Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Candidato per l’ablazione con radiofrequenza?

Candidato per l’ablazione con radiofrequenza?

0
5

L’ablazione con radiofrequenza può essere d’aiuto?

Con l’avanzare dell’età, le articolazioni si deteriorano, la cartilagine si assottiglia e i fluidi che lubrificano le articolazioni diminuiscono.

Potresti iniziare a sperimentare artrite, dolore e gonfiore alle articolazioni. I nervi che escono dal midollo spinale possono essere schiacciati o limitati quando l’artrite inizia a colpire le vertebre.

Se pillole e lozioni cessano di essere efficaci, l’ablazione con radiofrequenza è un altro trattamento che può aiutare.

Cos’è l’ablazione con radiofrequenza?

L’ablazione con radiofrequenza (RFA) è una procedura utilizzata per ridurre il dolore causato dall’artrite. Durante il trattamento, il medico inserirà una piccola sonda nella schiena.

Utilizzando un dispositivo a raggi X, guideranno la sonda nell’area interessata. La sonda produrrà quindi una corrente elettrica che invia onde radio al tessuto nervoso. Le onde riscaldano piccoli segmenti dei nervi colpiti per bloccare i segnali del dolore.

Prima della procedura, ti verrà somministrato un blando sedativo e un anestetico locale. Sarai sveglio durante la procedura, ma non sarai in grado di sentire alcun dolore.

Quali sintomi possono essere trattati con l’ablazione con radiofrequenza?

RFA è usato per trattare le persone con condizioni correlate alla colonna vertebrale che includono:

  • lombalgia
  • dolore causato dalla rottura delle articolazioni della colonna vertebrale
  • dolore al collo
  • artrite della colonna vertebrale
  • dolore da precedenti interventi chirurgici alla colonna vertebrale
  • danni causati da colpo di frusta

RFA ha avuto successo anche nel trattamento dei problemi del ritmo cardiaco e del cancro.

Quanto durano i benefici dell’ablazione con radiofrequenza?

Il periodo di tempo in cui RFA fornisce sollievo varia da persona a persona. Si basa anche su due fattori: quale area del corpo sta trattando RFA e la causa dell’artrite.

Dopo un trattamento RFA, dovresti provare un significativo sollievo dal dolore per diverse settimane a un mese.

In media, un trattamento RFA può ridurre il dolore da sei mesi a un anno. Il sollievo dal dolore può anche durare più a lungo rispetto ai trattamenti di gestione del dolore più tradizionali, come i blocchi nervosi.

Potrebbe essere necessario ripetere il trattamento con RFA se il dolore ritorna.

Quali preparazioni sono necessarie per l’ablazione con radiofrequenza?

Il medico può raccomandare alcune misure prima di sottoporsi a un trattamento RFA. Questi includono:

  • Smetti di mangiare sei ore prima della procedura.
  • Consumare solo liquidi chiari fino a due ore prima della procedura.
  • Interrompa l’assunzione di medicinali che possono influire sulla coagulazione del sangue, come l’aspirina, due settimane prima dell’RFA.

Inoltre, continua a prendere altri farmaci il giorno della procedura, a meno che il medico non ti dica diversamente.

E se prendi l’insulina, regola il dosaggio il giorno della procedura in base alle raccomandazioni del tuo medico.

Quali sono i rischi associati all’ablazione con radiofrequenza?

L’RFA è generalmente considerato sicuro ed efficace. La maggior parte delle persone non ha complicazioni dalla procedura.

Tuttavia, vi è un aumento del rischio di infezione e sanguinamento intorno all’area in cui è inserita la sonda.

Un’infermiera posizionerà una flebo nel braccio prima della procedura. Potresti provare un lieve disagio. E dopo che la flebo è stata rimossa, potresti avere lividi intorno al sito IV.

Prima della procedura, parla con il tuo medico di eventuali rischi aggiuntivi che potresti avere in base alla tua storia di salute personale.

Quali sono gli effetti collaterali dell’ablazione con radiofrequenza?

RFA ha pochissimi effetti collaterali. Alcuni includono:

  • disagio nell’area del trattamento
  • gonfiore, lividi e lieve dolore nel sito di iniezione
  • intorpidimento delle gambe causato dall’anestesia locale

Cerca assistenza medica di emergenza se si verifica una delle seguenti condizioni:

  • forte dolore al sito di iniezione
  • aumento del gonfiore o arrossamento intorno al sito di iniezione
  • intorpidimento delle gambe prolungato, debolezza o difficoltà a camminare

Quanto dura il recupero dall’ablazione con radiofrequenza?

Seguendo la procedura, avrai bisogno di qualcuno che ti accompagni a casa e ti controlli per 24 ore. Il medico le consiglierà di non guidare o utilizzare macchinari per almeno 24 ore.

Puoi tornare a una dieta normale una volta uscito dall’ospedale. E il medico potrebbe suggerirti di evitare attività faticose per diversi giorni in modo che il sito di iniezione abbia il tempo di guarire.

Prima di lasciare l’ospedale, assicurati di chiedere al tuo medico se ci sono altri ordini di recupero specifici.

Chi non dovrebbe sottoporsi all’ablazione con radiofrequenza?

La RFA è gestita bene dalla maggior parte delle persone, tuttavia non tutti coloro che soffrono di artrite sono candidati per la procedura. Le persone con infezioni attive o problemi di sanguinamento non dovrebbero ricevere RFA.

Discuti tutti i fattori di rischio con il tuo medico. Prenderanno in considerazione la tua storia di salute personale e la tua storia di risposta ai tipici trattamenti per l’artrite prima di raccomandare RFA.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here