione. Alcune donne che sviluppano la condizione durante la gravidanza possono avere il cuore tornare alle dimensioni normali dopo il parto. Per altri, la loro condizione può continuare a peggiorare. In questi casi, un trapianto di cuore può essere il modo migliore per preservare la longevità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here