Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Boswellia (incenso indiano)

Boswellia (incenso indiano)

0
3

Panoramica

La boswellia, nota anche come incenso indiano, è un estratto di erbe preso dal Boswellia serrata albero.

La resina a base di estratto di boswellia è stata utilizzata per secoli nella medicina popolare asiatica e africana. Si ritiene che tratti le malattie infiammatorie croniche e una serie di altre condizioni di salute. La boswellia è disponibile come resina, pillola o crema.

Cosa dice la ricerca

Gli studi dimostrano che la boswellia può ridurre l’infiammazione e può essere utile nel trattamento delle seguenti condizioni:

  • artrosi (OA)
  • artrite reumatoide (RA)
  • asma
  • malattia infiammatoria intestinale (IBD)

Poiché la boswellia è un efficace antinfiammatorio, può essere un efficace antidolorifico e può prevenire la perdita di cartilagine. Alcuni studi hanno scoperto che può anche essere utile nel trattamento di alcuni tipi di cancro, come la leucemia e il cancro al seno.

La boswellia può interagire e ridurre gli effetti dei farmaci antinfiammatori. Parla con il tuo medico prima di usare i prodotti a base di boswellia, soprattutto se stai assumendo altri farmaci per trattare l’infiammazione.

Come funziona la boswellia

Alcune ricerche mostrano che l’acido boswellico può prevenire la formazione di leucotrieni nel corpo. I leucotrieni sono molecole che sono state identificate come causa di infiammazione. Possono scatenare i sintomi dell’asma.

Quattro acidi nella resina boswellia contribuiscono alle proprietà antinfiammatorie dell’erba. Questi acidi inibiscono la 5-lipossigenasi (5-LO), un enzima che produce leucotriene. Si ritiene che l’acido acetil-11-cheto-β-boswellico (AKBA) sia il più potente dei quattro acidi boswellici. Tuttavia, altre ricerche suggeriscono che altri acidi boswellici sono responsabili delle proprietà antinfiammatorie dell’erba.

I prodotti Boswellia sono generalmente classificati in base alla loro concentrazione di acidi boswellici.

Su OA

Molti studi sull’effetto della boswellia sull’OA hanno scoperto che è efficace nel trattamento del dolore e dell’infiammazione dell’OA.

Uno studio del 2003 pubblicato sulla rivistaFitomedicina ha scoperto che tutte le 30 persone con dolore al ginocchio OA che hanno ricevuto boswellia hanno riportato una diminuzione del dolore al ginocchio. Hanno anche segnalato un aumento della flessione del ginocchio e di quanto potevano camminare.

Studi più recenti supportano l’uso continuato della boswellia per l’OA.

Un altro studio, finanziato da una società di produzione di boswellia, ha scoperto che l’aumento del dosaggio dell’estratto di boswellia arricchito ha portato ad un aumento delle capacità fisiche. Il dolore al ginocchio OA è diminuito dopo 90 giorni con il prodotto boswellia, rispetto a un dosaggio inferiore e al placebo. Ha anche contribuito a ridurre i livelli di un enzima che degrada la cartilagine.

Su RA

Gli studi sull’utilità della boswellia nel trattamento dell’AR hanno mostrato risultati contrastanti. Un vecchio studio pubblicato su Journal of Rheumatology ha scoperto che la boswellia aiuta a ridurre il gonfiore delle articolazioni dell’AR. Alcune ricerche suggeriscono che la boswellia può interferire con il processo autoimmune, il che la renderebbe una terapia efficace per l’AR. Ulteriori ricerche supportano le efficaci proprietà antinfiammatorie e di riequilibrio immunitario.

Su IBD

A causa delle proprietà antinfiammatorie dell’erba, la boswellia può essere efficace nel trattamento delle malattie infiammatorie intestinali come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa (UC).

Uno studio del 2001 ha confrontato H15, uno speciale estratto di boswellia, con il farmaco antinfiammatorio mesalamina (Apriso, Asacol HD). Ha dimostrato che l’estratto di boswellia può essere efficace nel trattamento della malattia di Crohn.

Parecchi studi ha scoperto che l’erba potrebbe essere efficace anche nel trattamento della CU. Stiamo appena iniziando a capire come gli effetti antinfiammatori e di riequilibrio immunitario della boswellia possono migliorare la salute di un intestino infiammato.

Sull’asma

La boswellia può svolgere un ruolo nella riduzione dei leucotrieni, che provoca la contrazione dei muscoli bronchiali. UN Studio del 1998 dell’effetto dell’erba sull’asma bronchiale ha rilevato che le persone che hanno assunto la boswellia hanno sperimentato una diminuzione dei sintomi e degli indicatori dell’asma. Questo dimostra che l’erba potrebbe svolgere un ruolo importante nel trattamento dell’asma bronchiale. La ricerca continua e ha dimostrato che le proprietà di equilibrio immunitario positive della boswellia possono aiutare la reazione eccessiva agli allergeni ambientali che si verifica nell’asma.

Sul cancro

Gli acidi boswellici agiscono in diversi modi che possono inibire la crescita del cancro. È stato dimostrato che gli acidi boswellici impediscono a determinati enzimi di influenzare negativamente il DNA.

Gli studi hanno anche scoperto che la boswellia può combattere le cellule di cancro al seno avanzato e può limitare la diffusione della leucemia maligna e delle cellule tumorali cerebrali. Un altro studio ha dimostrato che gli acidi boswellici sono efficaci nel sopprimere l’invasione delle cellule tumorali del pancreas. Gli studi continuano e l’attività anti-cancro della boswellia sta diventando meglio compresa.

Dosaggio

I prodotti Boswellia possono differire notevolmente. Segui le istruzioni del produttore e ricordati di parlare con il tuo medico prima di utilizzare qualsiasi terapia a base di erbe.

Le linee guida generali sul dosaggio suggeriscono di assumere 300-500 milligrammi (mg) per bocca due o tre volte al giorno. Potrebbe essere necessario che il dosaggio sia più alto per l’IBD.

La Arthritis Foundation suggerisce 300-400 mg tre volte al giorno di un prodotto che contiene il 60% di acidi boswellici.

Effetti collaterali

La boswellia può stimolare il flusso sanguigno nell’utero e nella pelvi. Può accelerare il flusso mestruale e può indurre aborto nelle donne in gravidanza.

Altri possibili effetti collaterali della boswellia includono:

  • nausea
  • reflusso acido
  • diarrea
  • eruzioni cutanee

L’estratto di Boswellia può anche interagire con farmaci, tra cui ibuprofene, aspirina e altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here