Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Capire FPIES nei bambini: una guida per i genitori

Capire FPIES nei bambini: una guida per i genitori

0
4

Cos’è FPIES?

La sindrome da enterocolite indotta da proteine ​​alimentari (FPIES) è una rara allergia alimentare. Colpisce principalmente bambini piccoli e neonati. Questa allergia si verifica nel tratto gastrointestinale (GI). Provoca vomito e diarrea ricorrenti o talvolta cronici, ma spesso gravi.

La reazione inizia tipicamente dopo che il neonato o il bambino consuma latticini o cibi a base di soia. L’allergia può manifestarsi anche quando il bambino inizia a mangiare cibi solidi per la prima volta.

Alcuni bambini con FPIES faranno fatica ad aumentare o addirittura a mantenere un peso sano. Di conseguenza, potrebbero iniziare a non raggiungere i traguardi di crescita, inclusi gli obiettivi di peso e altezza. In definitiva, ai bambini con FPIES può essere diagnosticato un “ritardo di crescita”.

Quali sono i sintomi di FPIES?

A differenza di altre allergie alimentari, una reazione FPIES è contenuta nel tratto gastrointestinale. I segni di una reazione possono richiedere diverse ore per apparire. Questo ritardo può rendere più difficile diagnosticare l’allergia.

I sintomi di FPIES possono anche essere confusi con gas, reflusso acido o un insetto gastrico. I sintomi ritornano dopo ogni esposizione all’allergene alimentare, quindi è la natura cronica e ripetitiva di FPIES e l’associazione con un particolare alimento che alla fine lo distingue da un breve episodio di disturbi alla pancia. I segni e sintomi di FPIES includono:

  • vomito cronico o ricorrente
  • diarrea
  • disidratazione
  • letargia
  • cambiamenti nella pressione sanguigna
  • fluttuazioni della temperatura corporea
  • perdita di peso
  • crescita stentata
  • incapacità di prosperare

Un bambino con una diagnosi di ritardo della crescita può avere ritardi in molte tappe, tra cui:

  • altezza, peso e circonferenza della testa
  • abilità fisiche, tra cui rotolarsi, sedersi, stare in piedi e camminare
  • abilità sociali
  • abilità mentali

Quali sono i fattori di rischio per FPIES?

Esistono diversi fattori di rischio per FPIES:

  • Il FPIES sembra colpire i ragazzi leggermente più delle ragazze.
  • Secondo l’American College of Allergy, Asthma, and Immunology (ACAAI), dal 40 all’80% dei bambini con FPIES ha una storia familiare di condizioni allergiche, comprese allergie alimentari, eczema o raffreddore da fieno.
  • Se tuo figlio ha ricevuto una diagnosi con un tipo di allergia alimentare, è possibile che abbia un’allergia aggiuntiva. FPIES è diverso dalla maggior parte delle allergie alimentari, che provocano reazioni entro pochi secondi o minuti dal contatto con l’allergene. Tuo figlio potrebbe avere entrambi i tipi di allergie alimentari.

Trigger

Tutti gli alimenti possono causare una reazione FPIES, ma anche alcuni alimenti hanno maggiori probabilità di innescarne una. I prodotti a base di latte e soia sono le principali cause di una reazione. Di solito il cibo deve essere ingerito direttamente dal bambino, quindi i bambini allattati al seno sviluppano i sintomi più tardi rispetto ai bambini allattati con latte artificiale, sempre che ne manifestino. Altri allergeni alimentari che potrebbero scatenarlo includono:

La maggior parte dei bambini con FPIES ha solo uno o, occasionalmente, due inneschi alimentari. È possibile, tuttavia, che un bambino abbia reazioni a più cibi.

Quanto è comune FPIES?

Gli esperti non sanno quanti bambini hanno FPIES. È considerata una malattia rara. Negli ultimi anni, il numero di casi FPIES è aumentato. Non è chiaro se questo aumento sia il risultato di una più ampia consapevolezza per FPIES o di un effettivo aumento dei casi della condizione.

Quali sono i trattamenti per FPIES?

