Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Cancro alla prostata: cause e fattori di rischio

Cancro alla prostata: cause e fattori di rischio

0
8

Cos’è il cancro alla prostata?

La prostata è una piccola ghiandola situata sotto la vescica negli uomini e fa parte del sistema riproduttivo. Alcuni uomini sviluppano il cancro alla prostata, di solito più tardi nella vita. Se il cancro si sviluppa sulla ghiandola prostatica, probabilmente crescerà lentamente. In rari casi, le cellule tumorali possono essere più aggressive, crescere rapidamente e diffondersi ad altre aree del corpo. Prima il medico trova e cura il tumore, maggiori sono le possibilità di trovare un trattamento curativo.

Secondo la Urology Care Foundation, il cancro alla prostata è la seconda causa più comune di tutti i decessi correlati al cancro tra gli uomini americani. A circa 1 uomo su 7 verrà diagnosticata la malattia nel corso della loro vita. Circa 1 uomo su 39 morirà a causa di esso. La maggior parte di queste morti si verifica tra gli uomini più anziani.

Incidenza del cancro alla prostata negli Stati Uniti

Quali sono le cause del cancro alla prostata?

Come tutti i tipi di cancro, la causa esatta del cancro alla prostata non è facile da determinare. In molti casi, possono essere coinvolti più fattori, tra cui la genetica e l’esposizione a tossine ambientali, come alcune sostanze chimiche o radiazioni.

In definitiva, le mutazioni nel tuo DNA, o materiale genetico, portano alla crescita di cellule cancerose. Queste mutazioni fanno sì che le cellule della prostata inizino a crescere in modo incontrollabile e anormale. Le cellule anormali o cancerose continuano a crescere e dividersi fino a quando non si sviluppa un tumore. Se hai un tipo aggressivo di cancro alla prostata, le cellule possono metastatizzare o lasciare il sito del tumore originale e diffondersi ad altre parti del tuo corpo.

Quali sono i fattori di rischio per il cancro alla prostata?

Alcuni fattori di rischio possono influire sulle possibilità di sviluppare il cancro alla prostata, tra cui:

  • storia famigliare
  • età
  • gara
  • posizione geografica
  • dieta

Per saperne di più: 9 consigli per prevenire il cancro alla prostata »

Storia famigliare

In alcuni casi, le mutazioni che portano al cancro alla prostata vengono ereditate. Se hai una storia familiare di cancro alla prostata, sei maggiormente a rischio di sviluppare la malattia da solo, perché potresti aver ereditato il DNA danneggiato.

Secondo l’American Cancer Society, circa il 5-10% dei casi di cancro alla prostata è causato da mutazioni ereditarie. È stato collegato a mutazioni ereditarie in diversi geni, tra cui:

  • RNASEL, precedentemente noto come HPCI
  • BRCA1 e BRCA2, che sono stati anche collegati al cancro al seno e alle ovaie nelle donne
  • MSH2, MLH1 e altri geni di riparazione del disadattamento del DNA
  • HOXB13

Età

Uno dei maggiori fattori di rischio per il cancro alla prostata è l’età. Questa malattia colpisce raramente i giovani uomini. La Prostate Cancer Foundation riferisce che solo 1 uomo su 10.000 sotto i 40 anni negli Stati Uniti lo svilupperà. Questo numero salta a 1 su 38 per gli uomini di età compresa tra 40 e 59. Salta a 1 su 14 uomini di età compresa tra 60 e 69. La maggior parte dei casi viene diagnosticata negli uomini di età superiore ai 65 anni.

Età Incidenza del cancro alla prostata
1 uomo su 10.000
40-59 1 uomo su 38
60-69 1 uomo su 14

Razza ed etnia

Sebbene le ragioni non siano del tutto chiare, la razza e l’etnia sono fattori di rischio per il cancro alla prostata. Secondo l’American Cancer Society, negli Stati Uniti, gli uomini asiatici-americani e latini hanno la più bassa incidenza di cancro alla prostata. Al contrario, gli uomini afro-americani hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia rispetto agli uomini di altre razze ed etnie. È anche più probabile che vengano diagnosticati in una fase successiva e abbiano un esito sfavorevole. Hanno il doppio delle probabilità di morire di cancro alla prostata rispetto agli uomini bianchi.

