Cancro vulvare

0
8

Cos’è il cancro vulvare?

Il cancro si verifica quando le cellule dei tessuti anormali si riproducono in modo incontrollabile. Il cancro può svilupparsi in qualsiasi parte del corpo ei sintomi e il trattamento dipendono dal tipo di cancro e dalla sua posizione. Esistono vari tipi di cancro che possono colpire gli organi riproduttivi femminili, compreso il cancro vulvare.

Il cancro vulvare è un cancro della vulva o dei genitali esterni di una femmina. La vulva comprende le labbra interne ed esterne della vagina, il clitoride e l’apertura della vagina, che è chiamata introitus. Anche le ghiandole vicino all’apertura vaginale fanno parte della vulva. Il cancro vulvare colpisce tipicamente le labbra esterne della vagina, ma anche altre parti della vulva possono essere colpite, soprattutto quando il cancro si ingrandisce.

Questo tipo di cancro di solito si sviluppa lentamente. Spesso inizia come neoplasia intraepiteliale vulvare, che si verifica quando le cellule della pelle sane intorno alla vulva subiscono cambiamenti anormali. Senza trattamento, le cellule anormali possono trasformarsi in cancro.

Quali sono i sintomi del cancro vulvare?

Nelle sue fasi iniziali, il cancro vulvare potrebbe non causare alcun sintomo. Quando si verificano i sintomi, possono includere:

  • sanguinamento anormale
  • prurito nella zona vulvare
  • una macchia di pelle scolorita
  • dolore con la minzione
  • dolore e tenerezza nella zona vulvare
  • un nodulo o piaghe simili a verruche sulla vulva

Chiama subito il tuo medico se hai i sintomi del cancro vulvare. La diagnosi precoce e il trattamento possono aiutare a prevenire la progressione e lo sviluppo del cancro.

Chi è a rischio di cancro vulvare?

Sebbene la causa esatta del cancro vulvare non sia nota, ci sono alcuni fattori di rischio associati alla condizione. Questi includono:

  • avere 55 anni o più
  • fumare
  • avere una neoplasia intraepiteliale vulvare
  • avere l’HIV o l’AIDS
  • avere un’infezione da papillomavirus umano (HPV)
  • avere una storia di verruche genitali
  • avere una condizione della pelle che può influenzare la vulva, come il lichen planus

Come viene diagnosticato il cancro vulvare?

Il medico eseguirà un esame fisico ed esaminerà attentamente la vulva. Esamineranno anche la tua storia medica e ti faranno domande sul tuo stile di vita.

Probabilmente il medico eseguirà anche una biopsia. Ciò comporta il prelievo di piccoli campioni di tessuto dalla vulva per l’analisi. La procedura può essere eseguita con un anestetico locale, che intorpidirà l’area in modo da non sentire alcun dolore.

Se i risultati della biopsia indicano un cancro vulvare, il medico può indirizzarti a un ginecologo oncologo. Un ginecologo oncologo è un medico specializzato in tumori del sistema riproduttivo femminile. Esamineranno i risultati della tua biopsia ed eseguiranno più test per mettere in scena il cancro.

Come viene messo in scena il cancro vulvare?

La stadiazione aiuta il medico a classificare la gravità del cancro. Ciò consente loro di creare un piano di trattamento efficace per te. I fattori utilizzati nella stadiazione includono la posizione del tumore primario, la diffusione del cancro ai linfonodi vicini e le dimensioni e il numero di tumori.

Gli stadi del cancro vulvare includono tipicamente da 0 a 4. Più alto è lo stadio, maggiore è la gravità:

  • Il cancro allo stadio 0 si riferisce a un cancro molto precoce che è limitato alla superficie della pelle della vulva.
  • Il cancro allo stadio 1 colpisce solo la vulva o il perineo. Il perineo è l’area della pelle tra l’apertura vaginale e l’ano. Il tumore non si è diffuso ai linfonodi o ad altre aree del corpo.
  • Il cancro allo stadio 2 si è diffuso dalla vulva alle strutture vicine, come le parti inferiori dell’uretra, della vagina e dell’ano.
  • Il cancro allo stadio 3 si è diffuso ai linfonodi vicini.
  • Il cancro allo stadio 4A si è diffuso in modo più esteso ai linfonodi o alle porzioni superiori dell’uretra o della vagina. In altri casi, i tumori si sono diffusi alla vescica, al retto o all’osso pelvico.
  • Il cancro allo stadio 4B si è diffuso a organi distanti o linfonodi.

Esistono numerosi test che aiutano il medico a mettere in scena il cancro, inclusi i seguenti:

  • Un esame pelvico viene eseguito in anestesia generale o regionale in modo che il medico possa esaminare l’area in modo più approfondito.
  • Una scansione TC può aiutare il medico a identificare i linfonodi ingrossati nella zona inguinale.
  • Una risonanza magnetica può aiutare il medico a trovare tumori pelvici e tumori che si sono diffusi al cervello o al midollo spinale.
  • Una cistoscopia e una proctoscopia possono aiutare il medico a determinare se il cancro si è diffuso alla vescica e al retto.

