Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Bloccanti del recettore H2

Bloccanti del recettore H2

0
5

RITIRO DELLA RANITIDINA

Nell’aprile 2020, il Food and Drug Administration (FDA) ha chiesto che tutte le forme di ranitidina (Zantac) da prescrizione e da banco (OTC) siano rimosse dal mercato statunitense. Questa raccomandazione è stata formulata perché in alcuni prodotti a base di ranitidina sono stati trovati livelli inaccettabili di NDMA, un probabile cancerogeno (sostanza chimica cancerogena). Se ti viene prescritta la ranitidina, parla con il tuo medico di opzioni alternative sicure prima di interrompere il farmaco. Se stai assumendo ranitidina da banco, interrompi l’assunzione del farmaco e parla con il tuo medico di opzioni alternative. Invece di portare i prodotti a base di ranitidina inutilizzati a un sito di ritiro di farmaci, smaltirli secondo le istruzioni del prodotto o seguendo le indicazioni della FDA guida.

Cosa sono i bloccanti del recettore H2?

I bloccanti del recettore H2 sono una classe di farmaci che possono essere utilizzati per trattare le condizioni che causano un eccesso di acido gastrico. Questi farmaci sono disponibili al banco e su prescrizione. I bloccanti comuni del recettore H2 includono:

  • nizatidina (Axid)
  • famotidina (Pepcid, Pepcid AC)
  • cimetidina (Tagamet, Tagamet HB)

I bloccanti del recettore H2 sono più comunemente usati per trattare la gastrite o lo stomaco infiammato e per il trattamento delle ulcere peptiche. Le ulcere peptiche sono piaghe dolorose che si formano nel rivestimento dello stomaco, nell’esofago inferiore o nel duodeno, che è la prima parte dell’intestino tenue. Spesso si sviluppano a causa dell’infiammazione e dell’eccesso di acido gastrico. I medici possono anche raccomandare bloccanti del recettore H2 per impedire il ritorno delle ulcere peptiche.

I bloccanti del recettore H2 sono anche usati frequentemente per alleviare i sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). GERD è una forma cronica di reflusso acido, che fa sì che il contenuto acido dello stomaco rifluisca nell’esofago. La frequente esposizione all’acidità di stomaco può irritare l’esofago e portare a sintomi fastidiosi, come bruciore di stomaco, nausea o difficoltà a deglutire.

I bloccanti H2 possono anche essere usati per trattare condizioni meno comuni come la sindrome di Zollinger-Ellison, una condizione che causa un aumento della produzione di acido gastrico

I medici possono anche raccomandare bloccanti del recettore H2 per l’uso off-label. Ciò significa usare il medicinale per trattare una condizione che il farmaco non è stato approvato per il trattamento. Ad esempio, i bloccanti del recettore H2 potrebbero essere usati per trattare problemi al pancreas o usati in caso di reazione allergica, anche se non sono tradizionalmente usati per questi scopi.

Come funzionano i bloccanti del recettore H2?

Quando prendi un bloccante del recettore H2, i principi attivi viaggiano verso recettori specifici sulla superficie delle cellule dello stomaco che rilasciano acidi. Il farmaco inibisce alcune reazioni chimiche in queste cellule in modo che non siano in grado di produrre tanto acido. Secondo il National Institutes of Health, i bloccanti del recettore H2 riducono del 70% le secrezioni acide dello stomaco nell’arco di 24 ore. Riducendo la quantità di acido nello stomaco, i tessuti danneggiati hanno il tempo di guarire.

Quali sono gli effetti collaterali dei bloccanti del recettore H2?

La maggior parte degli effetti collaterali associati ai bloccanti del recettore H2 sono lievi e di solito diminuiscono quando una persona assume il farmaco nel tempo. Solo l’1,5% delle persone interrompe l’assunzione di bloccanti del recettore H2 a causa degli effetti collaterali.

Alcuni degli effetti collaterali che possono verificarsi con i bloccanti del recettore H2 includono:

  • stipsi
  • diarrea
  • difficoltà a dormire
  • bocca asciutta
  • pelle secca
  • mal di testa
  • ronzio nelle orecchie
  • un naso che cola
  • difficoltà a urinare

Chiama il tuo medico se hai altri sintomi che sospetti possano essere dovuti all’assunzione di un bloccante del recettore H2.

