Campo magnetico intenso del buco nero osservato per la prima volta

0
7

InShortViral: Gli astronomi hanno rilevato campi magnetici al di fuori dell’orizzonte degli eventi del buco nero al centro della Via Lattea con l’aiuto del telescopio EHT, ovvero Event Horizon.

[dropcap]m[/dropcap]La maggior parte delle persone pensa ai buchi neri giganti come a enormi aspirapolvere, che trattengono tutto ciò che è intorno a te. Ma i buchi neri supermassicci nel cuore delle galassie sono più simili a enormi motori, che convertono l’energia della materia che cade su di essi in una radiazione intensa che può dominare la luce consolidata di tutte le stelle circostanti.

Leggi anche: Li-Fi 100 volte più veloce del WiFi fino a 1 GBPS

Se il buco nero è in rotazione, si possono generare forti getti che vengono lanciati a migliaia di anni luce di distanza e da intere galassie. Si ritiene che questi motori del buco nero siano alimentati da campi magnetici e, per la prima volta, gli astronomi hanno rilevato campi magnetici al di fuori dell’orizzonte degli eventi del buco nero al centro della Via Lattea.

  L'intenso campo magnetico del buco nero osservato per la prima volta
L’intenso campo magnetico del buco nero osservato per la prima volta

Michael Johnson dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics ha dichiarato che “La comprensione di questi campi magnetici è cruciale. Finora nessuno era stato in grado di mostrare campi magnetici vicino all’orizzonte degli eventi” Le conclusioni appaiono nel numero di dicembre della rivista “Science”.

Leggi anche: Electronic Frontier Foundation ha accusato Google di aver rubato i dati degli studenti

Il ricercatore Shep Doeleman, che è anche direttore associato dell’Haystack Observatory del Massachusetts Institute of Technology, ha anche affermato: “Ci si aspettava che questi campi magnetici esistessero, ma nessuno li aveva visti. I nostri dati mettono al lavoro teorico decenni di solido terreno osservativo, “

L’intenso campo magnetico del buco nero osservato per la prima volta

Il buco nero aveva i campi magnetici osservati per la prima volta con l’aiuto di un telescopio gigante chiamato Event Horizon telescopio (EHT), una rete globale di radiotelescopi che funzionano come un telescopio gigante delle dimensioni della Terra. L’intensa gravità del buco nero fa collassare la luce ed espande l’orizzonte, facendolo apparire più alto nel cielo – circa 50 microsecondi d’arco, una regione che EHT può facilmente raggiungere.

Leggi anche: I 5 Robot Evolution che ti fanno sentire il mondo di Terminator

Osservazioni tramite Event Horizon Telescope

Le osservazioni del telescopio effettuate ad una lunghezza d’onda di 1,3 mm. Il team ha misurato come questa luce è polarizzata linearmente. Sulla Terra, la luce solare viene polarizzata linearmente dai riflessi, ecco perché gli occhiali da sole sono polarizzati per bloccare la luce e ridurre l’abbagliamento. La luce traccia direttamente la struttura del campo magnetico.

  L'intenso campo magnetico del buco nero osservato per la prima volta
L’intenso campo magnetico del buco nero osservato per la prima volta

Leggi anche: Google sviluppa un dispositivo di comunicazione in stile Star Trek

Johnson dell’Harvard-Smithsonian Center ha anche affermato che “Ancora una volta, il centro galattico si sta dimostrando un luogo più dinamico di quanto avremmo potuto immaginare, questi campi magnetici stanno danzando dappertutto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here