Biopsia endometriale

0
3

Cos’è una biopsia endometriale?

Una biopsia endometriale è la rimozione di un piccolo pezzo di tessuto dall’endometrio, che è il rivestimento dell’utero. Questo campione di tessuto può mostrare cambiamenti cellulari dovuti a tessuti anormali o variazioni nei livelli ormonali.

Il prelievo di un piccolo campione di tessuto endometriale aiuta il medico a diagnosticare determinate condizioni mediche. Una biopsia può anche verificare la presenza di infezioni uterine come l’endometrite.

Una biopsia endometriale può essere eseguita nello studio del medico senza l’uso di anestesia. In genere, il completamento della procedura richiede circa 10 minuti.

Perché viene eseguita una biopsia endometriale?

Una biopsia endometriale può essere eseguita per aiutare a diagnosticare anomalie dell’utero. Può anche escludere altre malattie.

Il medico potrebbe voler eseguire una biopsia endometriale per:

  • trovare la causa del sanguinamento postmenopausale o sanguinamento uterino anormale
  • schermo per il cancro dell’endometrio
  • valutare la fertilità
  • verifica la tua risposta alla terapia ormonale

Non puoi avere una biopsia endometriale durante la gravidanza e non dovresti averla se hai una delle seguenti condizioni:

  • un disturbo della coagulazione del sangue
  • malattia infiammatoria pelvica acuta
  • un’infezione cervicale o vaginale acuta
  • cancro cervicale
  • stenosi cervicale o grave restringimento della cervice

Come mi preparo per una biopsia endometriale?

La biopsia endometriale durante la gravidanza può portare a un aborto spontaneo. Informi il medico se sei incinta o se c’è una possibilità che tu possa essere incinta. Il tuo medico potrebbe volerti fare un test di gravidanza prima della biopsia per assicurarti di non essere incinta.

Il medico potrebbe anche volere che tu tenga un registro dei tuoi cicli mestruali prima della biopsia. Questo di solito è richiesto se il test deve essere eseguito in un momento particolare durante il ciclo.

Informa il tuo medico di qualsiasi prescrizione o farmaci da banco che stai assumendo. Potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di anticoagulanti prima di una biopsia endometriale. Questi farmaci possono interferire con la capacità del sangue di coagulare correttamente.

Il tuo medico probabilmente vorrà sapere se hai disturbi emorragici o se sei allergico al lattice o allo iodio.

Una biopsia endometriale può essere scomoda. Il medico può raccomandare di prendere ibuprofene (Advil, Motrin) o un altro analgesico da 30 a 60 minuti prima della procedura.

Il medico potrebbe anche somministrarti un leggero sedativo prima della biopsia. Il sedativo può provocare sonnolenza, quindi non dovresti guidare fino a quando gli effetti non sono completamente svaniti. Puoi chiedere a un amico o un familiare di accompagnarti a casa dopo la procedura.

Cosa succede durante una biopsia endometriale?

Prima della biopsia, ti viene fornita una vestaglia o un camice medico da indossare. In una sala d’esame, il medico ti farà sdraiare su un tavolo con i piedi nelle staffe. Quindi eseguono un rapido esame pelvico. Puliscono anche la vagina e la cervice.

Il medico può mettere un morsetto sulla cervice per mantenerlo fermo durante la procedura. Potresti sentire una pressione o un leggero fastidio dal morsetto.

Il medico quindi inserisce un tubo sottile e flessibile chiamato pipella attraverso l’apertura della cervice, che si estende per diversi centimetri nell’utero. Successivamente spostano la pipella avanti e indietro per ottenere un campione di tessuto dal rivestimento dell’utero. L’intera procedura richiede in genere circa 10 minuti.

Il campione di tessuto viene immerso in un fluido e inviato a un laboratorio per l’analisi. Il medico dovrebbe avere i risultati circa 7-10 giorni dopo la biopsia.

Potresti riscontrare qualche leggera macchia o sanguinamento dopo la procedura, quindi ti verrà dato un tampone mestruale da indossare. Anche i crampi lievi sono normali. Potresti essere in grado di prendere un analgesico per alleviare i crampi, ma assicurati di chiedere al tuo medico.

Non usare tamponi o avere rapporti sessuali per diversi giorni dopo una biopsia endometriale. A seconda della tua storia clinica passata, il tuo medico potrebbe fornirti ulteriori istruzioni dopo la procedura.

Quali sono i rischi associati a una biopsia endometriale?

Come altre procedure invasive, c’è un piccolo rischio di infezione. C’è anche il rischio di perforare la parete uterina, ma questo è molto raro.

Alcuni sanguinamento e disagio sono normali. Chiama il tuo medico se hai uno dei seguenti sintomi:

  • sanguinamento per più di due giorni dopo la biopsia
  • forte sanguinamento
  • febbre o brividi
  • forte dolore nell’addome inferiore
  • perdite vaginali anormali o dall’odore insolito

Cosa significano i risultati?

Una biopsia endometriale è normale quando non vengono rilevate cellule anormali o cancro. I risultati sono considerati anormali quando:

  • è presente una crescita benigna o non cancerosa
  • è presente un ispessimento dell’endometrio, chiamato iperplasia endometriale
  • sono presenti cellule cancerose

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here