Come viene trattato il cancro vulvare?

Il tuo piano di trattamento dipenderà dallo stadio del tuo cancro. Tuttavia, ci sono quattro tipi di trattamenti standard:

Terapia laser

La terapia laser utilizza la luce ad alta intensità per uccidere le cellule tumorali. La luce irradia attraverso un tubo sottile chiamato endoscopio, che viene utilizzato per mirare e distruggere i tumori. La terapia laser tende a causare meno cicatrici e sanguinamento rispetto ad altre forme di trattamento. Spesso può essere eseguito in regime ambulatoriale, il che significa che puoi lasciare l’ospedale lo stesso giorno del trattamento.

Chirurgia

La chirurgia è il trattamento più comune per il cancro vulvare. Ci sono molti diversi interventi chirurgici che possono essere eseguiti. Il tipo di intervento chirurgico scelto dipenderà dallo stadio del cancro e dalla tua salute generale.

Escissione locale

Se il cancro non si è diffuso a nodi o organi distanti, può essere eseguita un’asportazione locale. La procedura prevede la rimozione dell’area interessata e una piccola quantità di tessuto normale che la circonda. Anche i linfonodi possono essere rimossi.

Vulvectomia

Una vulvectomia è un’altra opzione chirurgica. Durante questa procedura, il chirurgo rimuoverà l’intera vulva durante una vulvectomia radicale o una parte della vulva durante una vulvectomia parziale.

Exenterazione pelvica

Per il cancro vulvare avanzato o grave, può essere eseguita l’esenterazione pelvica. A seconda di dove si è diffuso il cancro, il chirurgo può rimuovere:

  • cervice
  • vagina
  • colon inferiore
  • retto
  • Vescica urinaria
  • vulva
  • ovaie
  • linfonodi

Se la vescica, il retto e il colon vengono rimossi, il chirurgo creerà un’apertura chiamata stomiain modo che l’urina e le feci possano lasciare il tuo corpo.

Radioterapia

La radioterapia utilizza radiazioni ad alta energia per ridurre i tumori e uccidere le cellule tumorali. Questo tipo di trattamento può essere somministrato esternamente, il che significa che i raggi sono diretti all’area cancerosa da una macchina. In altri casi, la radioterapia può essere somministrata internamente attraverso l’inserimento di semi o fili radioattivi.

Chemioterapia

La chemioterapia è una forma aggressiva di terapia farmacologica chimica che aiuta a rallentare o arrestare la crescita delle cellule tumorali. È l’opzione di trattamento preferita quando il cancro è più avanzato e si è diffuso ad altri organi del corpo. A seconda del tipo di farmaco somministrato, puoi assumere il medicinale per via orale o attraverso la vena (IV). Puoi anche prenderlo come crema topica.

In alcuni casi, potresti essere in grado di partecipare a una sperimentazione clinica. Le sperimentazioni cliniche fanno parte della ricerca scientifica. Le persone vengono scelte per ricevere nuovi trattamenti e vengono monitorate con molta attenzione per valutare l’efficacia del trattamento. Parla con il tuo medico per sapere se uno studio clinico è appropriato per te.

Qual è la prospettiva a lungo termine per le persone con cancro vulvare?

Una volta ottenuto il trattamento, dovrai andare dal tuo medico per regolari appuntamenti di follow-up. Questi appuntamenti comportano esami per assicurarsi che il tuo corpo stia guarendo da qualsiasi procedura, per monitorare la recidiva del cancro e per verificare gli effetti collaterali del trattamento.

La tua prospettiva a lungo termine dipende dallo stadio del cancro e dalle dimensioni del tumore. Il tasso di sopravvivenza è piuttosto alto quando il cancro vulvare viene diagnosticato e trattato precocemente. In effetti, il tasso di sopravvivenza relativo a cinque anni è di circa l’86% se il cancro è classificato come stadio 1. Ciò significa che l’86% delle persone a cui è stato diagnosticato un cancro vulvare in stadio 1 vive per almeno cinque anni dopo la diagnosi del cancro. Tuttavia, una volta che il cancro vulvare è più avanzato e classificato come stadio 4, il tasso di sopravvivenza a cinque anni scende a circa il 16%.

È importante notare che i tassi di sopravvivenza variano a seconda di:

  • il tipo di trattamento utilizzato
  • l’efficacia del trattamento
  • della tua età
  • la tua salute generale

È importante disporre di una forte rete di supporto che possa aiutarti ad affrontare le sfide che derivano da una diagnosi di cancro. Dovresti parlare con un consulente, un familiare o un amico intimo dello stress e dell’ansia che potresti provare. Potresti anche prendere in considerazione l’idea di unirti a un gruppo di supporto contro il cancro, dove puoi discutere le tue preoccupazioni con altri che possono riguardare ciò che stai vivendo. Chiedi al tuo medico informazioni sui gruppi di supporto nella tua zona. È inoltre possibile trovare informazioni sui gruppi di supporto dell’American Cancer Society e National Cancer Institute siti web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here