Home Consiglio Medico Malattie & Sintomi Biopsia della lesione ossea

Biopsia della lesione ossea

0
4

Che cos’è una biopsia della lesione ossea?

Una biopsia della lesione ossea è una procedura chirurgica in cui un medico rimuove un campione del tessuto osseo e lo invia a un laboratorio per il test. Il test distingue tipicamente tra tumori ossei cancerosi e non cancerosi e diagnostica altre anomalie ossee.

La procedura prevede l’esecuzione di una piccola incisione, la perforazione nell’osso e la rimozione di un campione di tessuto dalla lesione all’interno dell’osso. Una lesione è un’anomalia nella struttura dell’osso, che può o meno influire sulla crescita ossea. Non tutte le lesioni sono cancerose.

Perché ho bisogno di una biopsia della lesione ossea?

Il medico può ordinare una biopsia della lesione ossea se ci sono segni di anomalie nelle ossa. Questi possono comparire sulle scansioni di imaging, come i raggi X o le scansioni TC. Una biopsia aiuta i medici a determinare se le lesioni ossee sono il risultato di cancro, infezione o un’altra condizione.

Le condizioni associate a tumori o lesioni ossee includono:

  • coccidiomicosi (infezione fungina)
  • Sarcoma di Ewing (tumore osseo canceroso che colpisce i bambini)
  • fibroma (tumore benigno)
  • istoplasmosi (infezione fungina)
  • mieloma multiplo (cancro del midollo osseo che coinvolge le plasmacellule)
  • infezione da micobatteri (tubercolosi)
  • osteoblastoma (tumore osseo benigno)
  • osteoma osteoide (tumore osseo benigno)
  • osteomalacia (ammorbidimento delle ossa dovuto alla mancanza di vitamina D)
  • osteomielite (infezione ossea)
  • osteosarcoma (tumore osseo canceroso che di solito compare durante l’adolescenza)
  • osteite fibrosa (ammorbidimento delle ossa dovuto all’iperparatiroidismo)
  • rachitismo (indebolimento delle ossa dovuto alla mancanza di calcio, vitamina D o fosfato)

Le biopsie delle lesioni ossee possono anche fornire ai chirurghi una vista interna delle ossa. Ciò è utile durante l’ispezione dello stato di infezioni o malattie che potrebbero essere candidate all’amputazione, come l’osteomielite. In alcuni casi, la biopsia può aiutare a prevenire la necessità di un’amputazione.

Come mi preparo per una biopsia della lesione ossea?

Prima dell’intervento, verranno eseguiti test di imaging per determinare la posizione delle lesioni ossee. Usando queste immagini, il chirurgo selezionerà l’area da cui preleverà un campione di tessuto.

Ti sottoporrai anche a un esame fisico. Questo è un buon momento per informare il tuo medico di eventuali farmaci che stai assumendo, inclusi farmaci o integratori da banco e eventuali allergie che potresti avere.

Molto probabilmente dovrai digiunare per otto ore prima della biopsia. Questa è la procedura standard, soprattutto se sei sottoposto ad anestesia generale.

Cosa succede durante una biopsia della lesione ossea?

La posizione e il tipo di biopsia determineranno il tipo di anestesia di cui hai bisogno. Potresti avere un’anestesia locale, specifica per il sito o potresti aver bisogno di un’anestesia generale. In anestesia generale, dormirai indolore durante l’intera biopsia.

Durante la procedura, il chirurgo eseguirà una piccola incisione nella pelle sopra l’osso da cui proviene il campione. Quello che succede dopo dipende dal tipo di biopsia che stai facendo.

In una biopsia con ago, il chirurgo eseguirà un piccolo foro nell’osso. Il chirurgo estrarrà un campione di tessuto utilizzando uno strumento simile a un ago.

In una biopsia incisionale, il chirurgo taglierà direttamente il tumore per rimuovere un campione. Questo tipo di biopsia può recuperare un campione di tessuto più grande.

Dopo aver rimosso il campione, il medico cucirà la ferita dell’incisione e la benderà. Quindi invieranno il campione di tessuto a un laboratorio per il test.

Quali sono le complicanze associate alla biopsia di una lesione ossea?

Tutte le procedure chirurgiche comportano rischi di infezione e sanguinamento, che sono maggiori per le persone con disturbi emorragici o un sistema immunitario compromesso. Informi il medico se si dispone di uno di questi fattori di rischio.

Altre possibili complicanze specifiche delle biopsie delle lesioni ossee includono:

  • danni ai tessuti circostanti
  • sanguinamento eccessivo
  • fratture ossee
  • infezione dell’osso o vicino all’area della biopsia

I rischi di questo test sono significativamente inferiori al rischio di non testare le lesioni ossee. I test possono aiutare a rilevare tumori o altri gravi problemi di salute in modo che il trattamento possa iniziare il più rapidamente possibile.

Cosa succede dopo una biopsia della lesione ossea?

Dopo la biopsia, riposerai in un letto d’ospedale fino a quando il tuo medico non ti dirà che puoi tornare a casa. Sarai incaricato di prenderti cura della tua ferita da incisione, che include mantenere l’area pulita e cambiare le bende. Il tuo medico ti rimuoverà i punti a un appuntamento di follow-up. Il sito della biopsia può essere dolorante per alcuni giorni dopo la procedura.

Il medico esaminerà i risultati della biopsia durante un appuntamento di follow-up. Ti diranno i risultati della biopsia ossea e delineeranno un programma di trattamento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here