Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Capire le palpitazioni cardiache dopo aver mangiato

Capire le palpitazioni cardiache dopo aver mangiato

0
3

Panoramica

Una palpitazione cardiaca è evidente quando ci si sente come se il tuo cuore avesse saltato un battito o avesse avuto un battito in più. Può causare svolazzanti o colpi al petto o al collo. Può anche essere un improvviso aumento della frequenza cardiaca.

Le palpitazioni cardiache non si verificano sempre quando stai facendo qualcosa di faticoso o stressante e potrebbero non essere un sintomo di qualcosa di serio.

La connessione cibo-cuore

Potrebbero verificarsi palpitazioni cardiache dopo aver mangiato per diversi motivi:

Supplementi dietetici

Alcuni integratori alimentari che le persone assumono durante i pasti possono causare palpitazioni cardiache. Questi includono:

  • arancia amara, che alcune persone prendono per bruciore di stomaco, perdita di peso e problemi di pelle
  • efedra, che alcune persone prendono per raffreddori, mal di testa e aumentando i loro livelli di energia
  • ginseng, che alcune persone prendono per aumentare l’energia mentale e fisica
  • biancospino, che alcune persone prendono per malattie cardiache, inclusa l’angina
  • valeriana, che alcune persone prendono per disturbi del sonno, ansia e depressione

Esperienza del pasto

Le palpitazioni cardiache dopo aver mangiato possono essere correlate all’esperienza del pasto piuttosto che al cibo.

Le palpitazioni possono verificarsi a causa dell’atto di deglutizione. A volte potresti provare palpitazioni quando ti alzi dopo essere stato seduto per un pasto. Le emozioni possono anche innescare palpitazioni, soprattutto se i pasti causano ansia o stress.

Dieta

La tua dieta può anche causare palpitazioni.

Di seguito sono riportati alcuni fattori scatenanti e fattori di rischio legati alla dieta:

  • Bassi livelli di potassio e disidratazione possono scatenare palpitazioni cardiache.

  • Se ti è stata diagnosticata un’ipoglicemia o un basso livello di zucchero nel sangue, potresti essere a maggior rischio di avere palpitazioni cardiache a causa della tua dieta. Gli alimenti ricchi di carboidrati e gli zuccheri trasformati possono causare palpitazioni se hai problemi con un basso livello di zucchero nel sangue.
  • Anche l’alcol può svolgere un ruolo. I ricercatori in uno studio del 2014 sul Journal of the American College of Cardiology hanno scoperto un legame tra il consumo di alcol e la fibrillazione atriale.
  • Potresti avere palpitazioni dovute a un’allergia o sensibilità alimentare. Il bruciore di stomaco che si verifica a causa del consumo di cibi piccanti o ricchi può anche provocare palpitazioni cardiache.
  • Anche i cibi ricchi di sodio possono causare palpitazioni. Molti cibi comuni, in particolare cibi in scatola o trasformati, contengono sodio come conservante.

Tiramina

Alimenti e bevande con alti livelli di aminoacido tiramina possono causare un aumento della pressione sanguigna e portare a palpitazioni cardiache. Loro includono:

  • formaggi stagionati
  • salumi
  • bevande alcoliche
  • frutta secca o troppo matura

Teobromina

La teobromina, un ingrediente che si trova comunemente nel cioccolato, può anche aumentare la frequenza cardiaca e causare palpitazioni. In un Studio del 2013, i ricercatori hanno scoperto che la teobromina potrebbe avere un effetto positivo sull’umore. Ma a dosi elevate, i suoi effetti non sono più benefici.

Il glutammato monosodico (MSG) è un fattore scatenante?

Sebbene non ci siano ricerche per confermarlo, i ricercatori suggeriscono che potresti avere palpitazioni come sensibilità al glutammato monosodico, che è un esaltatore di sapidità spesso presente nei cibi cinesi e in alcuni cibi in scatola e trasformati.

Il Food and Drug Administration (FDA) lo considera generalmente sicuro per il consumo, tuttavia, se pensi che l’MSG stia causando le tue palpitazioni cardiache, leggi attentamente le etichette ed evita cibi contenenti MSG.

La caffeina è un fattore scatenante?

Tradizionalmente, i medici credevano che le palpitazioni potessero derivare dalla sensibilità alla caffeina. La caffeina è presente in molti cibi e bevande popolari, come:

  • caffè
  • bibita
  • Bevande energetiche
  • cioccolato

Tuttavia, uno studio del 2016 suggerisce che la caffeina probabilmente non causa palpitazioni. In effetti, i ricercatori propongono che alcuni tipi di caffeina possono migliorare la salute del tuo cuore.

Altre cause

L’esercizio fisico può renderti incline ad avere palpitazioni cardiache. Provare emozioni come paura e panico può anche causarle.

Droghe

Altre cause includono:

  • prodotti da banco, come farmaci per il raffreddore e decongestionanti con effetto stimolante
  • farmaci per l’asma
  • farmaci per malattie cardiache
  • farmaci per l’ipertensione
  • pillole dietetiche
  • ormoni tiroidei
  • alcuni antibiotici
  • anfetamine
  • cocaina
  • nicotina

Cambiamenti ormonali

Anche cambiamenti drastici nei tuoi ormoni possono causare palpitazioni. Il ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa influiscono sui livelli ormonali e questi cambiamenti possono avere un impatto notevole sulla frequenza cardiaca.

