Borrell dell’UE suggerisce agli Stati Uniti di smettere di armare Israele nel timore dell’assalto di Rafah

0
10

Josep Borrell afferma che “troppe persone” vengono uccise a Gaza mentre Israele si impegna a portare avanti l’offensiva di Rafah.

Circa 1,4 milioni di palestinesi, ovvero più della metà della popolazione di Gaza, si sono accalcati a Rafah per sfuggire ai bombardamenti israeliani. [Said Khatib/AFP]

Il capo della politica estera dell’Unione Europea, Josep Borrell, ha esortato gli alleati di Israele, in primis gli Stati Uniti, a smettere di inviargli armi poiché “troppe persone” vengono uccise a Gaza.

Facendo riferimento al commento del presidente degli Stati Uniti Joe Biden della scorsa settimana secondo cui l’azione militare di Israele era “esagerata”, Borrell ha detto lunedì: “Bene, se credi che troppe persone vengono uccise, forse dovresti fornire meno armi per evitare che ciò accada”. molte persone sono state uccise”.

“È [it] non logico?» ha chiesto, in una conferenza stampa a Bruxelles insieme a Philippe Lazzarini, capo dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA), chi è Israele sta facendo pressioni per dimettersi.

“Quante volte avete sentito i leader e i ministri degli Esteri più importanti di tutto il mondo dire che vengono uccisi troppe persone?” chiese Borrell.

“Se la comunità internazionale crede che questo sia un massacro, che troppe persone vengono uccise, forse pensare alla fornitura di armi”, ha aggiunto Borrell.

Il capo diplomatico dell’UE ha anche critico l’ordine del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu secondo cui oltre un milione di palestinesi rifugiati nella città di Rafah, a Gaza, devono essere “evacuati” prima di un’operazione militare israeliana pianificata lì.

“Evacueranno – colomba? Alla luna? Dove evacueranno queste persone?” chiese Borrell.

Questa non è la prima volta che Borrell esprime preoccupazione per un’invasione della città di Rafah, nel sud di Gaza. Domenica, ha affermato che un assalto lì “porterebbe a un’indicibile catastrofe umanitaria” e una grave tensione con il vicino Egitto.

L’incursione di Rafah è “terrificante”

L’ex ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis ha affermato che i paesi europei condividono la responsabilità delle atrocità commesse a Gaza.

“Noi europei abbiamo creato il problema… stiamo giocando un ruolo vizioso, nel suo perpetuarsi”, ha detto Varoufakis ad Al Jazeera.

L’ex ministro delle finanze ha accusato Borrell di ipocrisia per aver affermato che non veniva esercitata sufficiente pressione su Israele, affermando che l’UE stava “armando collettivamente” Israele.

“Mentre parliamo, Germania, Francia, [and] L’Italia sta inviando gli armamenti utilizzati a Rafah per uccidere le persone”, ha aggiunto Varoufakis.

I suoi ultimi commenti sono arrivati​​mentre decine di persone sono state uccise negli attacchi aerei israeliani su Rafah, secondo i funzionari sanitari palestinesi, mentre la gente si prepara ad una grande offensiva sull’area urbana densamente affollata.

Nel frattempo, anche Volker Turk, responsabile dei diritti umani delle Nazioni Unite, ha espresso allarme per un previsto attacco di terra israeliano a Rafah.

Turk ha detto che è “del tutto immaginabile cosa accadrà” se l’incursione pianificata non verrà fermata.

“Una potenziale incursione militare su vasta scala a Rafah, dove circa 1,5 milioni di palestinesi sono ammassati lungo il confine egiziano senza alcun altro posto dove fuggire, è terrificante, data la prospettiva che un numero estremamente elevato di civili, ancora una volta per lo più bambini e donne, probabilmente saranno uccisi e feriti”, ha detto Turk in una nota.

Gruppi per i diritti umani hanno anche avvertito che un assalto su vasta scala a Rafah, l’ultima area relativamente sicura dell’enclave, comporterebbe significative vittime civili.

Più della metà della popolazione di Gaza si è accalcata a Rafah per sfuggire ai bombardamenti israeliani, che hanno ridotto in rovina gran parte del resto della Striscia di Gaza.

La maggior parte degli abitanti di Rafah sono stati sfollati a causa delle offensive israeliane nella Gaza settentrionale, centrale e orientale.

Hamas, il gruppo palestinese che governa Gaza, ha avvertito Israele che un’offensiva di terra a Rafah metterebbe a pentimento i negoziati su una tregua e lo scambio di prigionieri e prigionieri.

Secondo le autorità palestinesi, da ottobre più di 28.340 persone, soprattutto donne e bambini, sono state uccise nell’assalto israeliano a Gaza. Secondo le agenzie umanitarie, gli incessanti bombardamenti israeliani e l’offensiva di terra hanno sfollato più dell’80% della popolazione e ridotta gran parte del territorio in macerie.

Israele ha lanciato la sua guerra a Gaza dopo che Hamas ha effettuato un attacco a sorpresa nel sud di Israele il 7 ottobre, uccidendo almeno 1.139 persone, per lo più civili, secondo un conteggio di Al Jazeera basato su dati ufficiali israeliani.

Il post Borrell dell’UE suggerisce agli Stati Uniti di smettere di armare Israele nel timore dell’assalto di Rafah è apparso per la prima volta su su oggi.

Il post Borrell dell’UE suggerisce agli Stati Uniti di smettere di armare Israele nel timore dell’assalto di Rafah è apparso per la prima volta su su oggi.

Il post Borrell dell’UE suggerisce agli Stati Uniti di smettere di armare Israele nel timore dell’assalto di Rafah è apparso per la prima volta su su oggi.

Il post Borrell dell’UE suggerisce agli Stati Uniti di smettere di armare Israele nel timore dell’assalto di Rafah è apparso per la prima volta su su oggi.