In rari casi, i bloccanti del recettore H2 potrebbero causare effetti collaterali più gravi, come:

  • pelle con vesciche, bruciore o desquamazione
  • cambiamenti nella visione
  • confusione
  • agitazione
  • respirazione difficoltosa
  • respiro sibilante
  • oppressione toracica
  • Battito irregolare
  • allucinazioni
  • pensieri suicidi

Chiama il tuo medico o vai subito in ospedale se manifesti uno di questi sintomi.

Nonostante i loro potenziali effetti collaterali, i bloccanti del recettore H2 sono solitamente un trattamento molto efficace per le condizioni che causano l’acidità di stomaco in eccesso. Tu e il tuo medico potete discutere i potenziali rischi e determinare se i bloccanti dei recettori H2 sono l’opzione migliore per la vostra particolare condizione. Non dovresti mai smettere di prendere i tuoi farmaci senza prima parlarne con il tuo medico.

Bloccanti del recettore H2 contro inibitori della pompa protonica (PPI)

Gli inibitori della pompa protonica (PPI) sono un altro tipo di farmaco utilizzato per ridurre l’acidità di stomaco e trattare il reflusso acido o GERD. Esempi di IPP includono esomeprazolo (Nexium) e pantoprazolo (Protonix).

Entrambi i farmaci agiscono bloccando e diminuendo la produzione di acido gastrico, ma gli IPP sono considerati più forti e più veloci nel ridurre gli acidi dello stomaco. Tuttavia, i bloccanti del recettore H2 riducono specificamente l’acido rilasciato la sera, che è un fattore comune alle ulcere peptiche. Questo è il motivo per cui i bloccanti del recettore H2 sono specificatamente prescritti a persone che hanno ulcere o che sono a rischio di contrarle. Gli IPP sono più spesso prescritti per le persone che hanno GERD o reflusso acido.

I medici di solito non consigliano di assumere contemporaneamente un PPI e un bloccante del recettore H2. I bloccanti del recettore H2 possono interferire con l’efficacia degli IPP. Se i sintomi della GERD non migliorano con l’uso di un PPI, il medico può raccomandare invece un bloccante del recettore H2.

Trattamenti alternativi

Se hai ulcere peptiche o GERD, il tuo medico probabilmente ti consiglierà di evitare di assumere medicinali specifici e di apportare alcune modifiche allo stile di vita per alleviare i sintomi.

In caso di ulcere peptiche, il medico può raccomandare di limitare l’uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l’aspirina e l’ibuprofene. L’uso frequente ea lungo termine di questi tipi di farmaci può aumentare il rischio di ulcera peptica. Il tuo medico potrebbe suggerirti di prendere il paracetamolo. Tuttavia, non dovresti interrompere l’assunzione di medicinali senza prima aver parlato con il tuo medico.

Anche apportare alcune modifiche allo stile di vita può aiutare a ridurre i sintomi dell’ulcera peptica. Questi includono:

  • limitare il consumo di alcol
  • evitando cibi piccanti
  • ridurre lo stress
  • smettere di fumare

Se hai GERD o reflusso acido, i rimedi per lo stile di vita che possono alleviare i sintomi includono:

  • mangiare diversi piccoli pasti al giorno invece di tre grandi
  • evitando alcol, tabacco e cibi e bevande noti per scatenare i sintomi
  • elevando la testata del letto di circa 6 pollici
  • consumare meno grassi
  • evitando di sdraiarsi per almeno due ore dopo aver mangiato
  • evitando spuntini prima di coricarsi

Parla con il tuo medico se i tuoi sintomi non migliorano con farmaci o rimedi per lo stile di vita. Potrebbe essere necessario un trattamento o un intervento chirurgico più aggressivo per eliminare un’ulcera o ridurre il reflusso acido.

È necessario rivolgersi immediatamente a un medico se si verifica uno dei seguenti sintomi:

  • sviluppa un dolore addominale che è molto peggiore di quello che sei abituato a provare
  • si sviluppa una febbre alta
  • si verifica un vomito che non è facilmente alleviato
  • si sviluppano vertigini e stordimento

Questi sono segni di complicazioni da ulcera peptica che devono essere affrontate immediatamente.

Q:

C’è qualcuno che non dovrebbe assumere bloccanti del recettore H2?

Paziente anonimo

UN:

Solo i pazienti che hanno reazioni gravi o pericolose per la vita ai bloccanti H2 dovrebbero evitare di prenderli. Questa classe di farmaci è di categoria B in gravidanza, il che significa che è sicura da assumere durante la gravidanza.

Tyler Walker, MDLe risposte rappresentano le opinioni dei nostri esperti medici. Tutto il contenuto è strettamente informativo e non deve essere considerato un consiglio medico.

Healthline

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here