Le vampate di calore durante la menopausa sono notevoli per causare palpitazioni. Questi di solito scompaiono quando la vampata di calore è terminata.

Palpitazioni cardiache e malattie cardiache

Alcune condizioni cardiache possono metterti a rischio di palpitazioni cardiache, tra cui:

  • una frequenza cardiaca anormale o aritmia
  • un battito cardiaco accelerato o tachicardia
  • un battito cardiaco lento o bradicardia
  • fibrillazione atriale
  • flutter atriale
  • cardiopatia ischemica o indurimento delle arterie

Questi problemi cardiaci possono verificarsi a causa di condizioni esistenti, tra cui diabete e ipertensione. Parla con il tuo medico per fare il test per le condizioni cardiache se hai palpitazioni cardiache, soprattutto se hai altre condizioni che possono influire sulla salute del tuo cuore.

Quando ottenere assistenza medica

Rivolgiti al medico se non hai mai avuto palpitazioni cardiache ma sospetti di averle subito. Possono essere benigni, ma possono anche essere un sintomo di problemi sottostanti, soprattutto se si verificano insieme ad altri sintomi, come:

  • problemi di respirazione
  • sudando abbondantemente
  • confusione
  • vertigini
  • vertigini
  • svenimento
  • dolore al petto
  • pressione o senso di oppressione al petto, alla parte superiore della schiena, alle braccia, al collo o alla mascella

Le palpitazioni cardiache di solito si interrompono dopo pochi secondi una volta che la frequenza cardiaca torna alla normalità. In alcuni casi, il tuo cuore potrebbe continuare a battere in modo irregolare per minuti o più. Potresti sentire dolore al petto e persino svenire.

Le palpitazioni cardiache possono essere un sintomo di una condizione medica, tra cui:

  • anemia
  • disidratazione
  • perdita di sangue
  • bassi livelli di zucchero nel sangue
  • bassi livelli di anidride carbonica nel sangue
  • bassi livelli di ossigeno nel sangue
  • bassi livelli di potassio
  • una tiroide iperattiva
  • shock

Rivolgiti subito al medico se hai palpitazioni e sei a rischio di malattie cardiache o se ti è stata diagnosticata in precedenza una malattia cardiaca o una condizione cardiaca.

Diagnosi della causa delle palpitazioni

Il tuo medico probabilmente inizierà con un esame fisico. Se il medico sospetta un problema cardiaco, potrebbe essere necessario consultare un cardiologo. I test diagnostici possono includere:

  • analisi del sangue
  • test delle urine
  • un elettrocardiogramma
  • un ecocardiogramma
  • uno stress test

Il medico può anche raccomandare un test del monitor Holter. Per questo test, porterai con te un cardiofrequenzimetro portatile per 1 o 2 giorni in modo che il medico possa analizzare la tua frequenza cardiaca per un periodo più lungo.

Trattamento per le palpitazioni cardiache

Il trattamento dipende dalla diagnosi.

Il medico potrebbe concludere che le palpitazioni cardiache non sono una seria minaccia per la salute. In questo caso, probabilmente trarrai beneficio dai cambiamenti nello stile di vita.

Evitare i comuni farmaci per il raffreddore con pseudoefedrina e stimolanti nel cibo e nelle bevande può limitare le palpitazioni. Anche smettere di fumare può aiutare.

Se le palpitazioni sono un problema serio, il medico probabilmente prescriverà un beta-bloccante o un bloccante dei canali del calcio. Questi sono farmaci antiaritmici. Mantengono la frequenza cardiaca uniforme e regolare migliorando il flusso sanguigno in tutto il corpo.

Questi farmaci spesso trattano le tue condizioni entro poche ore. Tuttavia, di solito sono necessari da diversi mesi a diversi anni per correggere le condizioni legate all’aritmia.

Se le palpitazioni sono pericolose per la vita, il medico può utilizzare un defibrillatore o un pacemaker per riportare il cuore a un ritmo normale. Questi trattamenti ti daranno risultati immediati.

Il medico potrebbe monitorarti per alcuni giorni o anche per alcuni anni per continuare a trattare le tue palpitazioni cardiache.

Vivere con le palpitazioni cardiache

Se le tue palpitazioni non sono dovute a una condizione medica di base, potresti non aver bisogno di cure mediche. Se hai spesso le palpitazioni, cerca di capire quali alimenti o attività le attivano.

Tieni un diario alimentare per vedere se riesci a identificare cibi specifici che ti provocano palpitazioni. In alcuni casi, un singolo ingrediente nel tuo cibo potrebbe essere la causa. Se riesci a identificare i trigger, evitalo e vedi se le palpitazioni si fermano.

Se sei molto stressato, terapie come yoga, meditazione e tecniche di respirazione profonda possono aiutare ad alleviare le palpitazioni cardiache.

Non importa quale sia la causa delle palpitazioni, sono disponibili molti trattamenti per mantenere sotto controllo la frequenza cardiaca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here