Se tuo figlio è esposto all’allergene che causa la sua reazione, hai diverse opzioni per trattare i sintomi. Le opzioni di trattamento dipendono dalla gravità della reazione di tuo figlio e dagli alimenti che scatenano le sue reazioni.

Iniezioni di steroidi

Un colpo di steroidi può aiutare a ridurre la gravità della risposta immunitaria di tuo figlio. Ciò può anche ridurre la gravità dei sintomi.

Fluidi IV

Se tuo figlio soffre di vomito grave, diarrea o forti sbalzi di temperatura corporea, consulta immediatamente il pediatra. Il tuo bambino potrebbe aver bisogno di liquidi EV per la reidratazione e per prevenire lo shock.

Trattamenti lifestyle

Questi trattamenti aiutano a ridurre o alleviare i sintomi di una reazione FPIES. Tuttavia, non trattano la condizione stessa. I trattamenti sono personalizzati in base a tuo figlio e ai suoi fattori scatenanti.

Una volta che un neonato o un bambino piccolo riceve una diagnosi di FPIES e il suo alimento trigger viene eliminato dalla dieta, i sintomi si risolvono. La maggior parte dei bambini supera FPIES quando hanno 3 anni. Tuttavia, sono stati segnalati casi in bambini più grandi e adulti.

Se tuo figlio ha una reazione a un prodotto a base di latte, incluso il latte vaccino, la soia o un altro tipo, il pediatra potrebbe consigliarti una formula ipoallergenica.

È raro che un bambino reagisca al latte materno della madre. Ma se lo fanno, il loro medico potrebbe consigliarti di passare temporaneamente a una formula. Quindi, mentre pompi per mantenere la tua scorta, puoi lavorare con il medico di tuo figlio per determinare l’esatta allergia in modo da poterla rimuovere dalla tua dieta e ricominciare ad allattare.

Se tuo figlio reagisce solo a uno o due cibi, può semplicemente evitare di mangiarli. In definitiva, il miglior corso di gestione e trattamento per FPIES è evitare del tutto l’allergene.

Quali sono le prospettive per un bambino con FPIES?

Potrebbero essere necessarie diverse settimane o mesi per ottenere una diagnosi di FPIES. Quindi, dovrai cambiare lo stile di vita di tuo figlio per soddisfare le nuove restrizioni che derivano dalla diagnosi.

Fortunatamente, FPIES non è una condizione permanente. In effetti, secondo l’ACAAI, la maggior parte dei bambini supererà FPIES all’età di 3 o 4 anni.

Una volta che il medico, di solito un allergologo o un gastroenterologo, ritiene che tuo figlio abbia superato la sua allergia, lavorerà con te per iniziare a reintrodurre lentamente gli alimenti trigger nella dieta del tuo bambino. Potrebbero anche consigliarti di lavorare con un dietista esperto nel lavorare con coloro che soffrono di allergie.

L’allergologo di tuo figlio potrebbe chiederti di fare test di esposizione alimentare nel loro ufficio, dove tuo figlio può essere monitorato. Una volta che il medico è sicuro che il grilletto non causa più una reazione allergica, puoi ricominciare a nutrire tuo figlio con questi alimenti.

Sfortunatamente, alcuni bambini possono convivere con la condizione oltre i primi anni. Alcuni bambini con FPIES vivranno con esso nella loro adolescenza e oltre. Per fortuna, una dieta corretta e il controllo FPIES possono aiutare il tuo bambino a crescere e prosperare, nonostante la condizione.

Parla con il tuo dottore

Se tuo figlio mostra segni di FPIES, fissa un appuntamento per parlare con il suo medico. Identifica i segni e i sintomi che tuo figlio sperimenta e quando si verificano. I test per FPIES sono limitati e non molto sicuri, quindi il medico di tuo figlio potrebbe condurre diversi test per eliminare altre condizioni.

Dopo che queste condizioni sono state escluse, il loro medico può considerare più probabile una diagnosi di FPIES. Se, sotto la cura del proprio medico, l’eliminazione del sospetto alimento scatenante dalla dieta del bambino fa scomparire i sintomi, questo aiuta a fare la diagnosi. Insieme, potete iniziare a sviluppare modi per aiutare vostro figlio a vivere e ad affrontare la nuova diagnosi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here