Dieta

Una dieta ricca di carne rossa e latticini ad alto contenuto di grassi può anche essere un fattore di rischio per il cancro alla prostata, sebbene la ricerca sia limitata. Uno studio pubblicato nel 2010 ha esaminato 101 casi di cancro alla prostata e ha trovato una correlazione tra una dieta ricca di carne e latticini ad alto contenuto di grassi e il cancro alla prostata, ma ha sottolineato la necessità di ulteriori studi.

Un più recente studia dal 2017 ha esaminato la dieta di 525 uomini con nuova diagnosi di cancro alla prostata e ha trovato un’associazione tra il consumo di latte ad alto contenuto di grassi e la progressione del cancro. Questo studio suggerisce che il consumo di latte ad alto contenuto di grassi può anche svolgere un ruolo nello sviluppo del cancro alla prostata.

Anche gli uomini che mangiano diete ricche di carne e latticini ad alto contenuto di grassi sembrano mangiare meno frutta e verdura. Gli esperti non sanno se gli alti livelli di grassi animali oi bassi livelli di frutta e verdura contribuiscono maggiormente ai fattori di rischio dietetici. Sono necessarie ulteriori ricerche.

Posizione geografica

Anche il luogo in cui vivi può influire sul rischio di sviluppare il cancro alla prostata. Mentre gli uomini asiatici che vivono in America hanno una minore incidenza della malattia rispetto a quelli di altre razze, gli uomini asiatici che vivono in Asia hanno ancora meno probabilità di svilupparla. Secondo l’American Cancer Society, il cancro alla prostata è più comune in Nord America, Caraibi, Europa nord-occidentale e Australia che in Asia, Africa, America centrale e Sud America. I fattori ambientali e culturali possono avere un ruolo.

La Prostate Cancer Foundation rileva che negli Stati Uniti, gli uomini che vivono a nord di 40 gradi di latitudine hanno un rischio maggiore di morire di cancro alla prostata rispetto a quelli che vivono più a sud. Ciò può essere spiegato da una riduzione dei livelli di luce solare, e quindi vitamina D, che ricevono gli uomini nei climi nordici. Ce ne sono alcuni prova che la carenza di vitamina D può aumentare il rischio di cancro alla prostata.

Quali sono i fattori di rischio per il cancro alla prostata aggressivo?

I tumori della prostata aggressivi possono essere leggermente diversi dai tipi di malattia a crescita più lenta. Alcuni fattori di rischio sono stati collegati allo sviluppo di tipi più aggressivi della condizione. Ad esempio, il rischio di sviluppare un cancro alla prostata aggressivo potrebbe essere maggiore se:

  • Fumo
  • sono obesi
  • avere uno stile di vita sedentario
  • consumare alti livelli di calcio

Ulteriori informazioni: Capire il cancro alla prostata avanzato »

Cos’è un fattore di rischio?

Si ritiene che alcune cose che un tempo erano considerate fattori di rischio per il cancro alla prostata non abbiano alcuna connessione con la malattia.

  • La tua attività sessuale non sembra avere alcun impatto sulle tue possibilità di sviluppare il cancro alla prostata.
  • Avere una vasectomia non sembra aumentare il rischio.
  • Non esiste alcun legame noto tra consumo di alcol e cancro alla prostata.

Qual è la prospettiva?

Sebbene alcuni casi di cancro alla prostata siano aggressivi, la maggior parte non lo è. La maggior parte degli uomini con diagnosi di questa malattia può aspettarsi una buona prospettiva e molti anni di vita davanti a loro. Prima viene diagnosticato il cancro, migliori sono le tue prospettive. La diagnosi e il trattamento precoce del cancro alla prostata possono aumentare le possibilità di trovare un trattamento curativo. Anche gli uomini che vengono diagnosticati in fasi successive possono trarre grandi benefici dal trattamento. Questi benefici includono la riduzione o l’eliminazione dei sintomi, il rallentamento dell’ulteriore crescita del cancro e il prolungamento della vita di molti anni.

Continua a leggere: I migliori blog sul cancro alla prostata dell’anno »

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here